FastBuds seedbank #1 with 9695 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10011 diaries on GrowDiaries

I Parassiti Più Comuni Delle Piante di Cannabis

Come ogni pianta, la cannabis può soffrire di parassiti, facilmente trattabili all' inizio, alcuni letali se procrastini
14 July 2022
12 min read
I Parassiti Più Comuni Delle Piante di Cannabis

Contenuti:
  • 1. Parassiti nella cannabis
  • 2. Afidi
  • 3. Moscerini dei funghi
  • 4. Insetti minatori
  • 5. Cocciniglie
  • 6. Ragnetto rosso
  • 7. Tripidi
  • 8. Mosche bianche
  • 9. Formiche
  • 10. Ragnetto bianco
  • 11. Metodi di controllo biologico dei parassiti per la cannabis
  • 11. a. Pesticidi sicuri e biologici che possono essere usati nella coltivazione della cannabis
  • 12. In conclusione

Come accade in natura, ci sono numerosi parassiti che possono attaccare la tua pianta di cannabis. Questi parassiti possono essere facili o impossibili da affrontare, a seconda della quantità e della gravità delle situazioni. Ecco alcune informazioni che possono aiutarti a gestirle.

1. Parassiti nella cannabis

Gli umani non sono i soli a godere del gusto unico della cannabis. Sfortunatamente, molti degli insetti che lo apprezzano possono rovinare la tua pianta di cannabis molto rapidamente. La prevenzione è la cosa più importante quando si ha a che fare con alcuni di essi. Se non siamo riusciti a prevenire il loro attacco, dovremo identificarlo, controllarlo ed eliminarlo molto rapidamente. È importante agire velocemente per evitare conseguenze a volte irreversibili. Di seguito sono riportati i parassiti più comunemente trovati sia indoor che outdoor. Tutti possono essere rilevati e trattati in anticipo senza conseguenze, ma se non trattati a lungo andare possono essere letali per le tue piante di cannabis.

2. Afidi

Gli afidi sono piccoli insetti bianchi e uno dei parassiti più scoccianti che incontrerai. Gran parte del problema è dato dalla loro piccola dimensione, in quanto è facile non notarli.

 

Afidi su pianta di Cannabis

Afide su foglia Cannabis.
 

Vivono nella parte posteriore delle foglie, drenando i nutrienti e riproducendosi molto rapidamente. Indoor, in un ambiente controllato, gli afidi possono rovinare un'intera coltura molto rapidamente.

Come Far Fronte?

Il modo migliore è prevenirli. Controlla regolarmente la presenza di afidi e se ne vedi anche solo un paio, rimuovili e spruzza un insetticida naturale come Neem Oil o qualsiasi altro insetticida organico e sicuro da usare.

3. Moscerini dei Funghi

I moscerini del fungo sembrano formiche nere con le ali. Amano mangiare la cannabis e possono causare molti danni agli steli e alle radici delle tue piante, anche nella fase larvale.

 

Moscerini della cannabis

Moscerini sulla pianta di cannabis.
 

Iniziano a mangiare alla base della pianta e poi si fanno strada nel sistema radicale, rallentando la crescita e influenzando il drenaggio del mezzo.

Come Far Fronte?

La cosa più importante da sapere è che i moscerini dei funghi hanno bisogno di terra bagnata per crescere. Il motivo più comune della loro presenza è perché si innaffia in eccesso. Anche se ci sono modi per sbarazzarsi di loro, andranno via se si lascia asciugare la parte superiore del terreno. Ma se li hai già, puoi usare trappole adesive, olio di neem o terra di diatomee per sbarazzartene.

4. Insetti Minatori

I minatori di foglie si riferiscono alla larva di qualsiasi insetto (mosche, scarafaggi, falene) che vive all'interno delle foglie di cannabis. Scaveranno attraverso la parte frontale delle foglie, danneggiando le cellule e drenando i nutrienti.

 

Minatori di foglie sulla pianta di cannabis

Minatori su Cannabis.
 

I sintomi sono generalmente molto facili da riconoscere: tracce bianche, marroni o gialle che corrono lungo la cima delle foglie. Il minatore di foglie adulto assomiglia a una mosca domestica o una formica con le ali, deposita le larve sotto le foglie e dopo che si schiudono, si nascondono all'interno.

Come far fronte?

I minatori sono davvero difficili da affrontare e poiché vivono dentro alle foglie, gli insetticidi non li uccideranno. L'unico modo per trattarlo efficacemente è rimuovere completamente le foglie colpite. Se non vuoi rimuovere l'intera foglia, puoi schiacciare la larva con le dita dove vedi i solchi.

5. Cocciniglie

Le cocciniglie sono piccoli insetti bianchi che vivono nell'angolo e anfratti della tua pianta di cannabis. Di solito, se non ce ne sono molti, non sarà un problema. Può diventare serio se la loro popolazione va fuori controllo.

 

Cocciniglie su Cannabis.
 

Il sintomo di una popolazione di cocciniglia diventa un problema quando iniziano a comparire palline bianche sul fogliame.

Come far fronte?

Se devi sbarazzartene, ci sono modi semplici per farlo. Se hai un numero limitato di bug meschini, puoi semplicemente rimuoverli manualmente. Ma se soffri di una vera infestazione, puoi usare l'olio di Neem o il succo di limone mescolato con un po 'd'acqua per sbarazzartene.

6. Ragnetto Rosso

I ragnetti rossi sono piccoli insetti che sembrano zecche e sono il problema più comune per i coltivatori di cannabis, si riproducono molto rapidamente e raggiungono la piena maturità in meno di una settimana. Il loro rapido tasso di riproduzione e maturità fanno sì che sia estremamente facile e veloce essere completamente infestati da queste piccole creature in un breve lasso di tempo. Questi acari si nutrono delle tue piante, succhiando nutrienti preziosi e clorofilla fino alla morte della pianta e possono distruggere molto velocemente l'intera piantagione se non vengono gestiti rapidamente.

Come far fronte?

I ragnetti rossi odiano il vento e il calore. La cosa migliore da fare è regolare la temperatura, far andare il ventilatore direttamente sulle tue piante e uccidere ogni ragno che puoi. Dopo aver rimosso la maggior parte di essi (o il più possibile), puoi iniziare a trattare con insetticidi per gli acari (preferibilmente biologici e sicuri per l'uomo e le piante).

7. Tripidi

Sebbene i tripidi siano insetti molto piccoli, possono essere un grosso problema. Sono insetti simili a vermi che hanno le gambe e possono avere le ali a seconda della loro età.

 

Tripidi su pianta di cannabis

Tripidi su Cannabis.
 

La loro principale fonte di cibo è il fiore stesso, il che significa che la tua pianta non maturerà correttamente e le ferite aperte potrebbero causare malattie alla tua pianta.

Come far fronte?

Come con la maggior parte dei parassiti, il modo migliore per gestire i tripidi è l'azione preventiva, controlla ogni paio di giorni per assicurarti che non vi siano segni di loro. Tuttavia, se hai già tripidi, puoi spruzzare la tua pianta con una miscela di acqua e olio di neem per sbarazzartene.

8. Mosche bianche

Le mosche bianche sono davvero piccoli insetti che hanno la capacità di volare per questo motivo possono infettare facilmente le piante circostanti.

 

Mosche bianche su piante di cannabis

Mosche bianche su piante di cannabis.
 

Vivono sul lato inferiore delle foglie di cannabis e si nutrono della materia vegetale, per questo motivo, possono infettare la tua pianta con malattie e lasciare ferite aperte che possono essere infettate da funghi.

Come far fronte?

Come con altri parassiti, la cosa migliore sarebbe impedire di averli mantenendo un ambiente in crescita pulito ed essere sempre alla ricerca di bug.

Se le tue piante soffrono già di mosche bianche, puoi creare un mix di acqua e aglio con cui spruzzare le tue piante. Questo scoraggerà le mosche bianche dal rimanere sulla tua pianta. Se questo non funziona, dovrai usare spray più aggressivi come Neem Oil o insetticidi naturali (o organici).

9. Formiche

Le formiche in realtà non influenzano la tua cannabis ma possono nutrirsi di altri parassiti, rendendoli un segno che qualcosa non va. Se vedi le formiche sulle tue piante, cerca altri parassiti che potrebbero danneggiare la tua cannabis.

 

Formiche sulla pianta di cannabis

Formiche sulla pianta di cannabis.
 

Le formiche in realtà non influenzano la tua cannabis ma possono nutrirsi di altri parassiti, rendendoli un segno che qualcosa non va. Se vedi le formiche sulle tue piante, cerca altri parassiti che potrebbero danneggiare la tua cannabis.

Come far fronte?

Trattare con le formiche può essere sorprendentemente facile. Eliminando gli altri parassiti che colpiscono la tua pianta, andranno naturalmente via. Se non lo fanno, spruzzare le tue piante con Neem Oil o altri insetticidi naturali andrà bene.

10. Ragnetto bianco

Come il ragnetto rosso, questi acari sono così piccoli che sono praticamente impossibili da individuare ad occhio nudo e possono persino essere difficili da vedere al microscopio. Quando gli acari stanno attaccando le tue piante, la nuova crescita può essere contorta e dall'aspetto "bagnato". Se la tua pianta viene attaccata durante la fioritura, i germogli possono diventare marroni e morire.

Il modo principale per individuarli è il danno che si lasciano alle spalle perché gli acari stessi sono troppo piccoli per essere visti. I loro sintomi possono essere confusi con eccessivo assorbimento, carenza di nutrienti o danni da calore.

Come far fronte?

Con gli acari, il modo migliore è di buttare via l'intera pianta. Se vuoi provare a trattarli, puoi applicare Neem Oil ogni paio di giorni per 5 o più settimane fino a quando non sono andati. Anche applicando pesantemente insetticidi, questi insetti sono davvero difficili da uccidere e, tuttavia, il modo migliore è quello di smaltire le piante colpite.

11. METODI DI CONTROLLO BIOLOGICO DEI PARASSITI PER LA CANNABIS

Esistono diversi modi per prevenire l'insorgere di un'infestazione di parassiti e per trattarla nel caso in cui si cada vittima di una piaga di parassiti volanti o striscianti. Le opzioni biologiche sono auspicabili perché sono meno aggressive per le piante e hanno meno effetti collaterali persistenti che possono influenzare la qualità e la resa del raccolto rispetto ai prodotti non biologici. La qualità del suolo (o di qualsiasi altro substrato colturale attualmente utilizzato per le colture di cannabis) ha un'influenza diretta sulla suscettibilità o sulla resistenza delle piante alle malattie e ai parassiti. Quindi, creando un ambiente il più sano possibile, si potrà prevenire qualsiasi problema in futuro e aumentare l'immunità naturale delle piante.

Ci sono poi gli emendamenti, gli additivi e gli insetti utili. Tutti questi elementi possono aiutare a prevenire e trattare eventuali problemi di parassiti che si possono incontrare durante la coltivazione! Tenete presente che se vi trovate di fronte a un'infestazione, dovreste fare tutto il possibile per eliminare gli insetti prima di usare i pesticidi. Spostando semplicemente la coltura all'aperto e dando una bella spruzzata con un tubo, ridurrete drasticamente il numero di insetti. È inoltre opportuno rimuovere le foglie o i germogli che presentano un numero elevato di infestazioni.

INSETTI BENEFICI

Sebbene abbiamo appena elencato tutti gli insetti da tenere ben lontani dalle vostre preziose signore, ci sono alcuni insetti che possono avere un impatto molto positivo. Non solo aiutano la qualità del terreno, ma forniscono anche un modo sicuro, naturale e totalmente privo di sostanze chimiche per tenere lontani gli insetti indesiderati, mangiando i piccoli bastardi! Quando si tratta di scegliere gli insetti giusti da introdurre nel vostro giardino, l'elenco è lungo. Ovviamente, se siete coltivatori all'aperto, liberare qualsiasi insetto benefico può essere uno spreco di tempo e denaro, perché molto probabilmente spariranno in un giorno o due. Quando si introducono insetti nel giardino indoor, è meglio conservarli in frigorifero per qualche ora prima, rilasciarli a luci spente, bagnare prima le piante e aggiungerli vicino a una fonte di cibo, ad esempio gli insetti di cui si vuole che si nutrano.

COCCINELLA

Hippodamia convergens, altrimenti nota come coccinella comune, è uno degli insetti più amati nel mondo degli insetti. In realtà, si tratta di bestie feroci che non amano altro che divorare la maggior parte dei parassiti che noi coltivatori cerchiamo di tenere a bada. Si nutrono di acari, cocciniglie, mosche bianche, afidi, tripidi e formiche (tra gli altri). Quindi, se state lottando contro i parassiti dal corpo più tenero, prendete in considerazione l'idea di andare dal vostro fornitore di giardinaggio locale e prendere una scatola piena di coccinelle da rilasciare nel vostro giardino.

ALI VERDI

Le coccinelle verdi offrono molti degli stessi benefici delle coccinelle, ma sono pratiche perché di solito sono vendute sotto forma di larve e possono essere facilmente spedite direttamente a casa vostra. Tenete presente che le formiche amano mangiare le larve di cocciniglia, quindi non aggiungetele a un giardino in cui sono presenti formiche o, in generale, troppo vicino al livello del suolo.

MANTIDE PREGHIERA

Orius insidiosus, altrimenti nota come mantide religiosa comune. Anche in questo caso offre molti degli stessi vantaggi dei due precedenti, ma con un netto vantaggio. Una volta che tutti i parassiti esterni sono stati mangiati o eliminati, scavano nei germogli per trovare tutto ciò che è nascosto. Certo, questo può causare qualche lieve danno ai fiori stessi, ma cosa preferite? Boccioli infestati o leggermente danneggiati? Noi sappiamo quale sceglieremmo.

NEMATODI

I nematodi sono un gruppo di vermi parassiti così piccoli che per vederli è necessario un microscopio o almeno un lentino da gioielliere (per fortuna la maggior parte di noi ne ha uno in giro, giusto). Ne esistono diverse specie e poiché alcune possono essere molto distruttive per le coltivazioni di cannabis, è importante scegliere quella giusta. Una delle specie più vantaggiose per i coltivatori di erba è lo Steinernema feltiae. Uccidono gli ospiti indesiderati infettando l'insetto ospite, deponendo le uova al suo interno che poi si schiudono. Le larve mangiano letteralmente gli ospiti dall'interno e sono uno degli insetti benefici più efficaci del nostro elenco.  I nematodi sono più comunemente venduti sotto forma di uova in fiocchi inoculati che possono essere aggiunti al terreno di coltura in qualsiasi momento. Possono anche essere conservati in freezer fino al momento dell'utilizzo. Altri insetti che potreste voler esaminare sono i lombrichi, l'hypoaspis miles, i coleotteri rove, le cimici dei fiori insidiose e il delphastus catalinae.

PESTICIDI SICURI E BIOLOGICI CHE POSSONO ESSERE USATI NELLA COLTIVAZIONE DELLA CANNABIS

OLIO DI NEEM

L'olio di neem è uno dei pesticidi biologici più utilizzati per tutti i tipi di colture, cannabis compresa. Non solo aiuta a prevenire e trattare le infestazioni da insetti, ma combatte anche i problemi di muffa e funghi. Proviene dal frutto dell'albero di Neem, che cresce nel subcontinente indiano e nell'isola di Sri Lanka. Una delle cose migliori dell'olio di neem è che la maggior parte degli insetti benefici che vogliamo nel nostro giardino non sono assolutamente influenzati dalla sua applicazione e, sebbene abbia un livello di tossicità molto basso, è totalmente sicuro per l'uomo e gli altri animali (a patto che non lo si beva). L'olio di neem si usa preferibilmente come spray fogliare, ma non usatelo mai direttamente perché sarebbe troppo potente. Mescolate insieme:

  • 500 ml di acqua (l'acqua del rubinetto va bene)
  • un cucchiaino di olio di neem (5 MLS)
  • 3 o 4 gocce di sapone insetticida
  • Un nebulizzatore manuale (si trova in qualsiasi negozio di giardinaggio).

Si può usare dalla seconda settimana di crescita fino all'ultima settimana circa prima del raccolto. È possibile spruzzare l'intera pianta (durante la fase di crescita vegetativa) e assicurarsi di prestare particolare attenzione alla parte inferiore delle foglie, poiché è qui che molti insetti indesiderati vivono e depongono le uova. Durante la fase di crescita della fioritura, assicuratevi di non spruzzare i siti di germogliazione, poiché ciò può influire sulla qualità complessiva del prodotto finale. Non è pericoloso fumare le cime che sono state trattate con olio di neem, ma il sapore ne risentirà.

SAPONE INSETTICIDA

I saponi insetticidi sono prodotti completamente biologici derivati da oli vegetali e contenenti sali di potassio di acidi grassi. Si tratta di un pesticida di contatto, il che significa che non funziona come strumento di prevenzione e che perde rapidamente efficacia quando si secca. Funzionano per:

  • Sciogliendo il rivestimento protettivo e ceroso che ricopre molti degli insetti che cerchiamo di eliminare dalle nostre colture. Questo porta a un aumento dei livelli di disidratazione degli insetti.
  • Danneggia e penetra le membrane cellulari vere e proprie, causando la morte cellulare.
  • La maggior parte degli insetti respira attraverso i pori che ricoprono l'intero corpo. I saponi insetticidi bloccano questi pori.
  • Ciò fa sì che l'insetto che si sta cercando di combattere muoia entro pochi minuti dal contatto con il sapone. Di solito sono disponibili in flaconi spray e possono essere applicati direttamente sull'intera pianta.

 

Tenete presente che in questo modo si uccidono tutti gli insetti, anche quelli che vogliamo tenere in giardino.

SPINOSAD

Lo spinosad potrebbe non essere efficace come alcuni dei pesticidi non biologici più potenti, ma questo significa anche che l'uso di questo prodotto sulle colture di cannabis presenta alcuni vantaggi evidenti. Ricavati dai batteri fermentati del suolo Actinomycete Saccharopolyspora Spinosa, questi prodotti sono ancora una volta un pesticida efficace per contatto, in grado di eliminare efficacemente le infestazioni in circa 3 ore dall'applicazione. I prodotti a base di spinosad hanno un'emivita efficace di circa 24 ore, quindi assicuratevi di miscelarne una quantità sufficiente per un giorno, altrimenti il resto andrà sprecato. Sulla maggior parte dei flaconi è stampato un rapporto di miscelazione, ma una regola generale è 4 cucchiai (60 ml) per un gallone d'acqua (4,5 litri).

 

Ricordate che le piante devono essere ben irrorate, ma non bagnate!
 

Alcuni coltivatori (soprattutto quelli all'aperto) scelgono di non usare prodotti a base di spinosad perché è noto che influiscono negativamente sulle popolazioni di api. Se si sceglie di usare lo spinosad per le coltivazioni all'aperto, si dovrebbe spruzzare la coltura solo di notte, poiché le api sono molto meno attive quando il sole cala. Queste sono le tre opzioni principali attualmente utilizzate dai coltivatori, ma ne esistono altre. 

  • Gli oli orticoli sono una versione raffinata e concentrata degli oli di difesa naturali delle piante.
  • Lo spray "BT" per bruchi contiene un batterio che colpisce specificamente le larve dei bruchi e impedisce ai bruchi adulti di ingerire il materiale vegetale.
  • Le diatomee sono i resti fossilizzati di conchiglie estremamente taglienti a livello microscopico. È totalmente innocuo per l'uomo e gli animali e può essere utilizzato come efficace strumento di prevenzione. È sufficiente spargerla intorno alla base della pianta e in tutti i punti energetici della grow room o della tenda. Gli insetti che entrano in contatto con il prodotto subiscono uno strappo dell'esoscheletro che provoca disidratazione e morte.
  • Una miscela di alcool per sfregamento e acqua può funzionare come potente pesticida. Mescolate 9 parti di acqua con una parte di alcol e spruzzate abbondantemente le piante. Questa miscela evapora in pochi minuti e può essere utilizzata fino all'ultimo giorno prima del raccolto.

12. In Conclusione

Quando si parla di parassiti e insetti, le dimensioni non hanno nulla a che fare con il danno che possono fare. Quando hai a che fare con uno di essi, la prevenzione è la migliore cura, controlla quotidianamente le tue piante e cerca di affrontare i parassiti il prima possibile.

Lasciarli sulle tue piante anche solo pochi giorni saranno sufficienti per causare la morte delle tue piante. Ti consigliamo di utilizzare sempre pesticidi naturali e / o biologici in modo da non influire tanto sulla tua pianta.

14 July 2022