FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

La lista di controllo 'Sei pronto a iniziare a coltivare l'erba in casa'

Coltivare la mia erba o non coltivare la mia erba, questa è la domanda
16 June 2021
8 min read
La lista di controllo Sei pronto a iniziare a coltivare lerba in casa

Contenuti:
  • 1. Date un'occhiata onesta alla vostra stabilità economica
  • 1. a. I costi legati alla coltivazione di cannabis indoor
  • 1. b. I costi legati alla coltivazione di cannabis all'aperto
  • 2. Considerate lo spazio fisico per le vostre piante, la luce e la temperatura
  • 2. a. Considerazioni sulla luce
  • 2. b. Per quanto riguarda il tempo e la temperatura
  • 3. Preoccupazioni della famiglia e dei vicini
  • 4. Tempo e sforzo: sei pronto a impegnarti?
  • 5. In conclusione

Arriva sempre un momento nella vita dello stoner in cui un'idea importante viene messa in discussione: "dovrei coltivare le mie piante di marijuana in casa?" Ed è non appena si viene punti da questa zanzara che tutto ciò a cui si riesce a pensare sembra essere questa precisa domanda. 

I benefici della coltivazione della marijuana in casa sono indiscutibili, tuttavia, prendere una decisione del genere può essere piuttosto spaventoso a volte, ancor più se è la prima volta in assoluto che vi accingete a coltivare la vostra erba. L'idea di affrontare un mondo completamente nuovo per quanto riguarda i termini di coltivazione della cannabis, come gli strumenti, le tecniche e le ricette di nutrienti può essere troppo travolgente.

Tuttavia, non dovreste lasciare che queste paure vi impediscano di fare qualcosa che vorreste realizzare. Tutto ciò che è nuovo nella nostra vita può sembrare abbagliante ad un certo punto, ma ciò che è importante è farvi fronte e continuare ad andare avanti. Assicuratevi solo di essere pronti ad affrontare qualsiasi sfida che potrebbe arrivare sulla vostra strada.

Are you ready to start growing weed at home? Read this checklist and find out!

{Didascalia: Sei pronto a iniziare a coltivare l'erba in casa? Leggi questa lista di controllo e scoprilo!} 

Quando si tratta di coltivare l'erba, alcuni punti di controllo sono essenziali per dimostrare che sei pronto a iniziare questo viaggio. Questi coinvolgono argomenti come:

  • Stabilità economica;
  • Disponibilità spaziale; 
  • Preoccupazioni della famiglia e dei vicini;
  • Tempo e sforzo, e altro ancora. 

Assicuratevi di leggere questa lista di controllo completa per scoprire se siete pronti e in condizioni di iniziare a coltivare le vostre piante di cannabis in casa. 

1. Date un'occhiata onesta alla vostra stabilità economica

Odio dovervelo dire, ma uno dei pilastri più grandi che può rendere più o meno forte la vostra decisione di coltivare cannabis in casa riguarda la vostra stabilità economica

Anche se a lungo andare coltivare la cannabis in casa finirà per ridurre molte spese, come quelle che comportano l'acquisto di erba da qualcun altro, da un dispensario o da un coffeeshop, o quelle legate all'iscrizione a un club di cannabis, quando si pensa di coltivare l'erba per la prima volta ci sono alcuni importanti costi iniziali che dovrete considerare.

 

In primo luogo, dovrete acquistare alcuni prodotti indispensabili, a parte i semi, che, a questo punto, crediamo conosciate già. Tutto dipende dal fatto che scegliate di coltivare la cannabis al chiuso o all'aperto

I costi legati alla coltivazione di cannabis indoor

Come potreste aver già sentito o meno, quando si confronta quale metodo di coltivazione costa più dell'altro, la coltivazione di cannabis al chiuso tende ad essere leggermente più costosa di quella all'aperto. 

Questo perché, in primo luogo, quando scegliete di coltivare l'erba al chiuso, dovrete spendere molto di più in attrezzature per organizzare la vostra stanza di coltivazione. Questo include cose come lampade e lampadine, estrattori o filtri, grucce, ventilatori, strumenti di misurazione, e forse anche una tenda. 

If you are growing weed indoors, keep in mind the expenses it involves.

{Didascalia: Se state coltivando l'erba in casa, tenete presente le spese che comporta.} 

Allo stesso tempo, avrete bisogno di acquistare vasi, un buon terreno per nutrire le vostre piante, e sostanze nutritive per coprire eventuali carenze che possono verificarsi lungo il processo di crescita. E infine, ma sicuramente non meno importante, dovrete prendere in considerazione l'aumento che sicuramente noterete sulla vostra bolletta elettrica.

Quando si coltiva l'erba al chiuso, si hanno apparecchiature elettriche in funzione tutto il giorno, 24/7 per almeno 3 mesi, quindi assicuratevi di poter coprire questi costi prima di prendere la decisione di piantare i vostri semi. 

I costi legati alla coltivazione di cannabis all'aperto

Anche se coltivare la marijuana all'aperto può non comportare gli stessi costi della coltivazione indoor, vi richiederà comunque di spendere un po' di soldi anche per le forniture. Per coprire le basi della coltivazione della cannabis all'aperto, dovrete prima comprare i semi, ovviamente. 

Poi, a seconda del vostro terreno, potreste aver bisogno o meno di comprare del terriccio appositamente per le vostre future piantine, anche se vi consigliamo di farlo, dato che il terreno tende ad essere leggermente contaminato e potrebbe portare a problemi futuri, come i parassiti, il che ci porta alla prossima spesa.

 

Outdoor cannabis plants usually involve less costs but you have less control over the process.

{Didascalia: Le piante di cannabis all'aperto di solito comportano meno costi ma si ha meno controllo sul processo.} 

La differenza principale tra coltivare l'erba al chiuso e all'aperto si basa sul controllo che avete sull'intero processo. La coltivazione indoor offre un controllo generale maggiore rispetto a quella outdoor, il che significa che potete evitare alcuni problemi relativi ai parassiti, che sono piuttosto inevitabili con le piante outdoor. 

Quindi, se state pensando di coltivare la cannabis all'aperto, tenete presente che potreste e molto probabilmente dovrete spendere dei soldi in pesticidi o rimedi per liberarvi di alcuni parassiti comuni della cannabis. 

2. Considerate lo spazio fisico per le vostre piante, la luce e la temperatura

Un altro aspetto importante da prendere in considerazione prima di decidere di coltivare la cannabis in casa è quanto spazio avete a disposizione per far crescere le vostre piante. 

Se avete un campo verde in cui piantare i vostri semi, allora finché avete un paio di metri quadrati, non dovreste preoccuparvi molto, le vostre piante saranno in grado di crescere quanto necessario. Ma la situazione è completamente diversa quando avete intenzione di coltivare la marijuana al chiuso o in un balcone. 

 

Vi raccomandiamo di scegliere i vostri semi con attenzione, dato che alcuni ceppi tendono a crescere più grandi di altri, quindi, se contate con un piccolo spazio per le vostre piante, allora optate sicuramente per piante più piccole per ottimizzare lo spazio al massimo. Allo stesso tempo, quando scegliete lo spazio, dovrete tenere presente la luce.

Considerazioni sulla luce

Non solo avrete bisogno di uno spazio abbastanza grande da permettere alle vostre piante di crescere liberamente in alto e di lato, ma dovrete assicurarvi, se non state coltivando in una tenda o in una grow room indoor, che la fonte di luce che ricevono sia sufficiente a sostenere l'intero processo di crescita. Questo è essenziale quando avete intenzione di coltivare le vostre piante d'erba all'aperto. 

Durante la prima fase della loro crescita, quella vegetativa, le piante di marijuana richiedono tra le 18 e le 24 ore di luce (il che è possibile solo nelle grow room indoor o durante l'estate in luoghi come Norvegia, Islanda, Svezia, Alaska, Finlandia, il punto più a sud dell'Argentina o il più a nord del Canada). 

Fase vegetativaFase di fioritura
Programma di luce: tra 18 e 24 ore di luce.Programma di luce: 12 ore di luce.

Più tardi, durante la fase di fioritura, le vostre piante di cannabis avranno bisogno di meno ore di luce, dato che inizieranno a produrre i fiori che non vedete l'ora di fumare così tanto quando avranno più ore di notte. Quindi, tenete anche presente che se ricevono delle luci dirette, sia da una fonte artificiale, sia dalla luna, quando sono in questa seconda fase, la produzione dei bud potrebbe risentirne. 

Per quanto riguarda le grow room indoor, per quanto riguarda la luce dovrete assicurarvi di avere abbastanza spazio per far crescere la pianta, per installare le luci, e fare in modo che quando le piante diventano più grandi non possano raggiungere la lampadina e toccarla, perché questo causerebbe la bruciatura dei bud. 

Per quanto riguarda il tempo e la temperatura

Quando sarete pronti e pronti a coltivare le vostre piante d'erba all'esterno, un ultimo aspetto che dovrete assicurare riguardo alle condizioni di coltivazione ideali per le piante di cannabis è il tempo

Il periodo migliore dell'anno per coltivare la marijuana all'aperto è senza dubbio l'estate, dato che le giornate sono lunghe e calde, esattamente ciò di cui queste hanno bisogno. Quindi, se avete intenzione di piantare semi di cannabis, vi suggeriamo di iniziare a farli germinare all'inizio della primavera. Questo sarà perfetto per poterli spostare una volta cresciuti nella forte luce solare dell'estate giusto in tempo. 

Check for the weather, summertime is the best time to grow your cannabis plants.

{Didascalia: Controlla il tempo, l'estate è il momento migliore per coltivare le tue piante di cannabis.} 

Inoltre, non dimenticate di considerare quanto tende a piovere in questo periodo dell'anno nel vostro luogo di residenza. Un po' di pioggia può effettivamente essere un bene per le vostre piante, ma troppa può causare l'accumulo di muffe nelle vostre piantagioni e rovinare la maggior parte del vostro prodotto. 

3. Preoccupazioni della famiglia e dei vicini

Per quanto ci piacerebbe liberarci dei pregiudizi altrui sulla marijuana, a volte non è così, e dobbiamo rispettare le persone che ci circondano. C'è un famoso detto al riguardo:

La libertà di una persona finisce dove inizia la libertà di un'altra persona.

Ciò significa che prima di iniziare a piantare le vostre piante di marijuana a casa, dovrete chiedere alle persone con cui condividete la vita, che si tratti della vostra famiglia, dei vostri amici o dei vostri coinquilini, se sono d'accordo. Sappiamo che questo può essere qualcosa di spaventoso da fare, specialmente se queste persone sono contrarie alla marijuana, ma se avete già il no come risposta non c'è nessuna vera perdita nel provare. 

Provate ad avvicinarvi a loro in un modo in cui descrivete quanto potete trarre beneficio dal coltivare la cannabis in casa invece di comprarla, enumerando i vari vantaggi che ciò comporta, e spiegando che vi assumerete la piena responsabilità dell'intera faccenda. Buona fortuna, e se fallisce, potete continuare a provare!

Check for your housemates if they agree on you growing weed at home.

{Didascalia: Controlla se i tuoi coinquilini sono d'accordo che tu coltivi erba in casa.} 

Infine, fate attenzione ai vicini. I vostri vicini sono invadenti e ritenete che potrebbero avere un problema con voi che piantate la cannabis o no? Questo è particolarmente importante se la coltivazione della marijuana non è ancora legale nel vostro paese di residenza. Non vorremmo avere problemi con la polizia, quindi cerchiamo di schivare questo problema. 

4. Tempo e sforzo: Sei pronto a impegnarti?

L'ultimo, e secondo noi il più importante, aspetto da considerare prima di tuffarsi nella coltivazione della cannabis è la vostra volontà di impegnarvi nel tempo e nello sforzo che richiede piantare l'erba. 

Le piante di cannabis non spuntano dal nulla, crescono da sole e vengono raccolte in modo che possiate consumarle e godervele. Infatti, queste richiedono molte cure, dovrete fare dei controlli quotidiani, annaffiarle, assicurarvi che ricevano la giusta quantità di nutrienti, e così via. 

 

Are you willing to put time and effort into growing your own weed?

{Didascalia: Sei disposto a mettere tempo e sforzo per coltivare la tua erba?} 

Quindi, date un'occhiata onesta a voi stessi e pensate se vi considerate in grado di impegnarvi nelle cure appropriate che queste piante richiedono o meno. Coltivare l'erba è un impegno di almeno 3 mesi, quindi assicuratevi che non abbiate intenzione di andare in vacanza per quel periodo futuro, o che abbiate qualcuno che possa aiutarvi prendendosi cura di loro mentre siete via. 

5. In conclusione

Se state pensando di coltivare marijuana, forse questo articolo vi è sembrato un po' spaventoso all'inizio, ma ehi, bisogna affrontare la realtà, e niente sarà così reale come questo che vi stiamo dicendo. 

Tutti gli aspetti menzionati sopra sono parti essenziali di qualsiasi tipo di coltivazione, che si tratti di frutta, verdura o marijuana. Quindi assicuratevi di soddisfare i requisiti necessari ed essenziali prima di impegnarvi in questo processo, o potreste finire per combinare pasticci e persino perdere tempo e denaro. 

Comunque, se non li soddisfate, questo non significa che non possiate tirare qualche filo per ottenerlo. Possiamo fare tutto quello che ci prefiggiamo, quindi se volete veramente coltivare l'erba, troverete un modo per farlo accadere. 

16 June 2021