Come Coltivare Piante di Cannabis Autofiorenti in una configurazione Idroponica

L'idroponia è la strada da percorrere se vuoi coltivare piante con alte prestazioni e fiori di qualità.
08 May 2020
6 min read
Come Coltivare Piante di Cannabis Autofiorenti in una configurazione Idroponica

Contenuti:
  • 1. Cosa sono ph e livelli di ppm?
  • 2. Misurare e aggiustare i livelli di ph e ec
  • 2. a. Configurazioni idrauliche: flusso e riflusso e flusso continuo
  • 2. b. Configurazione idroponica: deep water culture (dwc)

La coltura idroponica è una tecnica ben nota per la coltivazione indoor. Questa tecnica consiste nell'immergere le radici della pianta in una soluzione di acqua miscelata con sostanze nutritive e fornire molto ossigeno. L'uso di questo metodo significa che non c'è terreno e che le piante crescono in un terreno di coltura sterile e inerte.

Il metodo idroponico fornisce i nutrienti, l'acqua e l'ossigeno direttamente alle radici. Poiché non sono necessarie radici massicce o energia extra per assorbire i nutrienti, le piante crescono molto più velocemente e più grandi.

1. Cosa sono pH e Livelli di PPM?

Prima di parlare delle diverse configurazioni idroponiche, dobbiamo avvertire che nella coltivazione idroponica è essenziale misurare i livelli di pH e PPM ogni giorno. Usiamo il pHmetro per sapere quanto basica o acida è la nostra soluzione e il misuratore EC viene utilizzato per misurare i livelli di PPM (PPM significa particelle per milione).

 

Usa il pHmetro per controllare l'assunzione di nutrienti per la tua pianta di cannabis.

Un modo semplice per capirlo è che misuriamo i livelli di pH per essere sicuri che l'assunzione di nutrienti della nostra pianta sia ottimale. Misuriamo i livelli di PPM per assicurarci di dare la giusta quantità di nutrienti alla nostra pianta e per garantire che la nostra pianta assorba nutrienti.

2. Misurare e Aggiustare i Livelli di pH e EC

In coltura idroponica, è essenziale misurare i livelli di pH e PPM ogni giorno, preferibilmente ogni volta che nutriamo le nostre autofiorenti. È necessario misurare il deflusso e la soluzione in corso e confrontare.

I livelli di PH dovrebbero essere intorno a 5,5-5,8. Se sono troppo alti o troppo bassi, la tua pianta avrà problemi ad assorbire i nutrienti. Puoi utilizzare una soluzione di regolazione del pH (pH su o pH giù) e misurare di nuovo fino a quando è il più vicino possibile alla quantità desiderata.

I livelli di PPM salgono per ogni fase, quindi ecco un tavolo per visualizzarli meglio:

 

Livelli ottimali di PPM in ogni fase della crescita delle piante di cannabis.

Nota: se i livelli di PPM sono troppo bassi o troppo alti, la tua autofiorente mostrerà sintomi di alimentazione insufficiente o eccessiva.

3. Configurazioni Idroponiche

Indipendentemente dal sistema idroponico che scegli, avrai bisogno di una pompa dell'acqua, a volte una pietra ad aria, un timer e un serbatoio per contenere i nutrienti e l'acqua di cui hai bisogno per nutrire le tue piante. Assicurati di scegliere un serbatoio abbastanza grande in modo che possa contenere abbastanza acqua e sostanze nutritive per un paio di settimane.

Il serbatoio deve avere un coperchio in modo che la soluzione non evapori. Avrai bisogno di un altro serbatoio per trattenere l'acqua dove puoi testare e regolare il pH. Si consiglia di averne una terza nel caso in cui una delle altre due interruzioni. Il serbatoio contenente la soluzione nutritiva deve essere isolato in modo da poter controllare la temperatura.

Configurazioni idrauliche: flusso e riflusso e flusso continuo

Questo sistema idroponico è abbastanza semplice ed è la scelta più popolare tra i coltivatori perché non richiede troppo lavoro, richiede poca manutenzione e molto produttivo. Questo sistema è ideale per i principianti.

Il flusso e riflusso agiscono posizionando il nostro serbatoio sotto il letto in crescita. La pompa dell'acqua si accende per riempire il letto di crescita (dove si trovano le piante) ogni 15 minuti con la nostra soluzione. Quando raggiunge il livello più alto, la pompa si spegne e la soluzione viene quindi scaricata attraverso un tubo.

In questa configurazione, puoi utilizzare ciottoli di fibra di cocco, perlite o argilla per sostenere la tua pianta. Crescendo in modo idroponico hai bisogno di una sorta di mezzo in modo che le radici possano trattenersi su qualcosa.

L'impostazione idroponica di riflusso e flusso / flusso continuo è sostanzialmente la stessa con lievi variazioni nelle dimensioni e altezza dei tubi di scarico.

Con sostanzialmente la stessa configurazione dell'Ebb e del flusso, la tecnica del flusso continuo è l'opposto. Questo metodo consiste nel fornire un flusso continuo di soluzione. Il flusso infinito di acqua scorre intorno alle radici, permettendo loro di assorbire ciò di cui hanno bisogno. A differenza dell'Ebb e del flusso, questo si riempie fino al limite e poi si scarica tutto in una volta.

Configurazione Idroponica: Deep water culture (DWC)

La coltura in acque profonde è uno stile di coltivazione idroponica che può o meno utilizzare un mezzo come perlite, cocco o ciottoli di argilla. In una configurazione DWC, hai un serbatoio riempito con una miscela di acqua e sostanze nutritive, il coperchio contiene pentole o reti speciali con le loro radici che si allungano verso il basso con parte di esse immerse nella soluzione, in questo modo hanno sostanze nutritive disponibili tutto il giorno e possono assorbire i nutrienti quando vogliono.

Crescita idroponica: coltivazione di cannabis in acque profonde.

Come sappiamo, l'ossigeno è essenziale per le piante, quindi è necessario utilizzare una pompa ad aria (aka pietra ad aria) in questa configurazione per mantenere l'ossigenazione della soluzione.

Configurazione Idroponica: Aeroponia 

Aeroponica è una tecnica molto simile alla tecnica DWC menzionato in precedenza. L'impostazione è la stessa, un serbatoio riempito con una soluzione di acqua e sostanze nutritive. La differenza è, invece di immergere le radici, le lasciamo sospese a mezz'aria, usando uno spruzzatore per appannare l'acqua direttamente sulle radici ogni 3-5 minuti.

Con il metodo aeroponico le radici sono sospese a mezz'aria e annaffiate direttamente con uno spruzzatore ogni 3-5 minuti.

Il serbatoio deve essere resistente alla luce e all'acqua che aiuta a creare un ambiente altamente umido. Non è necessario utilizzare una pietra ad aria poiché le radici sono letteralmente circondate dall'ossigeno.

 

Configurazione Idroponica: Irrigazione a Goccia e Irrigazione a Goccia Continua

Il metodo di irrigazione a goccia consiste nell'avere un grande serbatoio con tubi che raggiungono ogni vaso singolarmente. Sulla punta dei tubi, ci sono gocciolatori che sono posizionati sopra il terreno di coltura (questo metodo può essere utilizzato con terreni idroponici o terreno).

Devi programmare un timer che controlla la quantità di soluzione e la frequenza di alimentazione delle tue piante. Quando il timer si accende, viene attivata una pompa dell'acqua, irrigando la pianta per il tempo esatto programmato, non una goccia in più, non una goccia in meno. Normalmente vengono annaffiati con incrementi di 15 minuti e per una durata di circa 4 minuti. Non devi nemmeno essere lì per dar loro da mangiare. Idealmente, dovresti solo verificare se il sistema funziona correttamente e il gioco è fatto.

Questa è un'opzione perfetta per i principianti. Tranne il controllo sul sistema di tanto in tanto non richiede molta azione pratica.

Esiste un adattamento della tecnica di irrigazione a goccia chiamata Irrigazione a goccia continua. Utilizza la stessa configurazione ma invece di irrigare quando il timer si accende, la pompa dell'acqua non si spegne mai, fornendo un flusso continuo di soluzione per l'impianto. Come nella tecnica DWC, in questo modo le piante possono essere alimentate ogni volta che è necessario e si tradurranno in una crescita più rapida e piante molto più grandi.

4. In Conclusione

Le autofiorenti coltivate in configurazioni idroponiche cresceranno molto più alte e più veloci a causa di una costante alimentazione di nutrienti e acqua. Si svilupperanno più rapidamente e produrranno gemme più fragili con più terpeni rispetto alle piante che crescono nel terreno normale, con una qualità complessivamente migliore.

Qualsiasi ceppo farà eccezionalmente bene nella crescita idroponica. Se hai abbastanza spazio nella tua grow room, prova a coltivare uno dei grandi produttori come il nostro Orange Sherbet Auto. L'impianto idroponico la consentirà di svilupparsi completamente con conseguente resa enorme.

Orange Sherbet Auto
Orange Sherbet Auto
Geni
Sativa 70%/Indica 30%
Genetica
Orange Sherbet Auto
Raccolto
9 – 10 weeks
Produzione
500 – 650 gr/m2
Altezza
110 – 150 cm
THC
Fino a 24%
CBD
< 1%
Autofiorente
Si
Buy seeds from 13,00 €
1 fem
13,00 €
2 fem
24,00 €
3 fem
36,00 €
5 fem
55,00 €
10 fem
99,00 €
25 fem
215,00 €
50 fem
365,00 €
100 fem
590,00 €
500 fem
1 950,00 €
1000 fem
3 400,00 €
Pack
3 fem
Aggiungi al carrello
36,00 €
 

Ricorda che insieme ai metodi recentemente scoperti puoi ancora applicare tecniche di allenamento su di lei, per supportarla nella fase di fioritura puoi usare bastoncini di bambù.

Consigliamo vivamente di prendere in considerazione queste tecniche e promettiamo che il risultato finale (se fatto correttamente) può essere infinitamente migliore di qualsiasi pianta cresciuta nel terreno.

08 May 2020
Comments