Migliori Nutrienti Per Le Colture Idroponiche

La coltivazione idroponica significa coltivare senza terriccio, utilizzando un tipo molto specifico di nutrienti.
03 July 2020
3 min read
Migliori Nutrienti Per Le Colture Idroponiche

Contenuti:
  • 1. Coltivare senza terriccio
  • 2. Come scegliere buoni nutrienti idroponici?
  • 3. Cure necessarie quando usi nutrienti in idroponica
  • 4. In conclusione

La coltura idroponica è un modo di crescere dove non hai bisogno delle terra o di qualsiasi tipo di substrato  (anche se puoi). In questo modo espone le radici direttamente a una miscela ossigenata di acqua e sostanze nutritive, rendendo disponibili le sostanze nutritive quando la pianta ne ha bisogno.

1. Coltivare senza terriccio

 Essa può riferirsi a qualsiasi tipo di coltivazione in cui il terriccio non viene utilizzato (come la coltura idroponica o l'aeroponica).

I vantaggi di questi metodi sono che immergi le radici in una ricca soluzione nutritiva, permettendo alle tue piante di nutrirsi quando vogliono e strettamente con la quantità di cui hanno bisogno.

 

L'idroponica è il metodo più usato per crescere senza suolo.

Essendo direttamente esposti alla soluzione nutritiva, possono nutrirsi senza dover "combattere" contro il suolo, permettendo alla pianta di crescere più grande senza che le radici debbano crescere troppo. Ciò si traduce in uno sviluppo più rapido e può comportare un raccolto complessivamente più rapido.

2. Come scegliere buoni nutrienti idroponici?

Quando stai cercando buoni nutrienti idroponici devi trovare un marchio che fornisca tutti i nutrienti di cui la pianta ha bisogno e nelle giuste quantità.

Questa è una quantità media di fosforo (P) e un'elevata quantità di azoto (N) e potassio (K) nella fase vegetativa.

E meno azoto (N) e un alto livello di fosforo (P) e potassio (K) nella fase di fioritura.

 

N, P e K sono i principali nutrienti di cui le piante di cannabis hanno bisogno.

Dovresti usare solo sostanze nutritive appositamente progettate per i sistemi idroponici. Contengono una grande quantità di micronutrienti, tra cui magnesio, calcio, ferro e zolfo che la tua pianta ottiene dal terreno, ma poiché in questo metodo non c'è terreno, dovresti fornire tu stesso tutti i micronutrienti.

Inoltre, tieni presente che quasi tutti i nutrienti organici hanno bisogno della materia organica per funzionare, dipendono dai microrganismi e i microrganismi dipendono dal suolo che non è disponibile in coltura idroponica, quindi fai molta attenzione quando acquisti i nutrienti.

Nota. Se stai utilizzando acqua filtrata, dovresti anche cercare di aggiungere i seguenti nutrienti: boro, cobalto, rame, manganese, molibdeno e zinco.

Questo perché i filtri non solo rimuovono le impurità ma rimuovono anche i minerali nell'acqua, non fornendo tutti i micronutrienti può causare carenze.

3. Cure necessarie quando usi nutrienti in idroponica

Non c'è molto che devi fare durante l'alimentazione in idro, oltre a controllare e regolare il pH della soluzione quotidianamente.

Poiché le radici sono esposte direttamente nell'idro, anche il minimo cambiamento nel livello del pH può scioccare le piante, arrestare la crescita e non consentire loro di assorbire correttamente i nutrienti.

Un misuratore di pH è essenziale nella coltivazione idroponica per assicurarsi che le piante assorbano correttamente i nutrienti.

Per una crescita ottimale, avrai bisogno di un misuratore del pj e assicurati di mantenere un livello di pH compreso tra 5,5 e 6,5. Ciò dipenderà ovviamente dal ceppo e dai nutrienti utilizzati. Ricorda inoltre che il livello di pH può variare a seconda che la tua configurazione utilizzi qualsiasi mezzo (come fibra di cocco, lana di roccia, perlite, ecc.).

È fondamentale fornire alle piante un ambiente di coltivazione perfetto perché saranno direttamente affettati dai nutrienti, a differenza di quando crescono in un terreno come il terreno che non espone le radici direttamente alla soluzione.

4. In conclusione

A differenza della coltivazione nel suolo, l'idroponica richiede un'attenzione e cure speciali.

La coltura idroponica può consentire di coltivare fiori migliori rispetto al suolo, ma pagando il prezzo di dover essere presente 24 ore su 24, 7 giorni su 7, poiché un leggero malfunzionamento di qualsiasi attrezzatura nella tua installazione potrebbe causare la morte di tutte le tue piante.

Consigliamo vivamente ai coltivatori di provare la coltura idroponica, ma ti consigliamo di avere bisogno di un po 'di esperienza per poter raccogliere con successo le tue piante.

03 July 2020
Comments