L'importanza della purezza dell'acqua nella coltivazione della cannabis

I coltivatori sanno molto delle loro piante, ma non hanno la stessa cura per l'acqua. Ricordate l'acqua non è solo acqua
02 December 2020
14 min read
Limportanza della purezza dellacqua nella coltivazione della cannabis

Contenuti:
  • 1. Perché l'acqua è importante?
  • 2. Quali sono i solidi totali disciolti (tds)?
  • 2. a. Da dove provengono i solidi?
  • 3. Perché misurare il livello di tds dell'acqua?
  • 4. Una lista di controllo della qualità dell'acqua suddivisa
  • 5. Che cos'è l'acqua dura?
  • 6. Che cos'è l'acqua dolce?
  • 7. Come eliminare o ridurre le tds?
  • 7. a. Osmosi inversa
  • 7. b. Acqua distillata
  • 7. c. Deionizzazione
  • 8. Come rimuovere i batteri dall'acqua
  • 9. Posso usare l'acqua piovana per le piante di cannabis?
  • 9. a. Consigli comuni per l'acqua piovana
  • 10. Metodi di irrigazione delle piante di cannabis
  • 11. Consigli extra per la depurazione dell'acqua
  • 12. In conclusione

L'acqua non è solo acqua, a seconda della fonte può contenere diversi minerali, metalli e altre impurità che possono finire per influenzare il modo in cui la vostra pianta cresce.

1. PERCHÉ L'ACQUA È IMPORTANTE?

Come forse saprai , l'acqua è il composto più abbondante e una delle sostanze più importanti sulla Terra, tutti gli esseri viventi hanno bisogno di acqua per sopravvivere, senza acqua non ci sarebbe vita sulla Terra.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: perché è importante?

L'acqua è il composto più importante per tutti gli esseri viventi della Terra.
 

Così come è vitale per l'uomo, è vitale anche per tutte le piante, comprese quelle di cannabis.

L'acqua rappresenta circa l'85-95% del peso di una pianta, non solo è fatta di acqua, ma utilizza l'acqua più di ogni altra cosa nelle sue funzioni vitali.

DISTRIBUZIONE DEI NUTRIENTI

Ci sono diversi tipi di nutrienti che potete usare, sintetici o organici, i nutrienti sintetici alimenteranno le radici direttamente e i nutrienti organici che rendono disponibili i minerali nel terreno.

In entrambi i casi, quando si innaffia le piante con una soluzione nutritiva, le radici la assorbono e la trasportano nella cellula della pianta che viene poi utilizzata in combinazione con gli altri processi descritti sopra per produrre zuccheri che vengono poi utilizzati per crescere e sviluppare gli steli, le foglie, i fiori e i semi.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: la distribuzione dei nutrienti

Come funzionano i nutrienti organici e sintetici.
 

Ora, questi processi saranno eseguiti bene con qualsiasi tipo di acqua, ma a seconda della fonte d'acqua può contenere molti solidi disciolti che possono influenzare il funzionamento di questi processi.

TRASPIRAZIONE

La traspirazione è il processo di evaporazione dell'acqua da foglie e steli, questo avviene perché l'acqua è necessaria alle piante ma solo una piccola quantità è utilizzata per la crescita e per i processi essenziali, circa il 97% è utilizzato nella traspirazione.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: la traspirazione

La traspirazione viene utilizzata dalle piante per aiutare a mantenere la temperatura ideale.
 

Evaporando l'acqua, il vapore viene rilasciato nell'atmosfera attraverso gli stami, raffreddando lo spazio intorno alle tue piante, questo aiuta a mantenere una temperatura interna appropriata ed è essenziale perché se la temperatura è troppo alta o troppo bassa, la tua pianta non sarà in grado di crescere correttamente.

FOTOSINTESI

La fotosintesi è il processo in cui le piante trasformano l'energia luminosa in energia che può essere utilizzata dalle piante. 

L'energia luminosa viene assorbita e utilizzata per convertire i carboni e le sostanze nutritive presenti nell'acqua in composti organici come gli zuccheri che vengono utilizzati nello sviluppo e nella crescita delle piante.

2. QUALI SONO I SOLIDI TOTALI DISCIOLTI (TDS)?

I solidi disciolti si riferiscono ad elementi presenti nell'acqua come minerali, sali, metalli e qualsiasi cosa disciolta nell'acqua diversa dall'acqua stessa. 

A seconda degli elementi disciolti nell'acqua avrà una carica positiva (cationi) o una carica negativa (anioni) che può essere misurata da un TDS meter misurando la conducibilità elettrica (EC) dell'acqua.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: Misuratore di TDS

TDS meter che misura i solidi disciolti in una soluzione.
 

Si tenga presente che EC e TDS non sono la stessa cosa ma entrambi possono essere calcolati conoscendo il valore esatto di uno di essi, per trasformare EC in TDS bisogna moltiplicare il valore per 1000 e dividere per 2, per trasformare l'altro modo basta moltiplicare per 2 e dividere per 1000.

Inoltre, ricorda che non c'è una relazione diretta tra pH e TDS ma se gli elementi presenti nell'acqua sono acidi o alcalini, si può aumentare o diminuire il livello del pH.

DA DOVE PROVENGONO I SOLIDI?

I solidi disciolti possono provenire da qualsiasi cosa la vostra acqua tocchi quando viaggiate verso il vostro rubinetto, possono provenire da materiale organico come foglie, limo e dall'acqua di deflusso delle fattorie o dei prati che contengono fertilizzanti e pesticidi.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: da dove provengono i solidi disciolti?

I solidi disciolti provengono da qualsiasi cosa venga a contatto con l'acqua prima di raggiungere la loro destinazione finale.
 

Possono anche provenire da materiale inorganico come le rocce o anche l'aria che contiene calcio, azoto, ferro e fosforo tra gli altri, l'acqua può anche raccogliere solidi disciolti dai tubi che attraversa, di solito, l'acqua raccoglie il piombo e il rame, che sono i metalli di cui sono fatti quei tubi.

Ora, alcuni di questi metalli e minerali sono usati dalle piante di cannabis, ma a seconda del tipo di sostanze nutritive e della quantità che si usa, le piante possono avere problemi, ecco perché è essenziale misurare il TDS dalla fonte.

3. PERCHÉ MISURARE IL LIVELLO DI TDS DELL'ACQUA?

L'Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti consiglia un massimo di 500mg/L di solidi disciolti totali, superiore a quello che può essere dannoso per il consumo umano, e questo vale anche per le piante.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: TDS nell'acqua in base alla fonte

Classificazione delle fonti d'acqua per TDS.
 

A seconda degli elementi presenti, innaffiare le piante con acqua che ha più di 1000mg/L può causare alle piante problemi di assorbimento dei nutrienti, e può causare una crescita stentata e, in ultima analisi, una riduzione dei raccolti.

 

CLASSIFICAZIONE DELL'ACQUA

Acqua DolceTDS = meno di 1,000 mg/LRicco di minerali, sicuro per il consumo.
Acqua di BrackishTDS =  da 1,000 a 10,000 mg/LIl sale può essere consumato, ma non tutti i giorni.
Acqua SalinaTDS =  da 10,000 a 35,000 mg/LQuantità elevate di sale possono causare un sovraccarico di sodio.
Acqua IpersalinaTDS =  più di 35,000 mg/LQuantità di sale estremamente elevate, non devono essere consumate.

Classificazione dell'acqua per TDS.
 

Elementi come potassio, cloruro e sodio hanno effetti minimi sull'uomo e non sono considerati nocivi. Ma elementi come il piombo, il nitrato e il cadmio sono tossici, quindi è essenziale sapere cosa c'è nell'acqua, anche se non è comune trovare elementi tossici nell'acqua del rubinetto.

4. UNA LISTA DI CONTROLLO DELLA QUALITÀ DELL'ACQUA SUDDIVISA

Come già detto, la qualità dell'acqua varia da città a città, da stato a stato e da paese a paese. Dare per scontato che l'acqua che si sta usando vada bene per la coltivazione della cannabis senza averla prima analizzata è un gioco pericoloso e potrebbe portare a rese scarse, piante non sane e persino alla morte del raccolto.

Quindi, quali sono i controlli che ogni coltiatore dovrebbe fare prima di usare l'acqua per nutrire la propria coltura di erba?

  • Controlla i livelli di pH prima di ogni singola somministrazione. Questa dovrebbe essere l'ultima cosa da fare prima della somministrazione, dopo aver aggiunto tutti i nutrienti e gli additivi all'acqua di alimentazione. Quando si verifica il pH dell'acqua, assicurarsi di calibrare il misuratore di pH rispetto a uno standard noto, per essere certi che il misuratore funzioni correttamente. La maggior parte dell'acqua purificata ha un pH di 7,0 e dovrebbe avere l'esatto intervallo di pH stampato sulla bottiglia. Le piante di cannabis amano un intervallo di pH compreso tra 5,8 e 6,2 (anche se alcuni coltivatori preferiscono un intervallo di pH compreso tra 6,0 e 6,5).
  • Controlla i livelli di TDS o EC dell'acqua di alimentazione prima e dopo aver aggiunto i nutrienti e gli additivi. I misuratori di EC sono molto più comuni al giorno d'oggi e, pur misurando l'attività elettrica. Le penne EC misurano il numero di sali e minerali presenti nell'acqua contenente alti livelli di nutrienti e fertilizzanti presenta letture più elevate. L'acqua con un valore di EC troppo alto è considerata estremamente densa e quindi rende difficile il passaggio dell'acqua attraverso le radici e il sistema vascolare della pianta. L'acqua con valori di EC troppo bassi presenta il problema opposto: le piante assorbono troppa acqua alla ricerca dei preziosi nutrienti di cui hanno bisogno per crescere e prosperare. Approfondiremo questo aspetto piùù avanti nell'articolo.
  • Sebbene sia possibile procurarsi dei misuratori per testare entrambi i valori, è sempre possibile procurarsi un kit per il test dell'acqua presso il negozio di ferramenta o di articoli per il giardinaggio. Questo ti fornirà un'analisi un po' più dettagliata di ciò che sta accadendo all'interno della tua preziosa acqua. Se hai intenzione di gestire una coltivazione di grandi dimensioni, potrebbe essere una buona idea ordinare un test dell'acqua all'università o al centro di agricoltura locale. Questo ti fornirà un rapporto molto più dettagliato su cosa si trova esattamente nella tua fonte d'acqua.

5. CHE COS'È L'ACQUA DURA?

L'acqua dura è un'acqua che contiene un'elevata quantità di elementi, come calcio e magnesio, ora questi non rappresentano una minaccia per le piante, ma possono dipendere dal mezzo e dalle sostanze nutritive utilizzate.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: l'acqua dura

Minacce di acqua dura.
 

Quando si innaffia con acqua dura, gli elementi possono finire per rivestire le radici e il terreno e in realtà respingere l'acqua invece di assorbirla.

In questo modo le tue piante possono finire per soffrire di un accumulo di sostanze nutritive che può portare diversi problemi come la sovralimentazione o il blocco delle sostanze nutritive e anche se è possibile risolvere il problema con il risciacquo, può essere relativamente difficile.

6. CHE COS'È L'ACQUA DOLCE?

L'acqua dolce è un'acqua che contiene anche elevate quantità di impurità, ma invece di contenere metalli duri, contiene metalli dolci come sale e sodio.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: l'acqua dolce

Cos'è l'acqua dolce.
 

A differenza dell'acqua dura che ricopre le radici e fa sì che l'acqua venga respinta, l'acqua dolce fa sì che le vostre piante assumano più acqua, ma le vostre piante vengono ingannate pensando di essere nutrite, quindi invece di essere idratate, in realtà stanno morendo di disidratazione.

7. COME ELIMINARE O RIDURRE LE TDS?

Ci sono diversi modi per rimuovere completamente o almeno ridurre la quantità di TDS nella vostra acqua filtrandola, ed è fatto con attrezzature speciali, anche se questo non significa che siano super costosi.

Purificando o filtrando la vostra acqua, potete eliminare efficacemente batteri, parassiti e virus, sostanze chimiche organiche e inorganiche, metalli pesanti, gas e altri contaminanti.

OSMOSI INVERSA

L'osmosi inversa è un modo per rimuovere i contaminanti dall'acqua, funziona forzandola con la pressione attraverso una membrana che rimuove i contaminanti e fornisce acqua pulita.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: l'osmosi inversa

Come funziona l'osmosi inversa.
 

Questo sistema può avere 3, 4 o 5 stadi in cui vengono rimosse alcune impurità.

Ogni sistema contiene il seguente tipo di filtri:

  • Filtro a sedimentazione: Rimuove polvere, sporco e ruggine.
  • Filtro al carbonio: Rimuove o riduce i composti organici come il cloro e altri elementi che possono dare all'acqua un cattivo sapore o odore.
  • Membrana semi-permeabile: Rimuove fino al 98% dei solidi disciolti rimanenti come minerali e metalli.

ACQUA DISTILLATA

L'acqua distillata è un tipo di purificazione che si ottiene facendo bollire l'acqua, dopo l'ebollizione il vapore viene catturato con un recipiente di vetro e viene rapidamente condensato e ritrasformato in forma liquida.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: l'acqua distillata

Che cos'è l'acqua distillata.
 

Le impurità che si trovavano nell'acqua non bollono alla stessa temperatura e quindi vengono lasciate nel contenitore originale, questo non rimuove tutti i solidi disciolti ma è un modo davvero efficace ed è stato usato per molto, molto tempo.

DEIONIZZAZIONE

La deionizzazione (alias acqua demineralizzata) è l'acqua che ha fatto rimuovere le impurità, questo processo funziona utilizzando resine a scambio ionico che si legano alle impurità e le filtrano.

Questo tipo di purificazione produce acqua ad alta purezza ed è relativamente veloce ma non rimuove efficacemente batteri o virus.

8. COME RIMUOVERE I BATTERI DALL'ACQUA

Anche l'acqua del rubientto può ospitare alcuni batteri pericolosi. Sebbene questi siano spesso innocui per gli esseri umani, non sempre si può dire lo stesso per le nostre preziose piante. Le piante di cannabis sane che vengono annaffiate con acqua pulita e priva di batteri produrranno, in media, raccolti migliori del 35-40% rispetto a quelle che consumano acqua contenente alcuni batteri.

Senza un'analisi completa dell'acqua, può essere molto difficile determinare se la tua rete idrica è priva di batteri o meno. La maggior parte dei coltivatori, soprattutto quelli alle prime armi, non si preoccupa di questo aspetto. Tuttavia, se stai cercando di avviare un'attività di coltivazione più ampia, sarà sicuramente utile effettuare il test. 

Le due soluzioni principali per l'acqua carica di batteri sono la disinfezione a raggi ultravioletti, che agisce strappando il DNA dei batteri, o la disinfezione quantistica, che agisce sottraendo gli elettroni ai batteri presenti nell'acqua, facendoli implodere e scomparire.

9. POSSO USARE L'ACQUA PIOVANA PER LE PIANTE DI CANNABIS?

L'acqua piovana è "dolce" e non contiene quasi nessun minerale o sale, quindi è un'ottima fonte d'acqua ed è gratuita al 100%. Se ci pensi, le piante bevono acqua piovana da migliaia di anni, quindi se vuoi raccogliere l'acqua piovana per annaffiare le tue piante non dovrebbe esserci alcun problema, giusto? Beh, dipende.

L'ACQUA PIOVANA FA MALE ALLA CANNABIS?

L'acqua piovana pura è davvero buona, ma potrebbe non essere sicura per le tue piante se la raccogli in luoghi dove l'indice di qualità dell'aria è alto. Questo accade perché le gocce di pioggia, cadendo, possono raccogliere anidride solforosa, CO2 e mercurio, il che le rende poco sicure. Un buon modo per sapere se l'acqua piovana è sicura è controllare l'AQI (indice di qualità dell'aria) della tua città sul web. L'AQI della maggior parte delle grandi città è piuttosto alto, quindi è possibile che tu debba andare in campagna per poter raccogliere una buona acqua piovana. In linea di massima, un AQI compreso tra 0 e 50 è considerato un rischio minimo o nullo, quindi se controllate la media dell'indice AQI ed è inferiore a 50, puoi iniziare a raccogliere l'acqua piovana, ma ci sono un paio di cose da tenere a mente prima di usarla.

L'importanza della purezza dell'acqua: acqua piovana

È fondamentale conoscere l'AQi prima di raccogliere l'acqua piovana!
 

Innanzituttto, il pH dell'acqua piovana può variare, sopratutto de la raccogli da luoghi diversi, quindi assicurati di controllare e regolare sempre il pH. Se non lo fai, il pH può scendere drasticamente nel tempo e causare un blocco dei nutrienti.

In secondo luogo dovresti raccogliere la pioggi quando cade. Evita di raccogliere l'acqua piovana dal suolo, dalle grondaie o dai tetti, perché le impurità si legano alle gocce di pioggia e possono finire con ogni genere di cose, come peli di animali, muffe o sostanze chimiche. Se sei costretto a raccogliere l'acqua piovana dalla grondaia, ad esempio, è essenziale che le grondaie siano pulite, il che significa che dovresti pulirle ogni volta che vuoi raccogliere la pioggia.

Inoltre, se vuoi essere ancora più sicuro, assicurati di lasciare l'acqua intorno alle 48h sotto la luce del sole per assicurarti che sia ancora più pulita. Infine, ricorda che l'acqua piovana contiene meno oligoelementi rispetto all'acqua di rete, quindi è molto probabile che le tue piante presentino una carenza di calmanti, ma questo problema può essere facilmente risolto aggiungendo calmanti durante la miscelazione della soluzione nutritiva e prima di testare il pH.

CONSIGLI COMUNI PER L'ACQUA PIOVANA

Per coloro che hanno ancora dei dubbi sull'uso dell'acqua piovana in giardino, ecco le domande più comuni sull'uso dell'acqua piovana per le piante di cannabis.

POSSO MESOCLARE LA MIA SOLUZIONE NUTRITIVA CON L'ACQUA PIOVANA?

Certamente. S hai raccolto l'acqua in modo corretto, misurato e regolato il pH, puoi usarla come faresti con qualsiasi tipo di acqua.

QUAL È IL MODO MIGLIORE PER RACCOGLIERE L'ACQUA PIOVANA?

Il modo migliore per raccogliere l'acqua è fondamentalmente il più semplice. Basta posizionare un raccoglitore di acqua piovana, un grande secchio o un qualsiasi tipo di contenitore di plastica all'esterno e lasciarlo riempire. Una volta pieno, basta mettere un coperchio (o una rete a maglia fine) e il gioco è fatto!

PER QUANTO TEMPO POSSO CONSERVARE L'ACQUA PIOVANA?

Se conservatta correttamente, l'acqua piovana può essere conservata a luogo. Se si desidera conservare l'acqua per più di un paio di giorni, è consigliabile filtrarla con una rete da 50 micron per rimuovere eventuali uova di zanzare e altre impurità. Una volta filtrata l'acqua piovana, conservala in un contenitore di plastica rigida e metti un coperchio o una rete fine per evitare contaminazioni. Tieni presente che dovresti controllare e regolare il pH dell'acqua piovana solo prima di innaffiare le piante e non prima di conservarla, perché nella maggior parte dei casi pH si alza o si abbassa quando viene conservata. 

COME POSSO CONTROLLARE E REGOLARE IL PH DELL'ACQUA PIOVANA?

Il controllo e la regolazione del pH dell'acqua piovana sono uguali a quelli di qualsiasi altro tipo di acqua. Perciò è sufficiente procurarsi una penna per il pH e controllare il pH; una volta conosciuto il pH, è sufficiente utilizzare soluzioni per abbassare o alzare il pH per regolarlo al pH desiderato. Ricorda che l'atmosfera gioca un ruolo importante sul pH dell'acqua piovana. 

Ad esempio, se non piove da un po' di tempo, può esserci molta polvere nell'aria e la polvere (in alcune aree) ha un alto contenuto di calcio che può far sì che il pH della pioggia sia 8,0 o superiore, ma, dopo un paio d'ore di pioggia, il pH può essere molto più basso, raggiungendo circa 5,8 in un paio d'ore. Questo accade perché la pioggia è in grado di ripulire tutte le particelle di polvere presenti nell'aria, quindi dopo un paio d'ore non ci sarebbe un'altra concentrazione di polvere e l'acqua piovana sarebbe relativamente pulita. Questo è il motivo per cui dovresti controllare il pH sempre e comunque.

POSSO IRRIGARE LE MIE PIANTE DI CANNABIS CON L'ACQUA PIOVANA?

Certamente. Se hai controllato e regolato il pH al livello desiderato, puoi usare l'acqua piovana per il lavaggio senza alcun problema.

10.  METODI DI IRRIGAZIONE DELLE PIANTE DI CANNABIS

Esistono diversi modi per annaffiare le piante di cannabis, dai coltivatori per hobby fino ai coltivatori su larga scala. La cosa più importante è innaffiare bene le piante, indipendentemente dal metodo, ma alcuni metodi sono migliori di altri, a seconda dello stile di coltivazione.

Le coltivazioni all'aperto si affidano per lo più alle piogge o all'irrigazione per un'alimentazione supplementare, ma per le coltivazioni indoor c'è un ventaglio di opzioni tra cui scegliere. I metodi più comunemente utilizzati sono:

  • Alimentazione a goccia - si tratta di allestire un sistema di irrigazione che alimenta le radici dei pantaloni in modo diretto e costante per tutto il giorno. L'acqua viene pompata fino a un sottile tubo gocciolante che rilascia lentamente l'acqua e può essere impossibile l'irrigazione eccessiva e, sebbene richieda un po' di tempo per essere messo a punto, ti farò risparmiare un bel po' nel lungo periodo.
  • Tavoli da allagamento - questo metodo viene utilizzato per le configurazioni idroponiche complete. Posizionando i vasi idroponici su un tavolo grande ma poco profondo che viene allagato, i nutrienti arrivano direttamente alle radici. Anche questo sistema può essere completamente automatizzato e, sebbene consumi una discreta quantità d'acqua, l'eccesso può essere riciclato per un uso successivo ed è stato filtrato.
  • Irrigazione manuale - Il modo più semplice di irrigare è quello manuale, che non richiede quasi nessuna impostazione. A lungo andare, erò, si passerà molto più tempo a innaffiare che con i primi due sistemi. Inoltre, è possibile che molta acqua e, di conseguenza, molti nutrienti vadano completamente sprecati. Questo sistema va bene per le piccole coltivazioni hobbistiche, ma non è l'ideale per le operazioni su larga scala. 
  • Aeroponica - Un metodo idroponico comune che impiega l'uso di ugelli per nebulizzare le radici esposte delle piante di cannabis. Questo sistema utilizza molta meno acqua rispetto ad altre opzioni e può portare a rese sorprendenti.

11.  CONSIGLI EXTRA PER LA DEPURAZIONE DELL'ACQUA

  • Puoi lasciare l'acqua in un secchio a temperatura ambiente a partire da 24 ore fino a un paio di giorni o avere delle pietre d'aria per rimuovere il cloro.
  • È possibile rimuovere il calcio e il magnesio facendo bollire l'acqua, ma senza l'attrezzatura adeguata è impossibile sapere quanto sia efficace.

 

L'importanza della purezza dell'acqua: consigli

Suggerimenti per fornire acqua migliore alle vostre piante di cannabis.
 

  • Tenete presente che la qualità dell'acqua può cambiare nel tempo, quindi è essenziale misurarla o richiedere un'analisi ogni due mesi.
  • Anche se le nostre piante utilizzano alcuni degli elementi che si trovano nell'acqua, è essenziale conoscerne la quantità. Più impurità contiene, meno "buone" sostanze nutritive assorbiranno la vostra pianta.

12. IN CONCLUSIONE

Anche se potrebbe sembrare che sia solo acqua, l'acqua è il composto più essenziale per tutti gli esseri viventi sulla Terra, e nonostante i coltivatori non se ne rendano conto quando iniziano a coltivare, l'acqua è super importante in tutti i processi che le tue piante di cannabis devono eseguire per crescere sane e forti, quindi è super importante sapere esattamente con cosa innaffiare le tue piante.

Ovviamente, puoi innaffiare con qualsiasi cosa tu voglia, ma fornendo acqua di migliore qualità, vedrai una grande differenza nei risultati finali.

Se filtri o purificate l'acqua che usate sulle vostre piante, condividi con i nostri colleghi coltivatori nella sezione commenti qui sotto se hai visto grandi differenze e se ne è valsa la pena.

 

Riferimenti esterni:

  1. Effect of different water quality parameters on acid requirement to lower water pH. -  Bhardwaj, Sushant & Bishnoi, Arvind & Singh, Amandeep & Kumar, Narender. (2018).
  2. The uptake of alkaloids by plants from the soil is determined by rhizosphere pH. - Hijazin, Tahani & Radwan, Alzahraa & Lewerenz, Laura & Abouzeid, Sara & Selmar, Dirk. (2020).
  3. Hardness and total dissolved solids. - Gray, N. (2018).  
  4. Improved Method for Measuring Total Dissolved Solids. - Gilmore, Kevin & Luong, Huan. (2016).
02 December 2020