FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Luci Indoor per Coltivare Cannabis: LED vs Lampade HID

Per i nuovi coltivatori può essere facile perdersi tra le diverse lampade. Come puoi decidere la migliore?
12 August 2022
10 min read
Luci Indoor per Coltivare Cannabis: LED vs Lampade HID

Contenuti:
  • 1. Lampade
  • 1. a. Costo
  • 1. b. Alimentatore
  • 1. c. Riflettore
  • 1. d. Aria condizionata
  • 1. e. Manutenzione delle lampade
  • 1. f. Temperatura
  • 1. g. Spettro
  • 2. Luci led
  • 2. a. Costo
  • 2. b. Manutenzione led
  • 2. c. Temperatura
  • 2. d. Spettro
  • 3. Led vs lampade
  • 4. In conclusione

Le lampadine sono generalmente più economiche ma emettono più calore e richiedono una maggiore manutenzione, mentre i LED sono più costosi ma producono meno calore, rendendo più facile il controllo della temperatura nella tenda di coltivazione e consumando meno elettricità, con un conseguente risparmio economico.

Per scegliere la lampada migliore è necessario sapere cosa si adatta meglio alle proprie esigenze. La scelta della lampada migliore per le tue piante dipende interamente dalla tua configurazione e dal tuo budget. Se stai iniziando ora, tieni presente che la cannabis produce tricomi per proteggersi dai raggi UV, quindi più luce le date, più tricomi produrrà, ottenendo cime migliori e più dense.

1. Lampade

Le lampade HID (scarica ad alta intensità) sono la luce di coltivazione "classica". Sono stati i primi tipi di luce utilizzati per la coltivazione indoor e sono ancora largamente utilizzate oggi. Questo perché sono più economiche rispetto ai LED e la loro efficienza è stata dimostrata nel corso degli ultimi anni quando coltivare indoor è sempre più praticato.

 

Luci di coltivazione a lampadina

Gli alogenuri metallici e il sodio ad alta pressione sono le lampade più utilizzate per la coltivazione indoor di cannabis.
 

Le lampade si trovano essenzialmente di due tipi: alogenuri metallici (MH) e sodio ad alta pressione (HPS), e sebbene entrambi siano essenzialmente la stessa cosa, vengono utilizzati in diverse fasi del ciclo di vita della pianta.

Costo

Le lampade sono relativamente economiche, ma avrai bisogno di più attrezzature per sfruttarle al massimo, finendo per costare circa $100 o poco più. L'attrezzatura di cui avrai bisogno è:

Alimentatore

Avrai bisogno di un alimentatore per regolare la quantità di elettricità consumata dalla lampada, ciò prolungherà di conseguenza la durata della lampada. A volte l'alimentatore può anche essere integrato di un dimmer, per controllare l'intensità della luce che stanno ricevendo le piante.

 

Ballast che controlla la quantità di elettricità consumata dalla lampadina

Un alimentatore viene utilizzato per controllare la quantità di elettricità consumata dalla lampada e può anche funzionare come dimmer.
 

Tenere presente che le lampade non devono essere abbassate fino a quando non ottengono almeno 100 ore di utilizzo al 100% di potenza, in questo modo possono stabilizzarsi. La riduzione della luminosità può ridurre l'efficienza e influire anche sullo spettro.

Riflettore

Un riflettore ti aiuterà a dirigere tutta la luce verso le tue piante.

 

Cappuccio per bulbi per la coltivazione di cannabis in interni

Le cappe riflettenti vengono utilizzate per reindirizzare la luce verso il basso, consentendo di utilizzare il 100% della luce prodotta dalle lampade.
 

Se non lo stavi usando, la luce si sarebbe diffusa in tutta la tenda da coltivazione, ma usando il riflettore, sarà diretta verso il basso, evitando lo spreco di luce preziosa e le bollette energetiche che ne derivano.

Aria condizionata

Quando coltivi molte piante, avrai bisogno di più potenza. Le potenze più comuni per le lampadine HID da coltivazione indoor sono 400W, 600W e 1000W. Ciò può aumentare la temperatura nella grow room, quindi il modo migliore per evitarlo è quello di aggiungere una piccola ventola di scarico insieme al riflettore. I condotti, insieme alla ventola di scarico, espelleranno tutta l'aria calda fornendo uno scambio d'aria costante che manterrà equilibrata la temperatura nella tua stanza di coltivazione.

 

Cappa raffreddata ad aria

Il raffreddamento ad aria è essenziale quando si cresce con le lampade in quanto ciò garantirà che non aumentino la temperatura nella tenda di coltivazione.
 

Poiché si tratta di uno scambio d'aria chiuso, l'aria che esce non avrà odore di cannabis. Questo ti evita di dover far passare l'aria attraverso un filtro a carbone. Puoi trovare le calotte dei riflettori chiuse già adattate, quindi è abbastanza facile e ne vale sicuramente la pena dato che l'alta temperatura può causare stress. I due tipi principali di riflettori a calotta chiusa sono di forma quadrata (come mostrato sopra) o tubolare. Il design quadrato offre una migliore diffusione della luce in modo più uniforme, ma ha un costo più elevato. Il design a tubo (solitamente chiamato "cool tube") offre ancora una buona diffusione della luce, ma è più adatto alle tende da coltivazione più piccole che alle grandi aree di coltivazione.

Manutenzione delle lampade

Le lampade non necessitano di molta manutenzione oltre alla pulizia e alla sostituzione di una lampada bruciata. Cambiare le lampade è facile, basta estrarre quella bruciata e installare quella nuova, non è necessario cambiare l'intero apparecchio, solo la lampada. Ora la pulizia richiederà un po 'più di lavoro. Poiché la ventola di scarico aspira calore, può portare polvere all'interno della calotta del riflettore, quindi dovrai pulirla almeno due volte l'anno (preferibilmente dopo ogni raccolta).

 

Cappuccio con riflettore

Poiché lo scarico può attrarre la polvere, è necessario pulirlo almeno due volte all'anno.
 

Ricorda di scollegare tutto prima di pulirlo e usa un panno in microfibra leggermente inumidito in una miscela 50/50 di acqua e alcool isopropilico per pulirlo accuratamente.

Assicurati inoltre che l'intero apparecchio, in particolare la lampada, sia completamente asciutto prima di ricollegarlo nuovamente poiché le lampade possono esplodere se sono troppo calde e entrano in contatto con l'acqua. Se la tua lampada si brucia nel cuore della notte, non sarai in grado di sostituirla fino al mattino, quindi è essenziale disporre di lampade di ricambio. La mancanza di luce quando le tue piante dovrebbero ricevere luce le farà stressare.

Temperatura

Come detto sopra, è essenziale raffreddare le lampade, possono effettivamente emettere molto calore (a seconda della potenza) e potrebbero mostrare segni di stress da calore o addirittura diventare ermafroditi. Ciò renderà anche difficile regolare e controllare il tuo ambiente di coltivazione quando stai usando più di una o più lampade con una potenza elevata. Questo perché la temperatura scende drasticamente quando le luci sono spente e poi si alzano improvvisamente quando sono accese. Se stai crescendo in un luogo freddo, le lampade possono aiutarti a mantenere alta la temperatura.

Spettro

Sebbene esistano diversi tipi di bulbi, i coltivatori utilizzano principalmente lampade a ioduri metallici e sodio ad alta pressione. Entrambi sono simili con la differenza che emettono diversi spettri di luce.

 

Spettri luminosi nella cannabis

Spettri di luce ideali per ogni fase della crescita della cannabis.
 

Mentre le MH emette uno spettro blu, ideale per lo stadio vegetativo della cannabis per indurre la crescita delle piante, i bulbi HPS emettono uno spettro rosso, perfetto per lo stadio di fioritura. Questo significa che dovrai cambiare le lampade durante la transizione dalla fase vegetativa alla fase di fioritura.

2. LUCI LED

Anche se i LED sono sul mercato da un po' di tempo, sono ancora considerati nuovi e persino meno efficaci delle lampade convenzionali da molti coltivatori.

 

Apparecchio di illuminazione a led 

Le lampade a led emettono un colore chiaro molto luminoso e distinto.
 

Detto questo, ultimamente, ci sono state molte aziende che producono apparecchi a LED davvero buoni che possono essere al pari delle lampade o anche meglio, anche se possono costare fino a 10 volte di più rispetto agli apparecchi convenzionali.

Costo

I LED possono essere molto costosi, la maggior parte dei coltivatori li evita a causa del loro prezzo elevato, alcuni arrivando a costare anche 100€. Ovviamente, troverai quelli più economici ma il consenso generale è che se stai pensando di acquistare un LED da 100€, avrai migliori risultati con una lampada HPS. Il prezzo elevato comporta tuttavia un vantaggio. I LED consumano fino al 60% di energia in meno e ammortizzerai il costo nel tempo. Anche se questo può sembrare inutile per le persone che coltivano per consumo personale in quanto non trarranno profitto dalle loro piante. Ci sono coltivatori che producono i propri LED, questo è un buon modo per fornire LED di alta qualità senza spendere troppo, ma ovviamente hai bisogno di conoscenza in quanto dovrai costruirli e ripararli se si rompono.

Manutenzione LED

I LED non necessitano di manutenzione se non per pulirla dopo ogni ciclo. Un LED di buona qualità avrà bisogno di molto tempo prima di richiedere qualsiasi tipo di riparazione e di solito sono costituiti da centinaia di singoli LED, quindi non dovrebbe essere super costoso cambiare un piccolo diodo LED.

Temperatura

I LED sono più efficienti delle lampade, essendo in grado di produrre la stessa intensità con fino al 70% di energia in meno. Dovrai fornire un buon flusso d'aria e scarico in entrambi i modi, ma la luce a LED non produrrà calore, anche se possono imbiancare le tue piante se sono troppo vicine.

723

Spettro

Questo è dove i LED vincono la sfida. Mentre ogni tipo di lampada produce uno spettro luminoso, un singolo apparecchio a LED può produrre tutte le lunghezze d'onda, fornendo una luce a spettro completo per le tue piante.

 

LED a spettro completo in una tenda interna.

Ciò significa che non sarà necessario modificare altro che il ciclo di luce quando si passa alla fase di fioritura. Se stai usando un buon LED, vedrai la differenza nella crescita, qualità e salute generale delle tue piante.

LA DIFFERENZA TRA LUCI DI COLTIVAZIONE A LED A SPETTRO COMPLETO E MISTO

Esistono due categorie principali per quanto riguarda le luci di coltivazione a LED, ed entrambe presentano una serie di vantaggi e svantaggi. Le due opzioni sono "spettro completo" (noto anche come "spettro ampio" o "LED bianchi") o "spettro misto" (noto anche come "spettro a banda stretta" o "blurples"). Facciamo un'analisi approfondita di entrambe le opzioni.

LUCI DI COLTIVAZIONE A LED A SPETTRO COMPLETO

Le piante (compresa la cannabis) amano un'ampia gamma di lunghezze d'onda della luce. Ma per la fotosintesi amano in particolare la banda tra i 400 e i 700 nanometri. Questa è comunemente nota come gamma PAR (Photosynthetically Active Radiation).

 

 

Come suggerisce il nome, le luci di coltivazione LED a spettro completo coprono l'intera gamma della luce solare naturale. Questo comprende la gamma da 400 a 700 nanometri e tutte le altre. Le luci LED a spettro completo cercano di imitare il più possibile la luce del sole, ma questo può far sì che parte dell'energia venga riflessa dalla pianta stessa e vada sprecata.

Vediamo rapidamente come le diverse lunghezze d'onda della luce aiutano la crescita delle piante.

LUCE ROSSA LONTANA (720 - 740 NM)

Questa gamma di luce attraversa la chioma superiore più densa e aiuta la crescita delle parti inferiori della pianta. Può anche contribuire ad accelerare il tempo di fioritura complessivo e aiuta la pianta a produrre le foglie a ventaglio più grandi possibili.

LUCE VERDE (500 - 600 NM)

Anche questa gamma contribuisce alla penetrazione della luce nella parte inferiore della chioma. Pur rientrando nella banda d'onda fotosinteticamente attiva di 400-700 nm, si ritiene che abbia un effetto meno evidente di quello della luce blu o rossa.

LUCE BLU (400 - 520 NM)

Questa gamma ha un forte effetto sulla fotosintesi delle piante, ma una sovraesposizione può causare problemi. Ha una risposta diretta alla quantità di clorofilla presente nelle foglie e allo spessore delle stesse.

LUCE ROSSA (630 - 660 NM)

Ricorda che questa lunghezza d'onda abbia il maggiore impatto sui tassi di fioritura e di germinazione dei semi ed è essenziale per stimolare una forte crescita degli steli.

Il vecchio mito secondo cui solo la gamma da 400 a 700 nm è utile per la coltivazione della cannabis sta venendo lentamente ma inesorabilmente ribaltato. Con l'ondata di legalizzazione della cannabis che sta lentamente ma inesorabilmente travolgendo il mondo, vengono condotte sempre più ricerche legali e sottoposte a revisione paritaria. Questi studi dimostrano che l'intero spettro è importante per la produzione completa di cannabinoidi e terpeni. Un altro vantaggio delle luci di coltivazione a spettro completo è che è molto più facile identificare problemi come carenze di nutrienti, problemi di parassiti e malattie.

LUCI DI COLTIVAZIONE A LED A SPETTRO MISTO

Questo tipo di luci di coltivazione offre una banda molto più stretta e mirata dello spettro luminoso. Ciò significa che viene sprecata meno energia luminosa, ma anche che alcune lunghezze d'onda importanti potrebbero non essere presenti. Molti coltivatori di cannabis si affidano ai "blurples" (chiamati così per la luce rosata/violacea che emettono), ma con le nuove ricerche condotte è abbastanza chiaro che il premio per la migliore luce LED va ai LED a spettro completo. Questo non significa che le luci di coltivazione a spettro stretto non funzionino, anzi. Fanno un lavoro fantastico e possono aiutarti a produrre rese enormi. Sono molto più economiche dei LED a spettro completo e possono fare un'enorme differenza nei costi complessivi di installazione. Quindi, quale tipo di luce di coltivazione a LED scegliere? È una domanda difficile a cui rispondere. Devi valutare tutti i pro e i contro e prendere la decisione giusta per te. Tuttavia, se puoi permetterti una luce a spettro completo, è difficile rinunciarci!

3. LED vs lampade

Indipendentemente dal tipo di luce che scegli, ti consigliamo di acquistarne una di buona qualità. Ricorda, la luce è il fattore principale nella crescita delle piante, influirà direttamente sulla tua pianta e può essere il fattore decisivo per un raccolto di successo. Come guida generale, ti consigliamo di scegliere una lampada convenzionale se coltivi 2-3 piante per il tuo consumo, poiché avrai un basso costo iniziale. Sono anche consigliati se riesci a coltivare con una bassa temperatura.

 

Apparecchio LED

Le buone luci a LED renderanno le tue piante perfettamente felici e in salute.
 

I LED sono raccomandati quando hai un grande budget da spendere per la tua grow room e vuoi risparmiare sulla bolletta della luce. O se stai coltivando in un luogo in cui è illegale, poiché potresti voler ridurre il consumo di energia senza perdere la qualità. È anche consigliato se stai crescendo in un clima caldo e vuoi evitare l'uso di un condizionatore. In questa epoca futuristica della coltivazione della cannabis, molti coltivatori indoor utilizzano un mix di luci HID e LED per offrire i vantaggi di tutti i diversi tipi di illuminazione. Tutti hanno il loro posto e il loro utilizzo. Quindi, perché non approfittare di tutta la tecnologia disponibile e scegliere una serie di opzioni di illuminazione per il tuo prossimo impianto indoor?

4. In Conclusione

La decisione finale dipenderà principalmente dal budget e dallo spazio disponibile. Le lampadine possono essere migliori per un piccolo numero di piante mentre i LED sono migliori quando è necessario coltivare molte piante in un piccolo spazio. Questo perché i LED sono più piccoli e puoi montarne fino a 2 o 3 in una tenda, mentre una lampada con alimentatore è relativamente più grande e può essere difficile adattarne più di uno nella maggior parte delle tende. Un'altra cosa da tenere a mente è il costo. Se opterai per una lampada convenzionale, il costo iniziale sarà inferiore ma vedrai un notevole aumento nella bolletta della luce. E sebbene i LED possano avere un costo iniziale elevato, consumano così poca energia che non noterai una grossa differenza alla fine del mese.

12 August 2022