Quanto dura il THC nel corpo?

Se avete un test antidroga in arrivo, questo articolo vi sarà certamente d'aiuto!
06 November 2020
6 min read
Quanto dura il THC nel corpo?

Fastbuds Blackberry by Dahoola

La cannabis è un'erba sorprendente che non solo ti aiuta in modo ricreativo, ma anche dal punto di vista medico. A tutti noi piacciono spinelli e canne, e tutto sembra fantastico... fino a quando non si deve andare a quel temuto test antidroga. Poi, all'improvviso, tutto sembra triste. I test antidroga sono comuni ovunque e anche se la cannabis è legale in molte aree, la sola menzione di un test fa andare nel panico alcune persone.

Se volete godervi la cannabis senza preoccupazioni nel mondo, naturalmente vorrete sapere "quanto dura il THC nel vostro corpo? È una domanda posta da molti, ma pochissimi hanno una risposta. In primo luogo, la quantità di tempo che la marijuana dura nel corpo di un individuo dipende dall'individuo stesso.

Lemon AK Auto
5 out of 5
Lemon ak 13ª settimana di fioritura Complimenti per questa varietà Altezza 170 cm Raccolto 300 gr asciutti Topping al 5º internodo
Giovanni P. .
Verified customer
Reviewed 15 ottobre 2020

Ad esempio, è possibile sbarazzarsene rapidamente rispetto a qualcuno che lo fuma ogni giorno. Ovviamente, l'uso pesante è importante e chi lo usa frequentemente avrà più difficoltà a eliminare il THC dal proprio sistema.

Inoltre, il THC tende ad accumularsi maggiormente nell'organismo quando si continua a fumare o a ingerire marijuana. Si accumula e si mescola con le riserve di grasso con il passare del tempo. A seconda del metabolismo del vostro corpo, il THC uscirà prima o poi. Certo, ci sono molti altri fattori coinvolti, ed è esattamente ciò che evidenzieremo in questo articolo.

Tipi di test per rilevare il THC

Se avete mai fatto un test antidroga, saprete che ci sono diversi modi per capire se c'è del THC nel vostro sistema. I test antidroga misurano o rilevano il THC non solo dal prodotto principale ma anche dai sottoprodotti. Ora, la sfida più grande è che questi sottoprodotti tendono a rimanere nel sistema anche dopo che gli effetti della marijuana sono scomparsi da tempo.

Ecco alcuni tipi di test condotti per misurare il THC

Saliva

saliva test

Ci sono molti tipi di test della saliva fatti per rilevare il THC. I datori di lavoro possono scegliere tra uno qualsiasi di questi. E ora che la tecnologia è così avanzata, i test della saliva destinati a rilevare in particolare le molecole di THC che si trovano soprattutto in bocca sono davvero utili. Tuttavia, i risultati saranno positivi solo se si è fumato una canna qualche ora fa.

Altri tipi di test della saliva rilevano il THC in utenti che si sono abbandonati alla marijuana anche se è stato un mese fa. Mentre i consumatori occasionali non devono preoccuparsi molto, i consumatori cronici hanno qualcosa di cui preoccuparsi.

Dovete ricordare che la cannabis può entrare nelle ghiandole salivari se siete esposti al fumo o se fumate voi stessi uno spinello. Non appena le ghiandole ingeriscono la cannabis, essa si manifesta nei test. Dai poliziotti ai datori di lavoro, i test della saliva sono ormai piuttosto comuni.

Urine

urine test

I test delle urine - come quello della saliva - dipendono anche da quanto tempo si fa uso di marijuana. Se sei un consumatore occasionale, non c'è molto di cui preoccuparsi. Per esempio, se avete un colloquio o un test antidroga in una settimana, potete smettere subito di ingerire cannabis in modo che le vostre urine non ne mostrino alcuna traccia.

Ma, per i consumatori cronici, i test delle urine rilevano il THC anche se hanno fumato marijuana un mese fa. Per i consumatori occasionali, stiamo parlando di persone che consumano o fumano cannabis circa una o due volte a settimana. Il THC sarà fuori dal vostro sistema in soli 3-4 giorni.

I consumatori moderati che si abbandonano alla cannabis circa 4-5 volte a settimana avranno ovviamente più THC nelle loro urine. In questi casi, ci vorranno almeno 7-10 giorni perché il THC esca dal vostro sistema. Sei considerato un consumatore cronico se fumi ogni singolo giorno e ci vorranno almeno due settimane per liberarti del THC. E, se state ingerendo cannabis più volte al giorno e ne abusate ogni giorno, potreste aver bisogno di più di un mese perché il THC esca dal flusso sanguigno.

I test delle urine sono condotti in vari modi. Mentre alcuni datori di lavoro usano strisce che vengono immerse nelle urine per rilevare il THC, altri possono raccogliere il vostro campione e inviarlo al laboratorio. A seconda del vostro peso e della quantità di THC presente nel flusso sanguigno, i risultati possono essere positivi o negativi. I test delle urine sono più comuni rispetto ad altri tipi di test.

Sangue

Anche se gli esami del sangue non sono così comuni come gli esami delle urine, alcuni datori di lavoro possono fare affidamento su di essi. Anche in questo caso, i risultati possono variare da un individuo all'altro. Il fatto è che gli esami del sangue, tuttavia, non sono affidabili come quelli delle urine.

Gli esami del sangue sono considerati invasivi ed è anche per questo che non vedrete molti datori di lavoro utilizzarli. Il THC è imprevedibile e può rimanere o uscire dal flusso sanguigno a seconda del vostro stile di vita. Alcuni metaboliti della cannabis possono rimanere nel sangue per più di un mese a volte.

Per gli utenti occasionali, gli esami del sangue non sono davvero un motivo di preoccupazione, dato che il THC impiega solo 3-4 giorni per uscire dal flusso sanguigno. Rispetto agli esami del sangue, gli esami delle urine sono più affidabili. Così, vedrete molte istituzioni e datori di lavoro insistere sull'esame delle urine piuttosto che su quello del sangue.

Allora, cosa succede quando si fuma cannabis? Beh, il THC entra nel flusso sanguigno in pochi secondi. Per i consumatori pesanti, vedrete tracce di THC nel sangue per più di 30 giorni. Tuttavia, potrebbe non esserci affatto THC anche se si usa cannabis per 4-5 volte a settimana. Questo perché il THC può dissolversi nei tessuti adiposi ed essere eliminato senza lasciare traccia. Inoltre, il THC esce dal sistema quando ci si abbandona a un allenamento o se si suda semplicemente. Quindi, gli esami del sangue non sono molto affidabili. Inoltre, è costoso rispetto ad altri test, quindi non ha senso per i datori di lavoro usare gli esami del sangue.

Ecco un video per aiutarvi a capire meglio quando il THC esce dal sistema

Test del capello

Rispetto ai test della saliva, del sangue e delle urine, i test dei capelli rilevano il THC anche se hai fumato uno spinello 90 giorni fa! I test del follicolo pilifero sono utilizzati per rilevare molti altri farmaci e droghe. I datori di lavoro raramente chiedono i test dei capelli, ma nel caso in cui insistano su di essi, dovrete dare loro i vostri campioni di capelli e i risultati saranno noti in un solo giorno.

Per questo test, un collezionista rimuoverà almeno 100 capelli dalla corona della vostra testa. Se sei calvo o ti sei rasato la testa, prenderanno invece dei campioni di peli del tuo corpo. Una volta che fumate o ingerite cannabis, il THC può entrare facilmente nei follicoli piliferi. Rimarrà nei follicoli per più di 90 giorni anche se i vostri capelli si allungano.

Six Shooter Auto
5 out of 5
Ha prodotto una resa massiccia di 213 grammi in sole 12 settimane da semina a raccolta. Molto al di là delle mie aspettative.
CiccioGamer.
Verified customer
Reviewed 10 novembre 2020

Sia che laviate i capelli con diversi shampoo o colorate i capelli, il test dei capelli rileverà il THC. Poiché ci sono kit disponibili nei negozi locali, il vostro datore di lavoro potrebbe utilizzarli. Se siete davvero preoccupati per il test, potete ordinare voi stessi un kit per capire se il THC è presente nei vostri follicoli piliferi.

Non importa quale test vi venga chiesto di fare, ricordate che non è solo il THC ma anche i metaboliti che vengono effettivamente rilevati. Se vi mantenete in forma ed esercitate molto di più, il THC può a volte uscire dal vostro sistema, ma non succederà molto velocemente. Poiché i test delle urine sono i più comuni, potete stare lontani dalla cannabis almeno per 15 giorni per assicurarvi che non si manifesti nei test.

Inoltre, ricordate che più potente è la vostra cannabis, maggiori sono le possibilità che il THC si manifesti nei test. La buona notizia è che oggi sono disponibili molti rimedi per la disintossicazione, ma assicuratevi di capire come funzionano, perché la maggior parte di essi non sono approvati e sono semplicemente inutili.

 

 

 

 

06 November 2020
Comments