Excellent 4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot
4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot

Quanto Tempo Impiegano le Autofiorenti dal Seme alla Raccolta?

Quanto tempo impiegano le auto a fiorire e una breve panoramica del loro ciclo vitale.
28 April 2020
6 min read
Quanto Tempo Impiegano le Autofiorenti dal Seme alla Raccolta?

Contenuti:
  • 1. Germinazione canapa: l’importanza della temperatura
  • 2. Il ciclo di vita delle autofiorenti: dalla germinazione canapa al raccolto
  • 2. a. Settimana 1
  • 2. b. Settimana 2
  • 2. c. Settimana 3
  • 2. d. Settimana 4
  • 2. e. Settimana 6
  • 2. f. Settimana 7
  • 2. g. Settimana 8
  • 2. h. Settimana 9
  • 2. i. Settimana 10
  • 3. Metodi di germinazione canapa
  • 4. Germinazione canapa: in conclusione

Le specie di cannabis autofiorenti hanno cambiato il modo di coltivazione indoor o outdoor, in quanto queste non dipendono da cicli di luce specifici. 

Dal momento in cui viene piantato il seme fino al raccolto, infatti, le autofiorenti iniziano a fiorire a prescindere dalla stagione in cui ci si trovi.

Proprio per questa loro caratteristica, si tratta di piante che richiedono poca manutenzione e che si presentano come altamente resistenti.

Durante la fase di germinazione canapa, il rischio di fallimento è elevato, soprattutto se non si calcolano accuratamente le tempistiche.

Quindi, se vi state chiedendo quale sia il tempo di germinazione della canapa, abbiamo pensato di fornirvi alcune indicazioni in tal senso.

In questo articolo, infatti, spiegheremo quali aspetti considerare nella coltivazione di autofiorenti e i suoi benefici, illustrandone il ciclo di vita, suddiviso settimana per settimana.

1. Germinazione Canapa: L’importanza Della Temperatura

Tra tutti i fattori da considerare, la temperatura riveste un ruolo fondamentale.

Infatti, i semi utilizzano la temperatura per capire quando è tempo di germogliare, per cui si devono ricordare alcuni aspetti fondamentali, in particolare:

  • la temperatura ideale è tra 22° e 25°C e l'ambiente di coltivazione dovrebbe essere umido, ma mai bagnato;
  • l'intervallo di umidità relativa ideale è tra il 70 e il 90%;
  • i semi prediligono la luce fluorescente e devono essere manipolati il meno possibile.

Inoltre, i fattori ambientali che permettono lo sviluppo della prima radice a fittone sono: calore, umidità e oscurità

2. Il Ciclo Di Vita Delle Autofiorenti: Dalla Germinazione Canapa al Raccolto

Questa guida si basa su una cultivar autofiorente, che impiega 10 settimane, ossia il tempo medio da seme a raccolto dei semi di cannabis autofiorenti.

Settimana 1

Durante le prime fasi della crescita, la piantina crescerà fino ad un pollice, producendo la sua prima serie di foglie.

A questo punto, la radice crescerà verso il basso, ancorandosi alla base del vaso. 

Se coltivate nel terreno, le piantine possono essere alimentate con acqua semplice o con una soluzione nutritiva delicata per le radici.

Suggerimento per la coltivazione: la prima settimana è un periodo molto delicato e le piantine dovrebbero essere curate in modo particolare, soprattutto se piantate direttamente all'aperto in un clima caldo o freddo.

Ciclo di vita della tua pianta di cannabis: 3-4 settimane - fase vegetativa; dopo 4 settimane - fase di fioritura
 

Settimana 2

Dopo 7 giorni, le piantine inizieranno a crescere in altezza, aumentando le dimensioni delle foglie a ventaglio. 

Durante questo periodo, le piante sono in uno stato vegetativo, quindi faranno affidamento su azoto, fosforo e potassio, nonché su oligoelementi per favorire lo sviluppo delle foglie, la produzione dei fusti e la produzione delle radici.

Suggerimento per la coltivazione: il terreno organico avrà tutti i nutrienti primari e gli oligoelementi necessari ad una pianta di cannabis per far fronte alle fasi iniziali. 

Settimana 3

Entro la terza settimana, le piante saranno cresciute rapidamente, con germogli tra gli internodi, i quali andranno a svilupparsi in rami di latifoglie. 

Le foglie a ventaglio assumeranno grandi dimensioni e, a seconda della cultivar autofiorente scelta, la struttura di crescita sarà cespugliosa o presenterà una cima centrale principale.

Suggerimento per la coltivazione: questo è un buon momento per eseguire tecniche di training delle piante, come legatura, super-ritaglio, potatura e, in alcuni casi, cimatura e fimming.

Settimana 4

Una volta che le piante autofiorenti avranno raggiunto i 28 giorni di vita, in alcuni casi potrebbero raggiungere un'altezza che va dai 30 ai 45 cm

La struttura di crescita sarà ben consolidata, con la spaziatura internodale che andrà ad estendersi sempre di più con il passare delle settimane. 

Durante questo periodo, le piante subiranno un cambiamento ormonale che le condurrà alla fioritura.

A questo punto, si consiglia di ridurre la quantità di azoto, poiché le piante avranno bisogno di fosforo e potassio per sviluppare prefiori e steli forti e rami laterali, in preparazione di un raccolto abbondante. 

Gli ibridi a predominanza sativa dovrebbero essere legati, se l'altezza dovesse rappresentare un problema.

Suggerimento per la coltivazione: è un'ottima idea aggiungere supporti per il sostegno della pianta, come pali di bambù o un traliccio di rete da avvolgere intorno. 

Settimana 5

Alla quinta settimana, si è a metà del ciclo di crescita delle piante, in cui potrete notare come la pianta cresca in altezza, cespugliosa e con un'elevata resistenza ai forti venti.

I prefiori crescono in abbondanza con la produzione di resina che si forma intorno ai pistilli, ai calici e alle foglie circostanti. 

A seconda della cultivar scelta, le piante saranno alte dai 60 agli 80 cm, con crescita di nuovo fogliame in ogni sito internodale.

I pre-fiori possono essere trovati tra gli internodi e mentre la pianta si sviluppa durante le settimana 4 e successive.
 

Suggerimento per la coltivazione: se avete usato una tecnica di training sulle vostre piante o uno schermo, potrete controllare facilmente l'altezza delle piante.

Settimana 6

Entro il giorno 42, le piante inizieranno a riempirsi e ad assumere un aspetto accatastato e grosso

La spaziatura internodale si riempirà di fiori e la crescita in altezza delle piante inizierà a rallentare, poiché tutta l'energia sarà impiegata per la produzione di fiori

La resina comincerà a formarsi molto rapidamente, ricoprendo le cime e con un’altezza variabile tra i 70 e i 125 cm.

Suggerimento per la coltivazione: a questo punto, le piante avranno bisogno di frequenti quantità di soluzione nutritiva. L'utilizzo di booster ed enzimi supplementari può essere una soluzione utile per aumentare ulteriormente la produzione di fiori e resina.

Settimana 7

Quando le vostre piante autofiorenti si avvicineranno al quarantanovesimo giorno, la struttura sarà molto densa e compatta, con cime che si gonfiano ad ogni internodo. 

Anche l'aroma sarà molto più accentuato e, spremendo un bocciolo, le vostre dita saranno ricoperte da uno strato di resina appiccicosa. 

In questa fase, l'altezza totale delle piante sarà di circa 70-150 cm, a seconda della cultivar e del clima.

Suggerimento per la coltivazione: alcune cultivar necessitano di una maggiore quantità di nutrienti rispetto ad altre, per cui il consiglio è quello di fare bene attenzione a non sovralimentare le vostre piante, ma a controllarne l'aspetto con regolarità.

Settimana 8

Le cime inizieranno ad ingrassare e mostreranno segni di rigonfiamento, con una maggiore produzione di resina

Durante l’ottava settimana, le piante saranno alimentate con la loro ultima soluzione nutritiva, poiché saranno responsabili dell'utilizzo dei loro nutrienti di riserva, immagazzinati durante l’intero ciclo di vita.

Le piante avranno un aspetto grosso, pesante e pieno di peso e presenteranno foglie di zucchero fitte intorno ai boccioli.

Suggerimento per la coltivazione: i peli bianchi sulla pianta inizieranno a sbiadire fino a diventare marroni, indicando così che la maturazione si avvicina. La data del raccolto non va stimata sulla base del colore dei peli, ma è preferibile fare riferimento allo sviluppo dei tricomi, alla densità delle gemme e ai terpeni.

Settimana 9

Man mano che le piante si avvicinano alla data di raccolta, è bene incoraggiarle ad utilizzare la loro riserva di nutrienti

Infatti, le ultime due settimane sono note come periodo di lavaggio, in quanto le piante utilizzeranno le loro riserve di NPK e di oligoelementi. 

È normale che inizino a formarsi carenze e, anzi, ciò è un buon segno, perché significa che i nutrienti in eccesso si stanno esaurendo. 

Il calice della gemma si gonfierà, assumendo un aspetto rotondo e appuntito e lo sviluppo dei tricomi sarà al massimo, per cui sarà opportuno iniziare a controllare la maturità dei tricomi.

Suggerimento per la coltivazione: non è necessario aggiungere più acqua del normale o con maggiore frequenza. Sarà sufficiente attenersi semplicemente alla routine utilizzata finora.

Settimana 10

Una volta raggiunta la soglia delle 10 settimane, le piante autofiorenti saranno mature e pronte per essere raccolte: i boccioli saranno spessi come palline da golf e dovrebbero aver riempito ogni ramo e spazio internodale e i terpeni saranno più aromatici. 

A questo punto, potrete dare inizio al taglio e alla raccolta.

Suggerimento per la coltivazione: a questo punto, le piante mostreranno molti colori diversi, tra cui i colori di fine stagione, come viola, rosa e magenta.

3. Metodi di Germinazione Canapa

Per far arrivare a germinazione la canapa, è possibile scegliere tra diversi metodi, quali:

  • la tecnica del bicchiere d’acqua, che rappresenta il metodo forse meno efficace e che consiste nel riempire per metà un bicchiere con acqua ad una temperatura di circa 22 gradi;
  • la tecnica del tovagliolo di carta inumidito, il metodo più utilizzato e che conosce diverse varianti, che prevedono la sostituzione del tovagliolo di carta con batuffoli di cotono o con carta assorbente;
  • piantare i semi direttamente nel terreno, così da evitare di maneggiare e spostare i semi quando sono fragili;
  • la tecnica dei cubi in lana di roccia.

Benefits of choosing to grow autoflowering strains
 

4. Germinazione Canapa: In Conclusione

Grazie alla robustezza e all'elevata resistenza all'oidio, alla muffa, ai climi caldi e freddi, le piante di cannabis autofiorenti sono la soluzione ideale per coltivare fiori di prima qualità.

Dunque, il periodo che va dall’inizio della coltivazione e il raccolto varia anche in base alla cultivar scelta.

Infatti, optando per cultivar a fioritura super veloce, come la nostra Lemon Pie Auto, è possibile procedere al raccolto ogni 8 settimane, mentre, in caso di coltivazioni outdoor curate durante tutto l'anno, il raccolto cannabis può aversi tra le 8 e le 10 settimane, a seconda della cultivar coltivata.

In conclusione, il tempo medio dalla germinazione al raccolto, quindi il tempo che impiega un seme autofiorente per crescere e raggiungere il momento del raccolto, è di circa 75 giorni.

 

28 April 2020