FastBuds seedbank #1 with 9695 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10011 diaries on GrowDiaries

Come Far Crescere Una Pianta di Marijuana Aumentando la Produzione di THC

Scopri come far crescere i buds con il THC più alto in questo articolo.
30 October 2020
5 min read
Come Far Crescere Una Pianta di Marijuana Aumentando la Produzione di THC

Contenuti:
  • 1. Perché e come aumentare il thc?
  • 2. Come aumentare il thc
  • 2. a. Qualità genetiche
  • 2. b. Salute della pianta
  • 2. c. Quantità di luce
  • 2. d. Utilizzare tecniche di training
  • 2. e. Raccogliere al momento giusto
  • 2. f. Usare vasi di grandi dimensioni
  • 2. g. Defogliazione

Se vuoi sapere come far crescere una pianta di marijuana e stimolare fioritura e produzione di THC, abbiamo qualche consiglio che può tornarti utile.

Uno dei motivi principali per cui si fuma cannabis è quello di godere dell’euforia e dell’allegria che questa scatena in chi la assume.

Tuttavia, è bene sapere che non tutte le varietà di cannabis producono lo stesso effetto e non sempre allo stesso livello, per cui i coltivatori sono sempre alla ricerca di modi per aumentare il THC. 

Non è un gioco da ragazzi, ma si può fare, quindi oggi ti insegneremo come far crescere una pianta di marijuana e aumentare il THC nelle tue piante di cannabis.

1. Perché e Come Aumentare il THC?

Photo by David Kardinez from Pixabay

Quasi tutti i fumatori amano il Tetraidrocannabinolo (THC), quindi maggiore è la quantità contenuta nella pianta, maggiore sarà l’apprezzamento dei consumatori.

Ci sono diversi modi per aumentare il THC nelle piante che si coltivano in casa.

2. Come aumentare il THC

Ci sono diversi modi per aumentare il THC nelle piante che si coltivano in casa. E, includono:

Qualità genetiche

Fastbuds Blackberry - ThatoneAKguy

Partiamo dalle basi: acquistare dei semi che garantiscono la produzione di elevate quantità di THC ti farà avere metà del lavoro già fatto.

Il modo in cui coltiverai le piante, poi, contribuirà a determinare ulteriormente i livelli di THC.

In genere, i principianti producono raccolti con basso contenuto di THC, perché hanno poca esperienza.

La Gorilla Glue è abbastanza famosa per i suoi effetti: alcuni test rivelano che presenta il 24% di THC con bassi livelli di CBD ed è questo il tipo di prodotto che dovresti cercare, mentre un altro strain che dà un tocco di classe è Girl Scout Cookies

La cosa importante, però, è informarti sui livelli di THC delle varietà.

Salute della pianta

Una volta acquistati i semi giusti, sarà tuo compito prenderti cura della salute della pianta.

Infatti, se ben curate, le piante dalla genetica giusta arrivano a produrre elevati livelli di THC.

Per assicurarti che la tua pianta sia sana, devi prima di tutto curarne le radici. 

Iniziate scegliendo dei buoni vasi, che aiutino le radici a respirare e a ramificarsi: i vasi intelligenti e gli airpot sono perfetti per questo, perché sono progettati per arieggiare le radici.

Ricorda di non esagerare con l'acqua: non innaffiare troppo, perché le piante di cannabis con le radici sempre bagnate appassiscono e muoiono o producono piccoli raccolti con poco o nessun THC.

Quantità di luce

Le piante di cannabis amano la luce e non possono farne a meno. 

Gli autofiorenti, per esempio, crescono anche con 12 ore di luce, ma noterete un'enorme differenza se fornirai loro 18 ore di luce e 6 ore di buio. 

Alcuni coltivatori seguono il ciclo di luce 24 ore su 24, ma non è necessario: come gli esseri umani, le piante hanno bisogno di un po' di riposo e molta luce potrebbe scoraggiare il loro progresso!

In genere, ricorda che le piante di cannabis producono elevate quantità di THC quando ricevono un'ampia luce.

Oggi, sul mercato c’è un’enorme varietà di luci disponibili tra cui scegliere: ti basterà leggere le istruzioni del produttore e fare attenzione alla potenza della luce. 

Tiene presente che maggiore è il wattaggio e più la luce sarà forte, ma ricorda di acquistare le luci anche in base allo spazio che hai a disposizione.

Inoltre, assicurati di installare lampade con luce UV al loro interno: molti LED hanno questa opzione insieme agli infrarossi. 

Di solito, le piante si accontentano di circa 40-50W di luce per metro quadro.

Utilizzare tecniche di training

Smoothie Auto

Usare tecniche di training serve per stressare la pianta e, se ti stai chiedendo perché dovresti stressare la tua, la risposta è molto semplice: perché le piante di cannabis producono più THC quando sono stressate.

Per aumentare ulteriormente la condizione di stress, puoi anche ridurre l’irrigazione: questo aumenterà la produzione dei tricomi.

Puoi iniziare con la tecnica di topping, continuare con il FIMming e poi combinarle con la LST, il che porterà la pianta a produrre più resina, al punto che le foglie sembreranno una sorta di cristalli ricoperti di zucchero!

Mentre il topping è un processo in cui si taglia la parte superiore della pianta dopo che questa produce 2-3 serie di foglie vere, anche il FIMming produce risultati simili. 

In questo modo, non solo contribuirai ad aumentare il numero di cole, ma aumenterà anche la produzione di resina.

Quando si usa LST o Low Stress Training insieme al topping, i risultati possono essere drammatici, quindi non esagerare e assicurati che tutte le parti della pianta ricevano più luce. 

Piegando le cime della pianta verso i lati del contenitore, anche i popcorn buds in fondo alla pianta ricevono più luce.

Lemon AK Auto
5 out of 5
Lemon ak 13ª settimana di fioritura Complimenti per questa varietà Altezza 170 cm Raccolto 300 gr asciutti Topping al 5º internodo
Giovanni P. .
Verified customer
Reviewed 15 ottobre 2020

È fondamentale ricordare che non bisogna stressare troppo la pianta, altrimenti non solo si ostacolerà la crescita, ma si ridurrà anche il THC.

Puoi anche diminuire l'umidità della grow room, in modo che produca molta più resina per proteggersi dalle dure condizioni ambientali. 

In natura, le piante di cannabis producono più resina per proteggersi: se si applica la stessa logica mentre si stressano le piante, è garantita una maggiore produzione di THC.

Raccogliere al momento giusto

Blackberry by ThatoneAKguy

Le piante di cannabis producono molto THC, se si procede alla raccolta al momento giusto

Per sapere quando raccogliere, guarda attentamente i tricomi della pianta: all'inizio, dovrai guardare i pistilli, ma man mano che la pianta matura, i pistilli che sembrano chiari all'inizio diventano bianchi fino a diventare ambrati durante le ultime fasi.

Quando i pistilli diventano bianchi, usa un microscopio per controllare contemporaneamente i tricomi; molti coltivatori usano anche una lente da gioielliere. In generale, qualsiasi microscopio in grado di zoomare da 30 a 100x andrà benissimo.

Così, guardando i tricomi, quando saranno chiari, dovrai tenerli d'occhio ogni due giorni: appena i tricomi iniziano ad apparire un po' lattiginosi, vorrà dire che la pianta è maturata.

È necessario controllare diversi punti delle cime, perché di solito le cime maturano molto prima delle altre parti della pianta, perché ricevono più luce rispetto al resto della pianta. 

Una volta che i tricomi appaiono opachi o bianco latteo, puoi iniziare a raccogliere, facendo attenzione a non aspettare troppo tempo, altrimenti la lattiginosità diventa ambrata e il THC viene scomposto in CBN. 

Se vedi la maggior parte dei tricomi diventare opachi, significa che il THC è al massimo.

Usare vasi di grandi dimensioni

Un altro trucco per aumentare le rese è aumentare la produzione, ovviamente.

Ciò puoi farlo aumentando la dimensione dei vasi, magari utilizzando vasi con capacità di 11 litri di terriccio o addirittura vasi da 20 litri.

Più spazio avranno le tue piante, maggiore sarà la produttività.

Defogliazione

Fai attenzione anche a procedere alla defogliazione, quando necessario.

Infatti, rimuovere dalla pianta le foglie che stanno morendo permetterà alla pianta di concentrare più energia sulla crescita delle infiorescenze.

È importante farlo durante la fase di fioritura, quando l’energia viene impiegata dalla pianta per far crescere i fiori, mentre dovresti evitare questo procedimento durante la fase vegetativa, per non inibire la crescita.

Inizia dal fondo ed elimina man mano le foglie ingiallite e appassite.

In conclusione, si tratta di semplici consigli per sapere come far crescere una pianta di marijuana, se vuoi ottenere maggiori quantità di THC.

Puoi applicare tutti questi piccoli espedienti, ma fai attenzione a scegliere ceppi che hanno già dimostrato di produrre più THC, così da partire avvantaggiato nella tua coltivazione.

 

30 October 2020