FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Coltivare Cannabis: Fertilizzanti Organici Vs Sintetici

Decidere tra biologico o sintetico può essere difficile per i nuovi coltivatori poiché entrambi hanno pro e contro.
08 September 2022
10 min read
Coltivare Cannabis: Fertilizzanti Organici Vs Sintetici

Contenuti:
  • 1. Coltivare con sostanze nutritive organiche
  • 2. Coltivazione con nutrienti sintetici/inorganici
  • 3. Organici vs sintetici: pro e contro
  • 3. a. Vantaggi organici
  • 3. b. Controorganici
  • 3. c. Vantaggi sintetici
  • 3. d. Svantaggi sintetici
  • 4. Cannabis e sostanze nutritive
  • 5. è possibile utilizzare contemporaneamente nutrienti organici e sintetici?
  • 6. In conclusione

L'alimentazione con fertilizzanti organici o sintetici è stata a lungo dibattuta e, sebbene i nutrienti organici possano migliorare l'odore e il sapore della cannabis, non sono adatti a tutti i setup di coltivazione. Si dice che i nutrienti sintetici producano fiori dal sapore aspro, ma sono migliori per alcuni tipi di setup, come quelli idroponici.

1. COLTIVARE CON SOSTANZE NUTRITIVE ORGANICHE

I nutrienti biologici delle piante sono derivati da fonti naturali e viventi, si concentrano sul lavoro con i microrganismi per fornire alla tua pianta i nutrienti di cui ha bisogno. Sono fatti con sostanze naturali come letame, guano di pipistrello, farina di ossa, farina di pesce e gesso, possono essere acquistati ma possono anche essere fatti con il compostaggio o con le tecniche KNF.

Poiché i microrganismi devono abbattere i nutrienti, è necessario mantenere un ambiente adeguato in modo che possano funzionare in modo efficiente, ad esempio se la temperatura è troppo bassa funzioneranno più lentamente, impiegando più tempo a rendere disponibili i nutrienti.

 

Organico vs. sintetico

Come funzionano i nutrienti organici e sintetici.
 

Quindi, quando si usano nutrienti organici, ci si prende cura del suolo e dei microrganismi in esso contenuti, se non si riesce a mantenere un buon ambiente in cui prosperino, possono morire. Di solito si dice che i nutrienti organici siano a rilascio lento a causa del tempo impiegato dai microrganismi per scomporre i nutrienti, questo può essere uno svantaggio quando si individuano carenze perché ci vorrà più tempo per correggere la carenza, anche se è possibile preparare tè biologici per fornire rapidamente i nutrienti.

I nutrienti naturali sono un buon modo per aumentare l'aroma e il sapore dei tuoi fiori durante la coltivazione di cannabis biologica. Tieni presente che non sono adatti per la maggior parte delle installazioni idroponiche perché c'è una mancanza di materia organica (suolo) per la sopravvivenza dei microrganismi. I nutrienti sono materia organica, quindi possono attirare più parassiti e insetti rispetto ai nutrienti sintetici.

2. COLTIVAZIONE CON NUTRIENTI SINTETICI/INORGANICI

I nutrienti sintetici o inorganici sono quelli che derivano dai minerali (e non dalla materia vivente) e sono prodotti in laboratorio con un processo che li estrae dai minerali, lasciando le impurità dannose. Questo tipo di fertilizzante contiene minerali che di solito vengono modificati durante la produzione per ottenere un prodotto finale più efficace. I nutrienti inorganici o sintetici possono essere un vantaggio a seconda dell'impostazione della coltivazione, perché i fertilizzanti inorganici hanno un alto livello di disponibilità di nutrienti, a differenza dei nutrienti organici che i microrganismi devono prima scomporre. Contengono una quantità specifica di macro e micro nutrienti, di solito specificata nel flacone, e poiché specificano l'esatta quantità di nutrienti contenuti, di solito è più facile utilizzarli.

Con i nutrienti sintetici si alimenta direttamente la pianta e i nutrienti sono disponibili per la pianta non appena raggiungono le radici; questo può aiutare a risolvere le carenze molto velocemente, ma è anche molto facile bruciare le piante per eccesso di nutrizione. A differenza dei prodotti organici, i nutrienti sintetici possono essere utilizzati sia in terra che in impianti idroponici. Esistono nutrienti idroponici organici, anche se sono più difficili da trovare e sono prodotti specificamente per la coltivazione senza suolo.

3. Organici Vs Sintetici: Pro e Contro

Devi chiederti: perché vengono utilizzati i nutrienti sintetici? Bene, nonostante gli ovvi benefici per i nutrienti biologici, entrambi hanno i loro pro e contro. La scelta di uno di essi dipenderà da ciò che è più appropriato per la tua configurazione in crescita, da ciò che puoi permetterti e da ciò che preferisci.

 

Terriccio

I nutrienti sintetici nutrono direttamente la pianta, mentre quelli organici alimentano i microrganismi del suolo.

Vantaggi Organici 

  • Meno Possibilità di Bruciare la Pianta a Causa di un Eccesso di Nutrienti

Di solito sono a lenta cessione, questo significa che i nutrienti non saranno assorbiti immediatamente, riducendo le possibilità di bruciare le tue piante.

  • Microorganismi Benefici

Prendersi cura dei microrganismi necessari per i nutrienti organici non solo renderà disponibili i nutrienti ma gioverà anche alle tue piante in altri modi, con conseguente crescita maggiore e una pianta più sana.

  • MIGLIORA LA STRUTTURA DEL SUOLO

Un suolo privo di vita microbica è facilmente erodibile dal vento o dalle piogge, mentre un suolo ricco di vita microbica ha una struttura e una sensazione generale molto migliori. Grazie all'abbondanza microbica, ai lombrichi e alle altre creature benefiche che prosperano in un suolo sano, un suolo vivo assume una consistenza compatta ma solida, che affronta le cause dell'erosione compattandosi e tenendosi insieme. Ciò è favorito dalla vita microbica che crea un biofilm vivente che agisce come una sorta di colla, incollando la struttura del suolo a se stessa.

  • Sostenibile e Rinnovabile

I nutrienti organici al 100% sono realizzati con prodotti naturali in modo che il suolo possa essere riutilizzato se curato in modo appropriato, rendendolo meno dannoso per l'ambiente,

  • Meno Sprechi di Nutrienti

Poiché i nutrienti rimangono nel suolo per l'alimentazione dei microrganismi, finirai per sprecare meno nutrienti (e risparmiare denaro).

  • MENO SPRECHI DI NUTRIENTI E DEFLUSSI DI RIFIUTI

Grazie al miglioramento della struttura del suolo, il substrato stesso ha una maggiore capacità di trattenere l'acqua. Ciò consente di dilavare i nutrienti in modo molto più graduale. Inoltre, i nutrienti rimangono nel suolo per un periodo più lungo e i microrganismi possono nutrirsi, il che significa che si finisce per sprecare meno nutrienti (e risparmiare denaro). La riduzione del deflusso è un aspetto positivo, in quanto i nutrienti in eccesso non saranno accessibili alle piante e finiranno per tornare nelle falde acquifere, con effetti duraturi sull'ambiente.

  • Migliora il Sapore e l'Aroma Delle Cime

I coltivatori hanno scoperto che i nutrienti organici non causano l'accumulo di nutrienti, il che rende più facile il lavaggio finale e si finisce con cime più saporite e dall'odore più intenso.

  • MINORI POSSIBILITÀ DI SOVRALIMENTAZIONE E DI BRUCIARE LE SOSTANZE NUTRITIVE

I nutrienti sintetici presentano alcuni vantaggi, ma uno dei problemi principali in cui incorrono molti coltivatori principianti è la sovralimentazione, che può portare rapidamente alla bruciatura dei nutrienti. È un errore comune dei principianti quello di pensare che aggiungendo solo un po' di più di quanto raccomandato sul flacone si ottengano piante sane e rigogliose che dovrebbero produrre raccolti abbondanti. In realtà è vero il contrario. Per la maggior parte, i coltivatori esperti concordano sul fatto che non bisogna mai superare le quantità e i tempi di somministrazione indicati nelle istruzioni, e che si dovrebbe ridurre la percentuale di nuti necessaria a circa il 75% di quanto indicato sul flacone.  I fertilizzanti organici rilasciano lentamente le sostanze nutritive, eliminando così la possibilità di bruciare i nutrienti e quasi tutti gli altri problemi di sovraccarico di sostanze nutritive che possono verificarsi quando si usano miscele di nutrienti sintetici.

 

Vantaggi e svantaggi organici

Vantaggi e svantaggi dei nutrienti organici.

Contro Organici

  • A Lento Rilascio

I nutrienti organici impiegano più tempo ad essere assorbiti dalla pianta perché i microrganismi devono scomporre i nutrienti.

  • Più Lenti ad Ovviare alle Carenze

A causa del rilascio lento, quando la tua pianta mostra carenze, può essere necessario più tempo per ripararlo, a meno che tu non produca tè biologici o modifichi il suolo con nutrienti in polvere per evitare carenze.

  • Probabilità Maggiori di Infestazioni

Gli insetti sono attratti dalla materia organica e i nutrienti organici contengono materia organica, quindi se non prendi precauzioni e controlli il tuo spazio di crescita per gli insetti ogni giorno, puoi ottenere facilmente gli insetti.

  • Posso Essere Più Cari

I nutrienti organici impiegano più tempo a essere prodotti, per questo sono generalmente più costosi dei nutrienti sintetici.

  • POSSONO ESSERE PIÙ DIFFICILI DA APPLICARE AL SUBSTRATO DI COLTIVAZIONE

I nutrienti sintetici sono disponibili in forma concentrata e devono solo essere mescolati con l'acqua al giusto pH e il gioco è fatto. Lo stesso non si può dire di molti fertilizzanti organici. Certo, ci sono pellet o pillole organiche facili da spargere in qualsiasi negozio di giardinaggio, ferramenta o idroelettrico, ma provate a mescolare una tonnellata di letame di mucca a una miscela di terriccio per una grande coltivazione all'aperto. Non ci vorrà molto per sognare i nutrienti sintetici.

  • I LIVELLI DI SOSTANZE NUTRITIVE POSSONO VARIARE NOTEVOLMENTE DA UN SACCO ALL'ALTRO

L'uso di compost, letame o altri fertilizzanti naturali è una scienza imprecisa. Una manciata di letame di una mucca può variare notevolmente rispetto a un'altra, o addirittura alla stessa mucca che ha iniziato a seguire una dieta diversa.  Anche se questo può causare problemi, la natura a lento rilascio dei fertilizzanti organici tende a bilanciare abbastanza bene le cose. Tuttavia, può causare un po' di confusione se si è appena passati dai nutrienti sintetici.

  • LA VELOCITÀ DI DECOMPOSIZIONE DEI NUTRIENTI È RALLENTATA NEI CLIMI PIÙ FREDDI

Il fattore principale che determina la decomposizione è la temperatura ambientale. Questa è guidata dall'azione di funghi e batteri, che sono tutti più veloci nei climi più caldi, mentre in condizioni più fredde tutto rallenta. In ogni caso, le piante di cannabis hanno bisogno di un clima temperato per crescere, il che significa che questo non dovrebbe essere un problema, ma se il clima si sta raffreddando e le piante mostrano segni di carenza, potrebbe essere il momento di aggiungere dei nutrienti sintetici.

Vantaggi Sintetici 

  • Maggiore controllo sui nutrienti

I nutrienti sintetici sono realizzati con una quantità e un rapporto esatti di minerali, questo rende più facile controllare la quantità di nutrienti che stai nutrendo con la tua pianta. In questo modo puoi facilmente fornire più azoto nella fase vegetativa e più fosforo nella fase di fioritura.

  • Capacità di correggere le carenze più rapidamente

Puoi correggere le carenze più rapidamente perché stai alimentando direttamente le radici.

  • Più economico e più facile da trovare

I nutrienti sintetici in bottiglia richiedono meno tempo per essere prodotti, quindi si trovano in ogni negozio di coltivazione e, a causa dell'ampia varietà, sono economici.

  • PIÙ FACILE DA MISURARE E DOSARE

I nutrienti sintetici sono quasi a prova di idiota. Tutti i tipi offerti, dai liquidi ai pellet, ai granuli top-dress, sono corredati da una guida di istruzioni facile da seguire e la solubilità in acqua li rende biodisponibili in pochi minuti. Questo è il motivo per cui le carenze vengono risolte in un periodo di tempo molto più breve.

 

Pro e contro del sintetico

Vantaggi e svantaggi dei nutrienti sintetici.

Svantaggi Sintetici

  • Più Facile Nutrire in Eccesso

Poiché stai alimentando direttamente le radici, è molto facile (e molto comune) bruciare le tue piante a causa dell'eccesso di nutrienti.

  • Accumulo di Nutrienti

I minerali contenuti nei nutrienti sintetici possono accumularsi, ciò significa che la tua pianta può avere un eccesso di nutrienti e può influire sull'odore e sul sapore dei tuoi germogli se non sciacqui correttamente.

  • Poco Rispettoso dell'Ambiente

I nutrienti sintetici non sono ottenuti da risorse rinnovabili e i produttori utilizzano molta energia per produrli, il che è dannoso per l'ambiente.

  • POSSONO AVERE UN IMPATTO SULLA BIODISPONIBILITÀ DEL SUOLO SE USATI PER LUNGHI PERIODI

Sebbene i nutrienti sintetici offrano un nutrimento quasi completo alle piante, a lungo andare possono avere un impatto negativo sulla fertilità del suolo. Sono prodotti, in parte, da composti di sodio che notoriamente irradiano la vita microbica benefica presente nella terra viva. Si può ovviare a questo problema aggiungendo anche macronutrienti o miscele di funghi benefici al substrato di coltivazione, oppure integrando il programma di alimentazione con fertilizzanti organici a lento rilascio. 

  • CON ALCUNI TIPI DI FERTILIZZANTI SINTETICI È NECESSARIA UN'APPLICAZIONE MOLTO PIÙ REGOLARE

Uno dei vantaggi dei fertilizzanti sintetici è la loro biodisponibilità quasi istantanea, ma questo può anche causare qualche grattacapo. Quando si utilizzano la maggior parte dei fertilizzanti sintetici, è necessario alimentare le piante con una frequenza molto più regolare. Questo può essere automatizzato in molti modi diversi, come la classica alimentazione a goccia che si vede in molte piantagioni di cannabis. Se si usano fertilizzanti sintetici con suolo vivo, bisogna tenere presente che la vita microbica può ridursi drasticamente nel corso di una sola stagione.

  • PUÒ CAUSARE PROBLEMI AMBIENTALI ED ECOLOGICI

Oltre a essere dannosi per la vita microbica all'interno del suolo vivo, i nutrienti sintetici possono anche causare problemi di inquinamento nelle falde acquifere e nei corsi d'acqua vicini. Quando il suolo si degrada a causa della perdita di biodisponibilità microbica, il suolo si erode più facilmente, facendo aumentare ancora di più la perdita di nutrienti. I nutrienti contenuti nei fertilizzanti sintetici possono causare problemi riproduttivi in molti animali acquatici e, se le dosi sono sufficientemente elevate, possono anche rendere il corso d'acqua privo di vita.

4. CANNABIS E SOSTANZE NUTRITIVE

Non importa se si usano fertilizzanti organici o inorganici, ci sono circa 17 minerali essenziali di cui le piante di cannabis hanno bisogno, e 3 di questi si trovano nell'aria e nell'acqua (carbonio, idrogeno e ossigeno), ma gli altri 14 devono essere forniti nel terriccio o come soluzione nutritiva. 

SOSTANZE NUTRITIVE PER LE PIANTE DI CANNABIS

Si trova naturalmente nell'aria e nell'acquaDeve essere aggiunto al terriccio o alla soluzione nutritiva
Macronutrienti primariMacronutrienti secondariMicronutrienti  Nutrienti non essenziali
Carbonio (C)Azoto (N)Calcio (C)Boro (B) Alluminio (Al)
Ferro (Fe)
Rame (Cu)Selenio (Se)
Idrogeno (H)Potassio (K)Magnesio (Mg)Cloro (Cl)Cobalto (Co)
Ossigeno (O)Fosforo (P)Zolfo (S)Manganese (Mn)  Silicio (Si)
Molibdeno (Mo)

 

Oltre ai macro e ai micronutrienti, ci sono altri nutrienti considerati non essenziali, perché le piante non mostreranno carenze di nutrienti se non vengono forniti, ma faranno un'enorme differenza nella crescita delle piante se vengono forniti.

5. È POSSIBILE UTILIZZARE CONTEMPORANEAMENTE NUTRIENTI ORGANICI E SINTETICI?

Certamente sì. Poiché entrambe le opzioni hanno una lunga lista di pro e contro, che spesso si oppongono direttamente l'una all'altra, molti coltivatori (soprattutto quelli all'aperto) preferiscono usare un equilibrio di entrambe le opzioni. A lungo andare, alle piante non importa da dove provengono le sostanze nutritive, purché ci sia un sano equilibrio di tutto ciò di cui hanno bisogno. È possibile combattere molti dei problemi che possono insorgere usando solo sintetici o organici, utilizzando invece un mix di entrambi. Ricordati solo che, per la maggior parte, i fertilizzanti organici funzionano meglio per le miscele di terriccio, mentre i nutrienti sintetici sono più indicati per gli impianti idroelettrici.

6. In Conclusione

I nutrienti organici e sintetici hanno entrambi pro e contro e la decisione finale è solo tua. Se sei un principiante, può essere difficile sceglierne uno, ti consigliamo di provare entrambi e decidere quale ti si addice meglio. Assicurati di capire cosa è necessario utilizzare in modo efficace ed evitare di perdere tempo e denaro.

08 September 2022