FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries
Affrettati! Acquista 1 Ottieni 1 gratis! Compra ora!

I Benefici dei Microrganismi nella Vostra Coltivazione

I microrganismi possono essere benefici per le piante di cannabis, aiutando le radici a crescere e migliorando la salute
09 October 2022
9 min read
I Benefici dei Microrganismi nella Vostra Coltivazione

Contenuti:
  • 1. Microorganismi e cannabis
  • 2. Come migliorare la crescita delle piante di cannabis con batteri benefici
  • 3. Batteri
  • 3. a. Segni di batteri nocivi
  • 4. Funghi
  • 4. a. Prodotti di alta qualità e consigliati che includono funghi e batteri benefici
  • 4. b. Segni di funghi dannosi
  • 5. Nematodi
  • 5. a. Segni di nematodi nocivi
  • 5. b. Nematodi predatori
  • 6. L'importanza dei microbi e dei batteri benefici nella crescita della cannabis
  • 6. a. Rendere più disponibili i nutrienti
  • 6. b. Migliorare il sistema delle radici
  • 6. c. Evitare la sovralimentazione
  • 6. d. Controllo dei parassiti
  • 7. In conclusione

Naturalmente, il suolo contiene milioni di microrganismi, sia benefici che dannosi per la cannabis. Come coltivatore biologico, dovresti cercare di fornire tutto ciò di cui la tua pianta ha bisogno per crescere sana e questo è il momento in cui i microrganismi entrano in gioco. I microrganismi benefici sviluppano un rapporto simbiotico con le tue piante, stimolando la crescita e proteggendo la vostra pianta.

1. Microorganismi e cannabis

I microrganismi si trovano ovunque, dalla pelle all'interno del corpo, e sono composti principalmente da batteri, virus e funghi.

 

 Microorganismi e sintomi
MicroorganismoBeneficoDannoso
Batteri
  • Miglioramento dell'assorbimento dei nutrienti
  • Ossigenare il suolo
  • Crescita deforme
  • Uccide lentamente le cellule della pianta
Funghi
  • Agisce come biopesticida
  • Migliora l'assorbimento dei nutrienti
  • Necrosi
  • Muffa bianca o grigia sulle piante
Nematodi
  • Controllo dei parassiti
  • Aiuta ad arieggiare il terreno
  • Crescita stentata
  • Foglie gialle

Microorganismi e sintomi.
 

In alcuni casi, questi organismi possono essere cattivi, ma alcuni di essi sono essenziali per l'uomo e per ogni altro essere vivente, compresa la cannabis. Quando si parla di piante di Cannabis, i microrganismi tendono a vivere nella rizosfera che è l'area che circonda le radici, questo significa che a seconda dei microrganismi presenti, potrebbe essere estremamente benefico o dannoso. I microrganismi benefici possono migliorare la crescita delle piante, proteggere la tua pianta da malattie e insetti e persino correggere le carenze

2. Come Migliorare la Crescita delle Piante di Cannabis con Batteri Benefici

I microrganismi benefici sono qualsiasi tipo di batteri, funghi, virus e nematodi che possono vivere in un rapporto simbiotico con la vostra cannabis, anche se essere buoni o cattivi dipende dal microrganismo e dalla situazione specifica.

 

Benefici dei microrganismi: dannosi e benefici

Gli uccelli sono un esempio di organismi buoni e cattivi, a seconda dello scenario.
 

Questi esseri microscopici fondamentalmente decompongono i minerali per renderli più disponibili alle tue piante, oltre a mantenere il terreno libero da microrganismi nocivi e anche a migliorare la crescita delle piante. Anche se gli uccelli non sono microrganismi sono un buon esempio, si dice che siano benefici perché mangiano e spargono i semi con le loro feci, ma possono anche nutrirsi della vostra pianta.

3. Batteri

I batteri sono una delle prime forme di vita apparse sulla Terra e sono presenti nella maggior parte degli habitat, dal suolo e dall'acqua alle scorie radioattive.  Questi microrganismi possono essere parassiti, ma possono anche avere un rapporto simbiotico con gli animali e con tutti i tipi di piante. Ci sono molti batteri benefici che possono avvantaggiare la Cannabis, tra cui i Cyanobacteria e le specie Arthobracter.

Batteri epifiti

I batteri epifiti sono quelli che possono vivere sulle foglie, radici, gemme e semi, praticamente ovunque sulla superficie delle piante in un rapporto benefico come i cianobatteri.

 

Benefici dei microrganismi: batteri epifiti

I batteri epifiti sono un tipo di batteri che vivono sulla superficie della vostra cannabis.
 

I cianobatteri sono microrganismi che aiutano a produrre e a rilasciare ossigeno come sottoprodotto della fotosintesi, trasformando il terreno scarsamente ossigenato in un terreno ricco di ossigeno, che aiuta la cannabis in tutti i suoi processi, soprattutto nel processo di traspirazione.

Batteri endofiti

I batteri endofitici sono microrganismi che prosperano all'interno delle piante e possono favorire la crescita anche in condizioni difficili come Arthobracter. Questi batteri migliorano l'assorbimento dei nutrienti, possono combattere lo stress e migliorare la salute delle piante producendo antibiotici per proteggere la vostra pianta.

 

Benefici dei microrganismi: anthrobacter

I batteri endofiti sono un tipo di batteri che vivono all'interno della vostra cannabis.
 

I batteri Arthrobacter si trovano comunemente nel terreno di tutto il mondo e si possono trovare anche all'interno della tua canapa, questi esseri primitivi possono nutrirsi di erbicidi e pesticidi, rimuovendo gli elementi nocivi dal terreno e dalle piante.

Batteri nocivi

Come detto sopra, i batteri possono essere benefici ma possono anche essere dannosi per gli esseri umani e le piante, per questo è necessario sapere quali introdurre nel proprio terreno. Ma poiché i batteri possono essere presenti nell'aria, nell'acqua e persino sulla pelle, può essere abbastanza difficile sapere esattamente quali sono.

 

Benefici dei microrganismi: segni di batteri nocivi

Sintomi di batteri cattivi presenti sulla tua pianta di cannabis.
 

Questi organismi sono così piccoli che non potresti vederli ad occhio nudo, quindi non saprai che le tue piante sono infette fino a quando non vedrai i sintomi. Batteri come l'Erwinia amylovora e l'Agrobacterium tumefanciens, per esempio, sono due delle centinaia di batteri che possono colpire la tua pianta di canapa.

Segni di batteri nocivi

  • Crescita deformata
  • Rese ridotte
  • Putrefazione
  • Cellule morenti
  • Foglie cadenti

4. Funghi

I funghi includono muffe e funghi che si trovano in natura. Questi organismi sono noti nella cannabis per causare il marciume delle radici o il marciume delle cime, ma proprio come i batteri, a seconda della situazione e del tipo di fungo può anche essere benefico. Nella coltivazione della cannabis, un tipo specifico di fungo chiamato Micorrize si trova in una relazione benefica in cui la pianta fornisce il cibo mentre i funghi migliorano l'assorbimento dei nutrienti.

Ecto mycorrhizae

Ecto mycorrhizae è un tipo di fungo che non entra nelle radici, questo organismo vive appena fuori dal sistema radicale e può essere visto anche senza un microscopio. 

 

Benefici dei microrganismi: endomicorrize

Ecto mycorrhizae è un fungo che aiuta la crescita delle radici.
 

Un buon esempio di questi funghi è il Trichoderma koningii, questo fungo è molto comune in tutto il mondo ed è ampiamente utilizzato su colture di tutti i tipi grazie ai suoi benefici come biopesticida perché è una grande alternativa nella regolazione delle malattie fungine.

Endo mycorrhizae

Endo mycorrhizae asono fondamentalmente le stesse ecto micorrize, ma in realtà vivono dentro le radici e portano molti benefici alla Cannabis, come l'amilopogon Rhizopogon. Questo fungo specifico è noto per aver sviluppato una rete che permette lo scambio di nutrienti tra il fungo e le piante in cambio del carbonio, che la canapa produce durante il processo di respirazione.

PRODOTTI DI ALTA QUALITÀ E CONSIGLIATI CHE INCLUDONO FUNGHI E BATTERI BENEFICI 

  • Piranha - Questo prodotto miracoloso dei nostri amici di Advanced Nutrients è attualmente in lizza per la medaglia d'oro (insieme ad altri prodotti) nella categoria dei migliori additivi, almeno secondo noi. Si presenta in forma liquida, per cui la sua applicazione è facile con le coltivazioni in terra o idroelettriche, e aiuta a creare un ambiente radicale perfetto per una crescita esplosiva durante le fasi vegetative e di fioritura. È uno dei pochi prodotti sul mercato che contiene un sano equilibrio di funghi e batteri benefici, il che purtroppo significa che è un po' caro.
  • Mycoplant - Questa opzione è molto più economica, pur contenendo tutti i migliori funghi micorrizici. Il Glomus Intarradices è uno dei funghi più utilizzati in agricoltura biologica e lavora in perfetta simbiosi con l'apparato radicale, consentendo un migliore assorbimento dei nutrienti e fornendo un miglior vigore generale alla pianta.
  • Great White - Se desiderate introdurre nella vostra zona radicale una grande quantità di batteri benefici con una sana dose di funghi, allora è difficile non scegliere Great White. Proprio come Piranha, questo prodotto miracoloso è molto ben bilanciato e offre 30 tipi diversi di funghi e batteri benefici. La differenza è che questo prodotto è stato creato per il trapianto di cloni, ma può essere usato come additivo regolare una volta ogni 3 mesi circa. 

Funghi dannosi

Proprio come i batteri, anche i funghi possono essere dannosi per l'uomo e per le piante di canapa. I funghi sono attratti dalla cannabis quando i livelli di umidità sono più alti del solito e possono far marcire completamente la vostra pianta.

 

I benefici dei microrganismi: segni di funghi dannosi

Segni di funghi cattivi presenti sulla tua cannabis.
 

A seconda del tipo di fungo, può essere davvero difficile individuarli, perché di solito iniziano al centro delle cime, sul fusto o sotto il terreno, sulle radici, così sarai in grado di individuarli una volta che l'infezione è abbastanza grave. Funghi come la Botrytis cinerea, responsabile del marciume delle cime, e la Podosphaera xanthii, responsabile dell'oidio, sono tra i più comuni che si trovano sulla Cannabis. I funghi possono iniziare come polvere bianca (oidio) o come macchie marce marce brune (marciume delle cime) che inizieranno a prendere il sopravvento sulla tua pianta se lasciata non trattata, anche se all'inizio non sembrerà un problema così grande, i funghi possono alla fine uccidere l'intero raccolto.

Segni di funghi dannosi

  • Necrosi
  • Polvere bianca o grigia sulla vostra pianta
  • Macchie gialle o traslucide
  • Diradamento e marciume degli steli

6. Nematodi 

I nematodi (alias vermi cilindrici) sono per lo più organismi parassiti che si sono adattati con successo a tutti i tipi di ambienti. Questi piccoli vermi vivono nel terreno e nella maggior parte sono nocivi perché possono mangiare la radice della tua pianta di canapa, dove possono infettare la pianta con malattie o causare il marciume delle radici.

 

I benefici dei microrganismi: i nematodi

I nematodi si trovano nel terreno e possono essere buoni o cattivi, a seconda del tipo.
 

Anche se sono per lo più dannosi, ce ne sono alcuni benefici, come lo Steinernema feltiae che si nutre di sciardi e tripidi, riducendo così la necessità di pesticidi.

Nematodi nocivi

I nematodi nocivi presentano un rischio notevole per la tua cannabis perché sono attratti dalla materia organica e vivono per lo più nel terreno. Questo significa che rimarranno nel terreno, rendendo difficile individuarli, inoltre, quando questi vermi attaccano la tua pianta di canapa vedrai dei sintomi che assomigliano a carenze come la sovralimentazione o l'innaffiamento eccessivo, confondendo molti coltivatori più recenti.

 

Benefici dei microrganismi: segni di nematodi dannosi

Segni di nematodi nocivi sulla tua cannabis.
 

Poiché i nematodi rimangono nel terreno, saprai con cosa hai a che fare solo dopo che la tua pianta di cannabis è già grave, il che rende davvero difficile sbarazzarsene. Ricordati che ci sono alcune specie di nematodi come Ditylenchus dipsaci che possono vivere sulla tua pianta e si nutrono di steli, rami e piccioli e causano gli stessi sintomi degli altri nematodi, ma possono essere più facili da identificare.

Segni di nematodi nocivi

  • Radici stentate
  • Foglie appassite
  • Foglie gialle
  • Steli deformati

NEMATODI PREDATORI

Sebbene molti tipi di nematodi possano influire in modo dannoso sulla salute delle colture, non tutti i nematodi rappresentano una minaccia diretta. In realtà, alcune forme di nematodi possono agire come una sorta di sistema di sicurezza contro i loro cugini indesiderati.  I nematodi monorchidi, i nematodi dorylaimidi, lo Steinernema feltiae e l'Heterorhabditis bacteriophora sono quattro di quelli che ci piace particolarmente vedere nei nostri sistemi radicali di cannabis. Funzionano tutti in modi leggermente diversi: alcuni mangiano direttamente i nematodi che predano. Altre usano un'appendice simile a un ago per pugnalare le microscopiche creature indesiderate, iniettando un agente paralizzante. E poi, sì, li mangiano.

Una volta digeriti i fastidiosi nematodi (e altri ospiti parassiti della zona radicale), i sottoprodotti vengono rilasciati sotto forma di sostanze nutritive che le piante possono assorbire, trasformando i piccoli parassiti indesiderati in cibo per le piante. Se vuoi aggiungere nematodi benefici all'apparato radicale delle tue colture, è meglio che ti rechi dal tuo fornitore locale di prodotti idroponici per fare una chiacchierata e vedere cosa è disponibile. Ci sono diversi prodotti sul mercato.

7. L'importanza dei microbi e dei batteri benefici nella crescita della cannabis

Ci sono molti vantaggi di cui si può trarre beneficio dalla cura del terreno e dall'introduzione dei giusti microrganismi, anche se può significare che si dovrà lavorare un po' di più, ne vale sicuramente la pena.

Rendere più disponibili i nutrienti

Anche se i nutrienti possono essere ampiamente presenti nel terreno, la cannabis può avere difficoltà ad assorbire NPK o altri nutrienti vitali perché devono essere decomposti dai microrganismi per rendere facile l'assorbimento da parte delle piante.

I microrganismi che pendono dalle radici possono scomporre le sostanze nutritive essenziali in pezzi più piccoli che sono più facili da assorbire e producono anche altri elementi nel processo, come il ferro che viene utilizzato dalla cannabis in quantità minore.

Per esempio, batteri come Azotobacter vinelandii e Rhizobia eseguono un processo chiamato nitrificazione che aiuta a scindere l'ammoniaca in nitriti, rendendo l'azoto (N) più disponibile per le radici da assorbire.

 

Benefici dei microrganismi: benefici

Benefici dei microrganismi.

Migliorare il sistema delle radici

Alcuni organismi possono migliorare la capacità della radice di assorbire acqua e sostanze nutritive, questo accade perché alcuni organismi possono sviluppare una rete estesa che si collega alle radici. Per esempio, Glomus intraradices è un fungo che crea questo tipo di rete, permettendo alla tua pianta di canapa di raggiungere l'acqua e i nutrienti senza dover aspettare che le radici possano raggiungere quei punti, fornendo anche protezione.

 

Benefici dei microrganismi: migliorare l'apparato radicale

I microrganismi potenziano la rizosfera, che fa crescere le radici.

Evitare la sovralimentazione

Anche se le sostanze nutritive sono vitali per la crescita della tua pianta di cannabis, un eccesso può causare carenze e influenzare la crescita. Alcuni microrganismi come il Bacillus streptomyces possono non solo rimuovere i pesticidi residui e altre sostanze tossiche, ma anche eliminare l'eccesso di nutrienti, prevenendo la sovralimentazione.

Controllo dei parassiti

Poiché le vostre piante e i microrganismi vivono in un rapporto pacifico che è vantaggioso per entrambi, lavoreranno insieme per combattere ed eliminare i parassiti che vogliono attaccarli.

8. In conclusione

Anche se può sembrare abbastanza complicato per i nuovi coltivatori, aggiungere microrganismi benefici al tuo giardino non è affatto difficile. Puoi acquistare le sostanze nutritive organiche presso il tuo grow shop locale o puoi facilmente fare il compostaggio o produrre KNF a casa, in entrambi i casi, ci sono un paio di modi semplici ed efficaci per introdurli nel tuo giardino di cannabis. Se hai esperienza sia con i microrganismi benefici che con quelli nocivi, sentiti libero di condividere i tuoi consigli e trucchi con gli altri coltivatori, lascia un commento nella sezione commenti qui sotto!

Riferimenti esterni:

  1. Application of Microorganisms. - Li, Wen-Jun. (2020).
  2. Characterization of Soil Microorganism from Humus and Indigenous Microorganism Amendments. Mycobiology. - Jan, Umair & Feiwen, Rui & Masood, Jan & Se, & Chun, Chul. (2020).
  3. Microorganisms, Biofertilizers, and Sustainable Agriculture Part A. - Mitra, Debasis & Mahakur, Bhaswatimayee & Khoshru, Bahman & Mohapatra, Pradeep. (2020). 
09 October 2022