FastBuds seedbank #1 with 9695 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10011 diaries on GrowDiaries

Topping VS Fimming - Cos'è Meglio per la tua Autofiorente?

Ottieni una struttura di crescita più compatta, un'altezza ridotta e cime più grandi usando queste tecniche.
05 June 2022
7 min read
Topping VS Fimming - Cosè Meglio per la tua Autofiorente?

Contenuti:
  • 1. Qual è la differenza?
  • 2. Come funziona il topping con le autofiorenti?
  • 2. a. Benefici del topping
  • 3. Come funziona il fimming con le autofiorenti?
  • 3. a. Benefici del topping
  • 4. Le migliori varietà per il topping o il fimming
  • 5. In conclusione

Quando si tratta di queste due tecniche di addestramento delle piante, la differenza effettiva tra i due è molto piccola. Comprendere lo scopo del topping e del fimming dell'autofiorente può avere molti benefici associati, da una struttura di crescita più compatta, un'altezza ridotta e cime più grandi. In questo articolo confrontiamo topping e fimming, spiegando i vantaggi di ciascuno, quando applicare e cosa considerare.

1. QUAL È LA DIFFERENZA?

Fimming è stato creato per caso e la parola FIM è l'abbreviazione di "Flip I Missed!", in riferimento a un tentativo fallito di rabboccare l'impianto in modo pulito. Facendo questa tecnica accidentale e lasciando intenzionalmente il 25% delle riprese rimanenti in alto, i coltivatori hanno notato che le loro piante di Cannabis avrebbero reagito crescendo con una struttura di crescita molto più tarchiata e con una crescita verticale limitata. Ci sarà un intervallo di tempo di circa una settimana in cui le piante si riprenderanno e inizieranno a tornare alla normale concentrazione sulla crescita verticale.

Topping, d'altra parte, è quando il germoglio principale di una piante Cannabis viene rimosso in modo pulito. Ciò che rimane alle spalle sarà noto come germogli ascellari. In risposta alla perdita del germoglio principale della corona, la pianta incoraggerà i due germogli a crescere, consentendo alle piante di sviluppare due cime centrali principali anziché una. Le piante risponderanno istantaneamente e la distribuzione dell'ormone della crescita auxina è ridotta.

2. COME FUNZIONA IL TOPPING CON LE AUTOFIORENTI?

Quando lavoriamo con piante di cannabis autofiorenti, c'è una finestra di 3-4 settimane in cui tutti i tipi di addestramento delle piante dovrebbero essere eseguiti. Come descritto in precedenza, il rabbocco interromperà l'ormone della crescita responsabile della crescita verticale e della cola principale, che può essere o meno vantaggiosa per cultivar specifiche.

 

Come funziona il topping con le autofiorenti?

Topping significa la rimozione del germoglio principale della corona, con conseguente due tiri ausiliari nel punto più alto della pianta.

Il vantaggio principale di superare le autofiorenti è aiutare a controllare l'altezza finale della pianta di un ibrido a predominanza sativa, producendo un baldacchino più uniforme e dominante laterale. Consigliamo solo i ceppi autofiorenti che hanno la tendenza a crescere rapidamente e a finire alti fino a 150 cm come Orange Sherbet Auto.

Il modo per eseguire la farcitura è consentire alle piante di crescere abbastanza in alto in modo da poter rimuovere facilmente il germoglio della corona dall'internodo superiore, quindi rimuovere in modo pulito con un paio di forbici pulite e sterili.

Forse la domanda migliore da porsi è: dovremmo mai fare il topping o il fimming delle varietà di cannabis autofiorenti?

Le tecniche HST, o High-Stress Training, sono di solito un grande no quando si tratta di lavorare con le varietà di cannabis autofiorenti. Il topping e filmming sono le definizioni assolite di HST. Come già detto, qualsiasi forma di stress provoca una pausa nella crescita di una pianta di cannabis. Questo va bene per le piante a fotoperiodo regolare perché, con la coltivazione all'internom, noi coltivatori, possiamo controllare la durata del periodo di crescita vegetativa.

Questo non è il caso delle piante autofiorenti. Esse hanno un timer incorporato che consente solo circa 2 o 4 settimane, a seconda delle varietà. Per questo motivo consigliamo di cimare o sfemminellare solo le autofiorenti che crescono molto e che hanno periodi di coltivazione un po' più lunghi, in quanto permettono alla pianta di riprendersi dallo stress.

BENEFICI DEL TOPPING

• Coltivatori all'aperto troveranno topping utile a ridurre drasticamente l'altezza finale della pianta. Alcune cultivar che possono crescere fino a 150 cm, trarranno il massimo beneficio da una coltivazione più discreta su una terrazza, un balcone, una serra o un giardino sul retro.

• La struttura di crescita delle piante cambierà da dominante verticale a aspetto di un albero di Natale più folto. I rami laterali ne trarranno beneficio e avranno la possibilità di crescere insieme ai germogli principali della corona, causando un baldacchino molto più uniforme e coerente.

• Quando si lavora con un'impostazione SCROG, superare le auto può essere molto vantaggioso. Assicurati di controllare che la cultivar che stai coltivando sia adatta per uno schermo di verde che utilizza una rete per far crescere la chioma.

• Topping deve essere eseguito una sola volta per ottenere l'effetto desiderato. Questo dovrebbe essere fatto una volta che le piante sono cresciute oltre il 2o o il 3o internodo.

3. COME FUNZIONA IL FIMMING CON LE AUTOFIORENTI?

Applicare il fimming al momento giusto ti permetterà di ridurre la crescita verticale e allo stesso tempo incoraggiare il trasferimento di energia verso i siti a più bassa crescita. Il risultato è che il fogliame e le dimensioni dello stelo cresceranno molto più rapidamente e quando le riprese della corona si sono riprese, il resto della pianta ha raggiunto la parte superiore.

I vantaggi sono tutti i boccioli dall'alto verso il basso con finitura con dimensioni e struttura quasi identiche, eliminando la preoccupazione per i boccioli di popcorn più bassi e non sviluppati.

 

Come funziona il fimming con le autofiorenti?

Fimming descrive la rimozione del 70% della punta di crescita della corona, causando uno spostamento dell'energia di crescita verso il resto delle piante.
 

È molto importante che il fimming sia applicato solo prima che le piante producano fiori e che in realtà debba essere fatto con cultivar che possono permettersi la riduzione in altezza. Prestare attenzione se si applica il dimagrimento a cultivar a predominanza Indica corta e tarchiata in quanto ciò può far sì che l'altezza della pianta rimanga molto bassa a meno che non sia l'obiettivo.

BENEFICI DEL TOPPING

• Il dominio apicale viene temporaneamente interrotto e l'energia della crescita viene distribuita uniformemente sul resto dei percorsi delle piante. A differenza della copertura, la crescita verticale riprenderà alla normalità dopo 5-7 giorni, dandoti un certo controllo dell'altezza finale della pianta e dell'aspetto generale.

• Il dimagrimento è facile da eseguire e può davvero migliorare la struttura di crescita di una pianta di cannabis autofiorente. Assicurati di usare un paio di forbici pulite e affilate e fai molta attenzione a non rimuovere più del 75% del germoglio della corona.

• I germogli più bassi avranno l'opportunità di crescere con lo stesso ritmo e le stesse dimensioni delle parti più alte della pianta. Quando si utilizza L.S.T. e accuratamente attenuando, i risultati finali possono essere spettacolari, risultando in una pianta di dimensioni molto grandi con un costante sviluppo delle gemme.

• Un ottimo modo per ridurre l'altezza finale e far crescere ancora piante robuste e dense. È meglio usare più ibridi a predominanza sativa poiché anche brevi indicazioni potrebbero non reagire.

4. LE MIGLIORI VARIETÀ PER IL TOPPING O IL FIMMING

Come abbiamo già sottolineato, le autofiorenti non sono sempre adatte ai metodi HST come il topping o il fimming. Molti ceppi autofiorenti semplicemente non hanno un periodo di crescita vegetativa sufficientemente lungo per gestire lo stress che tali tecniche comportano, e alla fine ne risentiranno. Il raccolto finale ne risentirà in termini di dimensioni e qualità.

Ma tieni duro! Ci sono alcune varietà autofiorenti che non solo sono in grado di gestire la cimatura e il fimming, ma fioriscono davvero con queste tecniche di formazione. Alcune cultivar più grandi hanno dimostrato di poter gestire lo stress, anche se riteniaamo che il topping o il fimming delle varietà autofiorenti siano riservate ai coltivatori che hanno una discreta esperienza di coltivazione.

Una volta che avrai fatto un paio di raccolti di varietà autofiorenti e avrai provato alcune forme meno invasive di formazione delle piante, come il metodo della legatura o SCROG, molto probabilmente vorrai iniziare qualche sperimentazione più intesa, Questo è un ottimo momento per mettere le mani su alcune varietà adatte all'HST e provare il topping o il fimming.

È molto importante provare queste tecniche solo su piante giovani e sane che non mostrano segni di sofferenza. Tutte le piante che sono state annaffiate o nutrite in modo insufficiente o eccessivo, o che stano lottando contro qualsiasi tipo di infestazione o problema di nutrienti, non saranno abbastanza forti da riprendersi dallo stress che il topping e il fimming impongono alla pianta.

Ricorda di iniziare presto quando usi le tecniche HST sulle autofiorenti. Con le piante a fotoperiodo, di solito consigliamo il topping dopo o sviluppo del quinto nodo. Con le varietà autofiorenti, preferiamo il topping o il fimming dopo la presenza del terzo nodo, perché non c'è abbastanza tempo per aspettare ancora.

Quindi, senza ulteriori indugi, passiamo rapidamente in rassegna le migliori varietà di cannabis autofiorenti per le tecniche HSR come il topping o il fimming!

  • Orange Sherbet Auto - Orange Sherbet Auto è la nostra varietà numero uno per provare le tecniche HST. Questo gigante a predominanza sativa cresce oltre i 150cm, ha un periodo vegetativo leggermente più lungo ed è in grado di produrre fino a 650gr/m2 quando viene coltivata alla perfezione (il topping o il fimming possono aiutare molto a raggiungere il suo pieno potenziale di produzione!). Orange Sherbet Auto è una delle varietà autofiorenti più facili da coltivare. Eccella sia in situazione all'interno che all'esterno, è adatta a un'ampia gamma di variabili climatiche ed è una delle nostre cultivar pià resistenti.
  • Mimosa Cake Auto - anche se di solito non raggiunge le altezze elevate della Orange Sherbet Auto, la Mimosa Cake Auto non è da meno e supera regolarmente gli 1,3m, rendendo questa varietà la nostra seconda migliore opzione per il topping o il fimming. Questa bestia di varietà si presenta con un equilibrio Sativa 60%/Indica 40%, offrendo il meglio di entrambi i mondi. L'high è perfettamente adatto sia al fumo diurno che a quello notturno, con un profilo terpenico molto ricercato. Raggiunge un massimo del 24% di THC ed è un piccolo figlio di buona volontà che può sopportare un sacco di punizioni e rimbalzare ancora per produrre raccolti eccezionali!
  • Wedding Cheesecake Auto - La medaglia di bronzo per le autofiorenti che possono sopportare un po' di HST spetta alla Wedding Cheesecake Auto. Questa è una delle nostre varietà più vendute dai coltivatori commercialim con una produzione di fiori fuori scala e risultati finali estremamente resinosi e appiccicosi. Il profilo terpenico da far venire l'acquolina in bocca è combinato con un più 24% di THC, e questa varietà è di gran lunga una delle nostre scelte più resistenti.  Wedding Cheesecake Auto prospera in un'ampia gamma di climi, può essere coltivata con successo sia indoor che al sole e richiede solo 63-70 giorni dal seme al raccolto.

5. IN CONCLUSIONE

Entrambe queste tecniche facili da eseguire hanno i loro pro e contro. Raccomandiamo di ricercare quali varietà autofiorenti sono le migliori per la formazione delle piante, come affermato dalle banche dei semi. Trovare la giusta quantità di addestramento delle piante può essere un atto di bilanciamento che richiede tempo in base alla tua esperienza, alla crescita dello spazio e alla cultivar.

05 June 2022