FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries
Affrettati! Acquista 1 Ottieni 1 gratis! Compra ora!

Amazon interrompe gli esami della marijuana per i suoi autisti

A causa della carenza di manodopera, Amazon salta il test anti-cannabis
02 November 2021
2 min read
Amazon interrompe gli esami della marijuana per i suoi autisti

Contenuti:
  • 1. Candidati in aumento
  • 2. Precedente supporto alla cannabis da parte di amazon

Sei un fattone e ami andare in bicicletta? E sei anche alla ricerca di un lavoro? Allora questa è una buona notizia per te, amico! Tira fuori il tuo computer portatile e metti a punto il tuo CV, è il momento di compilare una domanda di lavoro per il gigante Amazon. 

La mega multinazionale americana, Amazon, famosa per il suo enorme impero dell'e-commerce e dei servizi di consegna, sta lottando ultimamente con una potenziale carenza di autisti per le consegne, e indovina qual è la soluzione a cui l'azienda è arrivata: i fattoni.

Come potreste o non potreste aver sentito, Amazon ha già espresso il suo sostegno all'industria della cannabis, annunciando pubblicamente sui social media la sua promozione per la legalizzazione federale della marijuana, unendosi alle organizzazioni di giustizia sociale, e altro ancora. 

Ed ora, per valutare questa carenza di autisti per le consegne, l'azienda sta consigliando alla sua forza di partner per le consegne di non controllare più i loro candidati per l'uso di marijuana. 

Candidati in aumento

Questo nuovo comando significa un enorme cambiamento nella quantità di candidati che l'azienda riceverà, fino al 400% in più, ha dichiarato l'azienda. Al contrario, lo screening per l'uso di cannabis, ha dichiarato, ha ridotto il pool di potenziali lavoratori fino al 30%.

Ora, ci sono ancora pensieri opposti tra i partner di consegna di Amazon. Quelli che li sostengono, quelli che hanno effettivamente fermato lo screening della cannabis per i candidati, sono d'accordo che la marijuana era la ragione prevalente per cui i futuri lavoratori non superavano i test antidroga. Testando ora per altre droghe, come oppioidi e anfetamine, ci sono meno autisti che falliscono il test.

Ma d'altra parte, le aziende che non sono completamente felici della decisione di Amazon sostengono che sono loro a dover essere responsabili di eventuali incidenti se un autista viene trovato strafatto in quel momento. Tuttavia, ecco quello che Amazon ha da dire al riguardo.

"Se un socio di consegna è alterato al lavoro e risulta positivo al test post-incidente o a causa di un ragionevole sospetto, quella persona non sarebbe più autorizzata a svolgere servizi per Amazon".

Quindi, naturalmente, l'azienda non permette ai suoi dipendenti di lavorare mentre sono fatti, ma semplicemente non hanno bisogno di passare alcun controllo dell'erba per lavorare per loro. 

Precedente supporto alla cannabis da parte di Amazon

In precedenza, quest'anno, la mega-azienda aveva anche annunciato che non avrebbe più squalificato i dipendenti per uso di marijuana, non solo gli autisti delle consegne. 

"In passato, come molti datori di lavoro, abbiamo squalificato le persone dal lavorare in Amazon se sono risultate positive all'uso di marijuana. Tuttavia, visto dove si stanno muovendo le leggi statali negli Stati Uniti, abbiamo cambiato rotta. Non includeremo più la marijuana nel nostro programma completo di screening delle droghe".

Ha senso per le aziende iniziare ad adattare i loro regolamenti della vecchia scuola quando il mondo intorno a loro lo è davvero. Se la marijuana è legale in più di diversi stati degli Stati Uniti, allora come mai i lavoratori non vengono ammessi a certe posizioni a causa dell'uso di marijuana? 

Non stiamo dicendo che si dovrebbe bruciare un grosso blunt mentre si va al lavoro, ma sicuramente quando si torna a casa, wink, wink. 

RIFERIMENTI ESTERNI

1. Amazon’s Answer to Delivery Driver Shortage: Recruit Pot Smokers

2. Amazon Now Supports Federal Cannabis Legalization

02 November 2021