FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Cannabis Matura: Come Riconoscerla

Come cercare i segni che la tua autofiorente si sta preparando per essere tagliata e cosa significano.
18 May 2020
3 min read
Cannabis Matura: Come Riconoscerla

Contenuti:
  • 1. Indicazioni del produttore.
  • 2. Osservare i pistilli
  • 3. Differenti stati dei tricomi
  • 4. Diminuzione dell'utilizzo dell'acqua
  • 5. Foglie ingiallite e morenti
  • 6. In conclusione

Capire quando si ha davanti una cannabis matura per la raccolta è importante.

Infatti, una delle domande più frequenti è quando è matura la cannabis e quando si possa procedere alla raccolta.

Tuttavia, c’è da chiarire che non c’è un tempo preciso: per individuare il momento più idoneo, infatti, è necessario conoscere l’anatomia della pianta di cannabis, così da interpretare i segnali che da questa derivano.

In genere, la raccolta è consigliata a cannabis matura, quando la quantità e la qualità di THC sono al loro massimo.

Per questo motivo, è fondamentale saper riconoscere i segnali che indicano quando la pianta sia pronta.

1. Indicazioni del Produttore.

Quando si acquistano i semi, le indicazioni presenti sulla confezione danno un'idea approssimativa di quale sia la durata del ciclo di fioritura.

Tuttavia, il consiglio è quello di non affidarvi mai troppo alle tempistiche indicate sulla confezione: si tratta di un numero di settimane orientativo.

In realtà, la crescita e la maturazione dipendono dalle condizioni di crescita della pianta: questa può richiedere più o meno tempo.

Potete utilizzare le indicazioni del produttore come linea guida generale per iniziare a cercare i segnali di maturazione.

2. Osservare i Pistilli

I pistilli sono i peli bianchi che si vedono quando la pianta inizia a fiorire e la cui funzione è catturare il polline: se non riescono a prenderlo, diventano marroni e iniziano ad avvizzire.

 

Purple Lemonade alla sua settimana 10 pronta per essere raccolta, dal nostro coltivatore BigDaddyK di GrowDiaries.

Questo è un segno che indica che si è dinanzi ad una cannabis matura.

Nel caso in cui si abbia a che fare con una cannabis autofiorente, però, questo metodo non è accurato, anche in presenza di una percentuale di pistilli marrone superiore alla metà.

Infatti, la pianta potrebbe avere bisogno ancora di un paio di giorni o settimane per essere del tutto matura.

3. Differenti Stati dei Tricomi

I tricomi sono piccole ghiandole a forma di fungo e costituiscono la parte anatomica più importante della pianta, in quanto producono cannabinoidi e terpeni

Non sono visibili ad occhio nudo, per cui avrete bisogno di usare una lente d'ingrandimento, un microscopio o una fotocamera davvero buona. 

I tricomi hanno diversi stati di degrado, che si identificano per il loro colore, il quale va dal trasparente e chiaro all’opaco e poi all’ambra.

A seconda del colore, il prodotto finale avrà un effetto diverso: 

  • i tricomi chiari hanno un effetto in genere associato alla varietà sativa, quindi danno una maggiore energia, allegria ed euforia, come la Pineapple Express Auto, la quale è pronta per la raccolta in solo 10 settimane;
  • i tricomi ambrati danno un effetto sedativo, che in genere viene associato ai ceppi indica, come Gelato Auto;
  • i tricomi opachi creano un mix dei due effetti accennati. 

 

Tuttavia, dato che le tipologie di autofiorenti hanno tempi e modalità di crescita diversi, può essere difficile individuare quale sia il momento giusto sulla base del colore dei tricomi.

Ad esempio, la raccolta quando i tricomi sono chiari comporta una maggioranza di sativa, mentre la raccolta quando i tricomi sono ambrati comporta una maggioranza indica.

Il consiglio è quello di procedere alla raccolta quando i tricomi siano opachi, così da avere uno spettro completo di cannabinoidi.

 

Raccogliere quando la maggior parte dei tricomi è chiara significa che avrà un massimo di Sativa, come dove raccogliere quando i tricomi sono per lo più ambra significa più di un picco di Indica.

4. Diminuzione dell'Utilizzo dell'Acqua

Altro aspetto da non trascurare è l'assorbimento dell'acqua da parte della pianta.

Infatti,quando la cannabis autofiorente inizia ad assorbire meno acqua, è un segno che non c'è nuova crescita, per cui si ha una cannabis matura pronta per essere tagliata

5. Foglie Ingiallite e Morenti

Al termine di un ciclo vitale delle autofiorenti, le foglie iniziano ad ingiallire e a morire: ciò significa che le risorse sono dirette ai fiori.

 

Zkittlez Auto il giorno 79 dal nostro coltivatore PrairieFrostGrow da GrowDiaries.

Da questo momento, ci vorranno circa 3 settimane fino alla morte ed è in queste 3 settimane che i germogli saranno nella fase finale della maturazione.

A questo punto, il terreno deve essere irrigato, così da eliminare eventuali residui di fertilizzante.

Una cosa fondamentale da considerare è che l’ingiallimento delle foglie durante la fase di fioritura indica una cannabis matura; al contrario, se l’ingiallimento si presenta durante la fase vegetativa, sta ad indicare la presenza di qualche problema.

6. In Conclusione

In conclusione, dunque, non è possibile misurare in modo preciso i tempi di maturazione, ma l’utilizzo di questi segni può aiutare ad avere un'idea più chiara.

18 May 2020