Excellent 4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot
4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot

Miglior Ciclo Luminoso Per La Cannabis Durante La Fase Vegetativa

La quantità di luce che la cannabis riceve in questa fase avrà un impatto diretto sulla salute e sulle cime.
09 August 2022
8 min read
Miglior Ciclo Luminoso Per La Cannabis Durante La Fase Vegetativa

Contenuti:
  • 1. Qual è il ciclo di luce nella cannabis vegetativa?
  • 2. Ciclo luminoso per la fase vegetativa all'aperto
  • 2. a. Piante fotoperiodiche
  • 2. b. Piante autofiorenti
  • 3. Ciclo luminoso per la fase vegetativa indoor
  • 3. a. Piante fotoperiodiche
  • 3. b. Piante autofiorenti
  • 3. c. Spettro luminoso per le piante in fase vegetativa
  • 4. Diversi cicli di luce
  • 4. a. Che dire degli autofiorenti?
  • 5. In conclusione

La giusta quantità di luce nella fase vegetativa ha la capacità di preparare la pianta a sostenere la gemma, facendola crescere sempre più sana. Non riuscire a fornire una buona quantità di luce si tradurrà in una pianta infelice che sarà più incline a malattie e insetti. La giusta quantità di luce nella fase vegetativa ha la capacità di preparare la pianta a sostenere il germoglio, facendola anche crescere di più e più sana.

1. Qual è il ciclo di luce nella cannabis vegetativa?

La luce è estremamente importante per le piante nella fase vegetativa perché è ciò che usano per fotosintetizzare e crescere robuste e sane, quindi se ottengono più luce, crescono meglio e maggiormente.

Generalmente, il ciclo di luce più comune per lo stadio vegetativo è 18/6 (luce / oscurità) ma può essere qualsiasi combinazione di luce e oscurità (come 20/4, 19/5, 17/7) purché tu non fornisca più di 12 ore di buio al giorno in quanto ciò attiverà la fioritura.

 

Cicli di luce per la fase vegetativa della cannabis

 Cicli di luce per la fase vegetativa della cannabis.

Tieni presente che dare meno luce alle tue piante li farà sviluppare più lentamente e se non sei così esperto, dovresti seguire il ciclo di luce 18/6 e dare loro più luce (come 20/4) se conosci la tua pianta posso prenderlo.

Ma in generale, gli orari di luce più comuni per le piante di cannabis in vegetazione sono:

  • 18 ore di luce e 6 ore di buio per le foto e le auto;
  • Oppure 20 ore di luce e 4 ore di buio, ma solo per le auto.

Non sempre dare loro più luce porterà a uno sviluppo più veloce o più e puoi danneggiare o stressare davvero la tua pianta facendo questo, facendoli diventare ermafroditi o mostrando altri sintomi di stress da calore.

2. Ciclo luminoso per la fase vegetativa all'aperto

Piante fotoperiodiche

Quando cresci outdoor, il ciclo della luce dipenderà esclusivamente dalla stagione in cui ti trovi. Ogni stagione ha una quantità diversa di ore di luce e oscurità, e questo influenzerà enormemente quando puoi iniziare a coltivare le tue piante di cannabis fotoperiodiche. Ad esempio, in California, abbiamo i seguenti cicli di luce durante l'anno:

 

WinterDecember (9/15)January (10/14)February (11/13)
SpringMarch (12/12 of light)April (13/11 of light)May (14/10)
SummerJune (14:30/9:30)July (14/10)August (13/11)
AutumnSeptember (12/12)October (11/13) November (10/14)

 

Ciò significa che quando cresci all'aperto devi conoscere la quantità di luce e oscurità che riceverai nei prossimi due mesi, in modo che la tua pianta si sviluppi come desideri.

 

Ciclo di luce per la cannabis vegetativa all'aperto

Quando cresci all'aperto, il ciclo della luce dipenderà esclusivamente dalla stagione in cui ti trovi.
 

Nota: tieni presente che le informazioni sopra riportate sono esclusive della California, dovresti ottenere informazioni su come sono nella tua zona. Tali informazioni possono essere facilmente reperite su Internet.

Piante autofiorenti

Dall'altro lato, le piante autofiorenti non hanno uno stadio vegetativo e iniziano a fiorire direttamente dal seme, non a seconda di un ciclo luminoso per farlo. Ciò significa che puoi coltivare varietà autofiorenti all'aperto tutto l'anno. Sebbene la quantità di luce e altri fattori come l'umidità e la temperatura possano influenzare lo sviluppo della tua pianta, sicuramente vegeteranno e si svilupperanno correttamente all'aperto in qualsiasi momento, prima della fioritura.

3. Ciclo luminoso per la fase vegetativa indoor

Piante fotoperiodiche

Come forse saprai, quando coltiviamo indoor siamo responsabili del mantenimento di tutti gli elementi dell'ambiente, all'inizio, può essere un po 'difficile, ma quando diventiamo più esperti può avere vari vantaggi.

Come abbiamo detto sopra, la cannabis fotoperiodica dipende esclusivamente dalla quantità di luce e oscurità per iniziare a fiorire, il che può essere difficile per i nuovi coltivatori all'aperto, ma quando coltiviamo indoor, abbiamo il pieno controllo di tutto, incluso il ciclo luminoso.

 

Finché manterrai le tue piante in un 18/6 (o altre combinazioni con non più di 12 ore di oscurità) continueranno a crescere.
 

A differenza della cannabis autofiorente, le piante fotoperiodiche indoor possono vegetare a lungo e fioriranno solo quando cambiamo il ciclo di luce. Questo ci consente di vegetare le nostre piante tutto il tempo che vogliamo e poi di portarle allo stadio di fioritura quando abbiamo raggiunto i nostri obiettivi nella fase vegetativa.

Piante autofiorenti

La cannabis autofiorente fiorirà indipendentemente dalla quantità di oscurità che ottengono. Ovviamente, dare loro troppa poca luce come un ciclo di luce 5/19 li renderà seriamente sottosviluppati ma fioriranno meno.

I coltivatori più esperti possono sperimentare diversi cicli di luce, alcuni addirittura affermano di aver ottenuto i migliori risultati dando ai loro autofiorenti 24 ore di luce ininterrotta. Ti incoraggiamo anche a sperimentare, ma tieni presente che troppa o troppa poca luce può stressare le tue piante.

 

Orari di luce per la cannabis autofiorente.
 

Diversi cicli di luce con cannabis autofiorente sono anche usati per risparmiare elettricità, dando alla tua pianta un po 'meno di luce (come un 16/8) si sommerà a una quantità importante alla fine di ogni ciclo. Anche se può influire sulla resa, rimuovere solo 2 ore di luce al giorno non dovrebbe fare una grande differenza sulla pianta e può farti risparmiare un paio di dollari.

Se sei nuovo nella coltivazione della cannabis e vuoi ottenere il massimo dal tuo raccolto, inizia con un ciclo luminoso di 18/6 e dopo aver acquisito un po 'di esperienza, sarà più facile capire i segni della tua pianta e puoi iniziare a sperimentare con altri cicli di luce.

Spettro luminoso per le piante in fase vegetativa

Oltre al programma di illuminazione, è anche importante fornire lo spettro luminoso "corretto" affinché la cannabis in fase vegetativa cresca come dovrebbe; ora, non c'è uno spettro luminoso migliore o il miglior led per la crescita vegetativa perché ogni spettro e apparecchio di illuminazione ha i suoi effetti sulle piante di cannabis, ma ce ne sono sicuramente alcuni che possono essere più utili di altri a seconda dello stadio in cui si trova la vostra pianta.

Quando coltivate all'aperto, le vostre piante ricevono la luce dal sole, che in realtà ha uno spettro completo, ma, per esempio, durante la primavera e l'estate è possibile che la vostra pianta riceva più dello spettro blu, perché la luce prende un percorso più diretto per raggiungere le vostre piante, il che promuove una crescita più sana della materia verde.

 

Puoi coltivare le piante sotto qualsiasi spettro di luce, ma fornire quello migliore per ogni fase porterà a una migliore crescita delle piante.
 

E, con l'avvicinarsi dell'autunno, il sole è più vicino e, di conseguenza, le tue piante riceveranno più dello spettro rosso che promuove l'allungamento e la produzione di gemme; questo significa che, tenendo traccia dello spettro durante le stagioni, potrai pianificare il tuo ciclo di crescita per ottenere la migliore crescita possibile delle piante, utilizzando il diverso spettro per controllare come crescono le tue piante.

Ma non tutte le lampade per interni forniscono uno spettro completo, quindi se sei un coltivatore indoor, dovrai procurarti un LED a spettro completo o combinare le lampadine MH e HPS per ottenere la crescita ideale delle piante.

Tuttavia, in realtà non è necessario fare questo, è possibile coltivare le vostre piante dal seme al raccolto sotto qualsiasi apparecchio di illuminazione fino a quando i risultati sono abbastanza buoni per voi. Anche se è altamente raccomandato, non è essenziale fornire uno spettro completo per ottenere una buona crescita delle piante, basta avere in mente che per ottenere i migliori risultati si dovrebbe fornire uno spettro completo e sintonizzarlo secondo il tuo obiettivo e il ceppo specifico perché tutti i ceppi sono diversi e possono crescere leggermente diverso sotto lo stesso spettro di luce.

4. DIVERSI CICLI DI LUCE

I coltivatori di solito coltivano con un ciclo di luce di 18/6 durante la fase vegetativa, ma alcuni preferiscono un ciclo di luce di 20/4, che funziona benissimo, ma non è consigliabile fornire 24 ore di luce durante la fase vegetativa perché può stressare alcune varietà. Tieni presente che le radici delle piante di cannabis crescono e si sviluppano maggiormente di notte (o quando le luci sono spente), quindi è importante dare alle piante almeno 4 ore di buio. Ricordati che dovresti passare a 12/12 solo quando ritieni che le tue piante siano pronte per la fioritura, poiché le varietà di cannabis a fotoperiodo inizieranno a fiorire una volta che il ciclo di luce sarà passato a 12/12.

Una volta che le piante sono pronte per iniziare la fioritura, puoi procedere a regolare il timer per passare da 18/6 o 20/4 a 12/12, ma ricordati di farlo all'inizio del ciclo di buio e di controllare che le luci si accendano e si spengano al momento giusto per verificare che tutto funzioni correttamente. Dopo aver verificato che il timer funziona correttamente, si tratta solo di aspettare.

CHE DIRE DEGLI AUTOFIORENTI?

Gli autofiorenti sono diversi dai fotoperiodi perché non dipendono dal ciclo di luce per innescare la fioritura. Questo può essere un enorme vantaggio, in quanto gli autofiorenti crescono e fioriscono con lo stesso ciclo di luce fin dalla semina, 18/6, 20/4 o 24/0. Questo significa che puoi avere autofiorenti in diversi stadi di crescita che crescono nella stessa tenda e non dovrai preoccuparti di cambiare il ciclo di luce o altro ma, d'altro canto, non potrai prolungare la loro fase vegetativa se vuoi che crescano un po' di più perché gli autofiorenti (come suggerisce il nome) fioriscono automaticamente, il che significa che iniziano a fiorire in base alla loro età.  Quindi ricorda sempre di sapere esattamente di quante ore di luce e di buio ha bisogno la tua pianta per evitare stress e piante potenzialmente ermafrodite!

5. In conclusione

Lo stadio vegetativo della cannabis è estremamente importante. In questa fase la cannabis sta accumulando forza per essere in grado di supportare tutte le gemme nella fase di fioritura. Non c'è niente come il miglior ciclo di luce per la fase vegetativa, il ciclo di luce dipenderà da molti fattori che sono individuali per ogni stanza di coltivazione. È fondamentale dare la quantità di luce e sostanze nutritive di cui ha bisogno in modo che possa svilupparsi correttamente ed essere pronta per la fase successiva. Anche se dipende principalmente dalla genetica, la quantità di luce che la tua pianta sarà in grado di ricevere è un fattore decisivo per la quantità e la qualità dei fiori che produrrà.

Basta ricordare che tutte le piante di cannabis sono diverse e ciò che funziona per una specifica pianta potrebbe non risultare nella stessa crescita e resa con un'altra, questo perché i seguenti elementi influiscono direttamente sulla crescita della pianta:

  • Nutrienti;
  • Spettro luminoso;
  • Substrato;
  • E le condizioni generali di crescita.

Regolarli e controllarli da vicino è il modo migliore per fornire le condizioni ideali per la crescita delle tue piante, ma se state cercando di ottenere il massimo da ogni singola pianta, dovresti regolare le condizioni di coltivazione in base a come reagiscono le tue piante, e questo può accadere anche con piante provenienti dallo stesso pacchetto di semi perché, come detto, tutte le piante sono diverse.

Anche se stai somministrando sostanze nutritive di buona qualità e coltivando sotto un LED a spettro completo, la tua pianta potrebbe comunque sottoperformare o semplicemente non raggiungere i tuoi obiettivi; puoi sicuramente iniziare con la stessa base per tutte le tue piante, ma assicurati di regolare ogni aspetto dell'ambiente di coltivazione, dal substrato alla temperatura (quando possibile), questo ti permetterà di ottenere i migliori risultati e vedrai un'enorme differenza non solo nella crescita delle piante ma anche nella resa e nella produzione di tricomi, quindi, quando possibile, cerca di conoscere le tue piante e come crescono, questo è l'unico modo per passare da un buon raccolto a uno perfetto.

Se non sai quale seguire, ti consigliamo di fornire un ciclo di luce 18/6 per le tue piante di cannabis nella fase vegetativa poiché questo ciclo ha dimostrato a molti coltivatori di funzionare davvero bene, permettendo alla pianta di svilupparsi correttamente.

 

 

Questo post è stato aggiornato di recente il 25 maggio 2021.

09 August 2022