FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Nutrienti Organici per la Cannabis: Compostaggio

Il compostaggio è un modo economico ed efficace per creare il proprio terreno ricco di nutrienti organici senza spendere
08 September 2022
8 min read
Nutrienti Organici per la Cannabis: Compostaggio

Contenuti:
  • 1. Cos'è il compostaggio?
  • 2. Perchè compostare?
  • 3. I benefici del compostaggio
  • 3. a. Un bene per l'ambiente
  • 3. b. Ricicla i rifiuti
  • 3. c. Aggiunge microrganismi benefici al vostro terreno
  • 4. Le basi
  • 4. a. Cestino del compostaggio
  • 4. b. La materia organica
  • 4. c. Cura dei dettagli
  • 4. d. Pazienza
  • 4. e. Manutenzione della compostiera
  • 4. f. Problemi comuni del compost
  • 5. Cosa devo compostare?
  • 5. a. Cosa non concimare?
  • 6. Come usare il mio compost?
  • 7. Concimare le piante di cannabis con il compost fatto in casa
  • 8. In conclusione

Il compostaggio è un metodo organico per fornire sostanze nutritive al terreno, questo non solo può portare a fiori dal sapore migliore, ma ti aiuterà a ridurre gli sprechi, è una situazione vantaggiosa per tutti.

1. Cos'è il compostaggio?

Il compostaggio consiste in un processo che trasforma gli scarti di cibo in terreno ricco di sostanze nutritive, questo avviene perché i microrganismi scompongono gli scarti e mettono a disposizione delle piante le sostanze nutritive da assorbire.

Il processo di compostaggio si basa su batteri, umidità e ossigeno, avendo questi elementi insieme, e la materia organica appropriata si fornisce l'ambiente perfetto per i batteri per abbattere il materiale organico che crea calore.

 

Compostaggio: cos'è il compostaggio?

Il compostaggio consente di realizzare un terreno ricco di sostanze nutritive con gli avanzi di cibo.
 

Il calore emesso aiuta i microrganismi1 "attivare" e iniziare a decomporre la materia organica, mentre ossigeno e umidità accelerano la decomposizione.

Questo modo di riutilizzare gli scarti alimentari non è un'esclusiva della cannabis, è stato usato per anni e anni da coltivatori che vogliono ridurre gli sprechi e allo stesso tempo beneficiare, sia risparmiando denaro che sviluppando un terreno più ricco.

2. Perchè compostare?

Il compostaggio è un modo economico e facile di fare il terreno, se fatto correttamente vi ritroverete con un ecosistema vivente che contiene tutti i macro e micronutrienti (e anche di più) di quello che otterrete acquistando i nutrienti organici in un grow shop.

Fare compost non solo migliora la struttura del terreno, ma agisce anche come una fonte di nutrienti a lento rilascio che, a differenza dei nutrienti sintetici, non brucerà le tue piante; così facendo non solo alimenterai le piante con nutrienti di alta qualità, ma contribuirai anche a ridurre i rifiuti che finiscono nelle discariche.

3. I benefici del compostaggio

Un bene per l'ambiente

Poiché stai usando un'alternativa naturale ai nutrienti sintetici, stao aiutando a ridurre le sostanze chimiche nel terreno e anche se può non sembrare molto, state facendo la differenza.

 

Compostaggio: i benefici

Il compostaggio presenta vantaggi non solo per il coltivatore ma anche per l'ambiente.
 

Il compostaggio aiuta il suolo a trattenere l'anidride carbonica, diminuisce le emissioni di gas, rivitalizza i terreni esausti e riduce l'erosione.

Ricicla i rifiuti

Il compostaggio può ridurre fino al 30% la quantità di rifiuti prodotti. Questo fa un'enorme differenza perché quando gli scarti della tua cucina vanno in discarica non hanno le condizioni adatte per decomporsi e finiscono per produrre metano, che per noi è tossico.

Aggiunge microrganismi benefici al vostro terreno

I microrganismi aiutano ad arieggiare il terreno, scompongono le sostanze nutritive per renderle più disponibili e possono prevenire le malattie delle piante.

4. Le basi

Non c'è bisogno di molto per cominciare da zero, i materiali di base sono una compostiera e gli scarti necessari per iniziare il processo, anche se qualcosa di cui avrai bisogno e che non puoi comprare è la pazienza e la cura dei microrganismi.

Cestino del compostaggio

Per iniziare a fare il compostaggio non c'è bisogno di molto, prima di tutto bisogna sapere dove lo si vuole fare. Il compostaggio può essere fatto al chiuso in un bidone di plastica, in una scatola di legno, o in un cubo di mattoni, oppure all'aperto, sopra un foglio di plastica o direttamente sul terreno.

 

Compostaggio: bidone per il compost

Si può fare il compostaggio ovunque, purché si disponga della struttura di base.
 

Il posto dove andrai a fare il compostaggio può essere fatto facilmente da solo e non ha bisogno di essere per niente fantasioso, a patto che costruisci una struttura simile a un cestino che può essere coperta per mantenere l'umidità all'interno.

La materia organica

Il compost consiste nel decomporre la materia organica1 per rendere disponibili le sostanze nutritive nel terreno in modo che la materia organica sia vitale per il tuo lavoro, è possibile scegliere quali frutta e verdura tra le altre cose si compostano, ma in generale ci sono due tipi di materia organica: Materia verde e materia marrone.

 

Compostaggio: fonti di NPK

È essenziale che il vostro compostaggio contenga un equilibrio tra carbonio e azoto per garantire che le vostre piante crescano correttamente.
 

Un rapporto equilibrato tra i due è essenziale perché i microrganismi prosperino, non c'è un tipo specifico di frutta che sia migliore. Se coltivi cannabis devi fornire scarti ricchi di azoto, fosforo e potassio, che sono i macronutrienti e si possono trovare su:

  • Azoto: Lattuga, spinaci, rucola;
  • Fosforo: Gusci d'uovo, letame;
  • Potassio: Banana, cetrioli, cavolo.

Ricorda che la materia organica attrae le mosche e gli scarafaggi che possono deporre le loro uova nella tua compostiera, quindi per essere sicuri ottieni un coperchio, o una zanzariera in cima per evitare questo.

Cura dei dettagli

All'interno del cestino ci sono dei microrganismi vivi, quindi dovresti assicurarti che siano davvero vivi.

Ogni 1-2 settimane dovete assicurarti che il vostro compost sia umido, ricorda che troppa acqua può uccidere i microrganismi ma assicurati che sia ben umido e se non lo è, annaffiatelo leggermente.

 

Compostaggio: innaffiare il compost

Assicuratevi che il vostro compost sia umido ma non inzuppato, soprattutto se si tratta di vermicompost.
 

La tua compostiera non ha bisogno di troppa luce solare, si assicura che siano all'ombra e che abbiano un adeguato drenaggio perché la decomposizione produce liquido che può finire per annegare i microrganismi.

Se si vuole accelerare il processo ancora di più, si può vermicompostarlo, questo processo utilizza vermi che mangeranno gli scarti del cibo e produrranno humus (aka estrusi).

Pazienza

Di tutto, questa è la parte più difficile. Il compostaggio richiede tempo, non sarà pronto per l'uso durante la notte, il processo di decomposizione richiede almeno 1 mese, quindi siate pazienti, più a lungo lasciate che i microrganismi lavorino, più sarà concentrato, quindi lasciateli fare il loro lavoro è essenziale.

MANUTENZIONE DELLA COMPOSTIERA

Fortunatamente, le compostiere non richiedono una grande manutenzione. I microrganismi fanno la maggior parte del lavoro duro, decomponendo da soli tutta la materia organica, ma tenete presente che l'uso di un forcone o di una pala per girare il cumulo aiuterà ad accelerare il processo di composizione. Questa operazione può essere effettuata una volta ogni 10 giorni circa. 

Il tempo necessario perché un cumulo di compost sia pronto per l'uso è una questione un po' controversa e grigia. Alcuni esperti sostengono che bastano 30 giorni, mentre altri affermano che sono necessari 6 mesi o più per una corretta decomposizione organica. Se vivu in un clima caldo-umido, il processo sarà più rapido, ma in generale è meglio girarlo ogni 10 giorni per vedere come procede la decomposizione. 

PROBLEMI COMUNI DEL COMPOST

Ci sono alcuni problemi comuni che possono affliggere un cumulo di compost. Per fortuna, la maggior parte di essi può essere facilmente risolta.

COMPOST TROPPO BAGNATO

I cumuli di compost troppo inzuppati di solito non contengono abbastanza ossigeno per la crescita dei microrganismi e (nei casi più gravi) ne causano la morte. Un cumulo troppo umido può provocare un odore sgradevole. Per risolvere il problema è sufficiente arieggiare bene il terreno con un forcone e aggiungere altro materiale secco, come fieno o foglie secche.

IL CUMULO PUZZA DI AMMONIACA

Questo è un segno che c'è troppo azoto nel compost. Aggiungendo additivi secchi ad alta densità di carbonio, puoi ridurre rapidamente i livelli di azoto e salvare il tuo cumulo di compost. 

IL CUMULO NON SI RISCALDA

Questo è molto probabilmente il risultato di un compost troppo secco. Può essere un po' complicato cercare di mantenere il cumulo abbastanza umido senza esagerare con l'acqua, ma con un po' di pratica e di esperienza diventa molto più facile. La regola d'oro è quella di mantenerlo umido al tatto, senza che diventi fradicio o zuppo d'acqua. 

IL COMPOST È TROPPO GROSSOLANO E NON SI SCOMPONE DEL TUTTO

Questo non è un problema, ma alcuni coltivatori preferiscono un compost fine. Alcuni scarti alimentari, come le pannocchie di mais e i gusci d'uovo, possono impiegare mesi per decomporsi completamente. Se questo è un problema per te, prendi un grande setaccio da giardino e passaci il compost prima di aggiungerlo al giardino. 

4. Cosa devo compostare?

Ciò che si mette nel compost dipende da ciò che si vuole e da ciò che si può trovare, ma si devi tenere presente che tutti i materiali compostabili sono a base di carbonio (materia marrone) o di azoto (materia verde), quindi è necessario avere un bilancio di circa il 50/50 perché il compostaggio funzioni.

 

Compostaggio: cosa fare

Il carbonio e l'azoto sono super importanti per attivare e continuare a decomporre gli scarti di cibo, le foglie e tutto il resto che si sta compostaggio.
 

La materia verde2 fornisce azoto ed è una fonte di proteine, mentre la materia marrone è ricca di carbonio che aiuta i microrganismi a decomporre gli scarti e aiuta anche ad arieggiare la compostiera.

Ecco una guida generale sulla materia verde e marrone che puoi usare nella compostiera:

 

Carbonio (materia marrone)CartonePannocchie di granturcoFoglie seccheGiornaliSegaturaHayWood chips
Azoto (materia verde)Fondi di caffèFrutta e verduraErbaAlghe marineFioriWeedsManure

Fonti di carbonio e azoto.
 

Questi sono solo suggerimenti, potete utilizzare senza problemi tutto quello che avete a disposizione, purché rispettiate il rapporto 50/50. Tieni presente che i microrganismi hanno bisogno di carbonio per ottenere energia e hanno bisogno di azoto per decomporsi e riprodursi, quindi dovresti avere sempre della materia marrone nella compostiera.

Cosa non concimare?

  • Non si dovrebbe compostare carne, pesce o ossa, ci sono altre tecniche (bokashi) che si concentrano sulla decomposizione di queste cose, ma in questa configurazione di compostaggio, attirerà gli insetti.
  • Evita il compostaggio di piante malate, malattie come il virus del mosaico del tabacco possono rimanere nel terreno, infettando tutte le piante con cui userete il vostro compost.
  • Non usare mai feci di cane o gatto.
  • I citrici possono essere dannosi per i microrganismi, quindi evitare il compostaggio di limoni, mandarini o arance.

 

Compostaggio: cosa non fare

Ci sono altri metodi di compostaggio (come il Bokashi) se si desidera compostare carne, pesce e ossa.

5. Come usare il mio compost?

Il compost può essere mescolato con il terreno, ma la quantità dipenderà da quanto tempo lo lascerete decomporre, potrai usarlo non appena avrai raggiunto i 30 giorni, ma lasciandolo andare più a lungo si otterrà una maggiore concentrazione di sostanze nutritive, che si tradurrà in una minore quantità di compost per pianta.

 

Compostaggio: come usare il compost

Si può usare il compost da solo o preparare la propria miscela di terreno, a seconda di quanto sia forte.
 

Non devo preoccuparyi che bruci le tue piante, quindi la quantità che mischi con il terreno dipende da quanto tempo le piante di cannabis impiegano dal seme al raccolto, come linea guida puoi mescolare il 50% di compost con il 50% di terreno e aggiungerne di più se pensate che sia necessario, ricorda che il compost funziona come fertilizzante a lento rilascio, così puoi aggiungerlo in tutta sicurezza durante la crescita della pianta, se necessario.

Se hai lasciato il compost per molto tempo ed è forte, puoi mescolare 1 parte di compost con 4 parti di terriccio, per esempio, se stai mescolando 1k di terriccio dovrebbe essere 800g di terriccio con 200g di compost.

6. CONCIMARE LE PIANTE DI CANNABIS CON IL COMPOST FATTO IN CASA

Sebbene ci siano molti modi per introdurre il compost fatto in casa nelle piante di cannabis, il nostro metodo preferito è la concimazione. Che cos'è il topdressing? È piuttosto semplice ed è esattamente quello che sembra. Per concimare una pianta di erbaccia con il compost basta aggiungere uno strato di compost intorno alla base della pianta. Il compost è un fertilizzante a lento rilascio e la concimazione rallenta ulteriormente il periodo di rilascio.  Dopo la concimazione è sufficiente innaffiare regolarmente le piante come si fa di solito. L'innaffiatura consentirà al compost di scomporsi naturalmente e di penetrare nel terreno di coltura, dove i nutrienti rilasciati contribuiranno a mantenere le piante sane e rigogliose durante l'intero ciclo di crescita. Tieni presente che il top dressing non aiuta a correggere le carenze.

7. In conclusione

Il compostaggio è un modo economico ed efficace per nutrire le tue piante, perché lo puoi fare come vuoi, lo puoi adattare alle esigenze e la parte migliore è che lo puoi fare con gli avanzi a buon mercato che si trovano in ogni casa. Se sai qualcosa di più sul compostaggio, lasciateci un commento qui sotto!


Riferimenti Esterni:

1. Compost and Compost Tea Microbiology: The “-Omics” Era - St. Martin, Chaney & Rouse-Miller, Judy & Thomas, Gem & Vilpigue, Piterson. (2020).

2. Composting parameters and compost quality: a literature review - Azim, K & Soudi, Brahim & Boukhari, S & Périssol, Claude & Roussos, S & Thami-Alami, Imane. (2020).

08 September 2022