FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Cos'è il THC?

Tutto quello che devi sapere sul più famoso cannabinoide Tetrahydrocannabinol (THC) e sui suoi benefici e usi.
16 October 2022
6 min read
Cosè il THC?

Contenuti:
  • 1. Cosa sono i cannabinoidi?
  • 2. Cos'è il thc?
  • 3. Come consumare il thc?
  • 4. Gli effetti del thc sul tuo corpo
  • 5. Usi medicinali
  • 5. a. I 4 principali benefici del consumo di cannabis terapeutica
  • 6. Come intensificare gli effetti del thc?
  • 7. Come ridurre gli effetti del thc?
  • 8. Per quanto tempo il thc rimane nell'organismo?
  • 9. In conclusione

Il tetraidrocannabinolo è uno degli oltre 100 cannabinoidi presenti nella cannabis. Molte persone conoscono il THC come il composto chimico della cannabis responsabile di farci sballare, ma cosa c'è di più da sapere su questo famoso cannabinoide?

1. Cosa sono i Cannabinoidi? 

I cannabinoidi sono noti per essere un prodotto finale secondario prodotto dal metabolismo delle piante di cannabis, il che significa che queste sostanze chimiche non hanno alcun ruolo primario nello sviluppo della pianta. Tuttavia, agiscono come un sistema immunitario per la pianta, proteggendola da predatori, parassiti e parassiti. Questi composti prodotti dai fiori di cannabis possono fornire sollievo a una varietà di sintomi come dolore, nausea, ansia e infiammazione. I cannabinoidi imitano i composti che il nostro corpo produce naturalmente (chiamati endocannabinoidi) in caso di carenza o problema interno.

Quando la cannabis viene consumata, i cannabinoidi interagiscono con i recettori dei cannabinoidi nel nostro cervello e, a seconda del cannabinoide, avranno un effetto diverso sul nostro corpo. Ad esempio, il THC si lega ai recettori nel nostro cervello (ecco perché ha un effetto psicoattivo), mentre il CBN (una variante del CBD) si lega ai recettori sparsi in tutto il corpo (ecco perché fornisce antidolorifico e più di un blocco del divano effetto).

 

Con quali recettori si legano il THC e il CBD

I recettori CB1 si trovano principalmente nel cervello e nel sistema nervoso centrale, e i recettori CB2 si trovano principalmente negli organi periferici e nel sistema immunitario.
 

2. Cos'è il THC? 

Il delta-9-tetraidrocannabinolo (aka THC) come tutti gli altri cannabinoidi è un prodotto chimico del metabolismo delle piante di cannabis. Si trova ad alte dosi sui fiori di canapa e nelle aree circostanti.

 

Cosa sono i cannabinoidi?

Sebbene il THC sia solo uno dei oltre 100 cannabinoidi, è l'ingrediente psicoattivo principale.

3. Come Consumare il THC? 

Non importa come consumerai THC, tutto inizia con la decarbossilazione. Le piante di cannabis vive contengono THCA, la versione non attiva di questo composto. Quando la cannabis viene decarbossilata, la molecola di acido diminuisce e il THC viene attivato, questo si traduce negli effetti che conosciamo. Ciò significa che il THC nella cannabis fresca non è ancora attivo. Puoi consumare la cannabis fumandola in una canna (il metodo più comune), vaporizzandola in vaporizzatori elettrici o in commestibili. Gli edibili sono un modo di consumare cannabis senza la necessità di calore (prima dovrai decarbossilare la cannabis). Dopo aver decarbossilato, puoi infondere cannabis attiva in qualsiasi tipo di cibo. A differenza del fumo o della vaporizzazione della cannabis, quando si consumano alimenti i cannabinoidi vengono rilasciati lentamente e il massimo può durare fino a 6 ore, questo metodo è generalmente raccomandato per i consumatori di medicinali.

4. Gli Effetti del THC sul tuo Corpo 

Il THC stimola le cellule del cervello a rilasciare dopamina, creando euforia. Interferisce anche con il modo in cui le informazioni vengono elaborate nella parte del cervello responsabile della formazione di nuovi ricordi. Il THC può indurre allucinazioni, cambiare pensiero e causare delusioni.

 

Gli effetti del THC sul nostro corpo 

 

Quando si fumano o si vaporizzano gli effetti durano circa due ore e possono calciare dopo 2-10 minuti, se si decide di consumare edibili l'effetto può durare fino a 8 ore e il massimo può richiedere fino a 1 ora per dare il via.

5. Usi Medicinali  

Il THC può essere estratto dalla cannabis o sintetizzato. Se usato correttamente, il THC può avere molte proprietà medicinali. È usato per trattare o prevenire la nausea e il vomito associati ai farmaci antitumorali, aumentare l'appetito delle persone con AIDS e persino essere in grado di migliorare la memoria se assunto a piccole dosi.

I 4 PRINCIPALI BENEFICI DEL CONSUMO DI CANNABIS TERAPEUTICA

Grazie alla proibizione di cui è stata vittima la cannabis negli ultimi 70 anni circa, la ricerca è in realtà molto indietro rispetto a quanto molti potrebbero pensare. In molti Paesi è stata classificata come sostanza di prima scelta, il che ha limitato fortemente l'accesso dei ricercatori alla cannabis. Ma ora, con l'attuale ondata di legalizzazione, stiamo iniziando a vedere un aumento dell'accesso e gli studi clinici stanno diventando sempre più comuni. Sebbene molti dati siano ancora basati su prove aneddotiche, esistono prove evidenti di alcuni benefici emergenti.

SOLLIEVO DAL DOLORE

Nella stragrande maggioranza dei Paesi e degli Stati in cui è stata introdotta la cannabis terapeutica, l'alleviamento del dolore cronico è il motivo principale delle prescrizioni. Uno studio recente ha dimostrato che fino al 40% dei pazienti affetti da dolore cronico ha trovato un qualche tipo di sollievo dall'uso della cannabis. La canapa è anche un efficace sostituto di farmaci antidolorifici molto più forti e che creano dipendenza, come gli oppiacei e le benzodiazepine (Valium e Xanax). Un dispensario del Michigan ha riferito che fino al 64% dei suoi pazienti è stato in grado di ridurre o eliminare del tutto l'uso di antidolorifici oppiacei sostituendoli con la cannabis terapeutica.

RIDUZIONE DELLA NAUSEA E AUMENTO DELL'APPETITO PER I PAZIENTI IN CHEMIOTERAPIA

Uno degli effetti collaterali della chemioterapia che può essere più penoso per i pazienti oncologici è la forte nausea e la mancanza di appetito. Questi effetti collaterali hanno un enorme effetto sulla qualità della vita di questi pazienti, ma grazie alla cannabis terapeutica è possibile trovare un po' di sollievo. Il nabilone e il dronabinol sono due farmaci comuni che contengono THC e sono stati usati per più di 3 decenni per aiutare i pazienti in chemioterapia ad aumentare l'appetito e a trattare la nausea.

MIGLIORAMENTO DEL SONNO

Per le persone che soffrono di insonnia e altri disturbi del sonno, la cannabis terapeutica può fare un'enorme differenza. Non solo aiuta alcuni pazienti ad addormentarsi molto più velocemente, ma può anche aiutare a mantenere il sonno per periodi più lunghi. Ci sono alcune prove che dimostrano che l'uso di THC può avere un impatto negativo sul sonno REM, ma gli aspetti positivi possono superare quelli negativi a seconda delle esigenze del paziente.

RIDUZIONE DEGLI SPASMI MUSCOLARI NEI PARAPLEGICI E NEI PAZIENTI CON SCLEROSI MULTIPLA

I pazienti affetti da sclerosi multipla e i paraplegici hanno spesso problemi di spasmi muscolari. Questi spasmi possono durare per ore e possono rendere la vita estremamente scomoda. Alcuni studi recenti hanno dimostrato che l'uso di THC può ridurre drasticamente questi spasmi, portando un enorme sollievo a questi pazienti. 

6. Come Intensificare gli Effetti del THC? 

Se sei abituato a sballarti e vuoi un livello più potente, ci sono diversi modi per raggiungere questo obiettivo. Puoi fumare concentrati invece di fiori. I concentrati (come l'hashish e la colofonia) vengono prodotti estraendo i tricomi, ciò significa che fumerai esclusivamente su cannabinoidi e terpeni.

 

Estratti di cannabis

Gli estratti di cannabis, noti anche come concentrati di cannabis, non sono altro che una potente forma delle tue gemme tradizionali.
 

I concentrati possono avere fino al 70% di THC anziché fino al 30% di fiori di cannabis. L'altro modo è cercare ceppi con terpeni (come il limonene e il terpinolene) che forniscono un tipo più alto di Sative.

7. Come Ridurre gli Effetti del THC? 

Insieme al THC, la cannabis produce un altro cannabinoide chiamato CBD. Questo cannabinoide contrasta gli effetti del THC e può ridurre gli effetti della paranoia, dell'ansia e della compromissione della memoria associati al THC. Il CBD fornisce anche un tipo più alto di medicinali e può essere usato per trattare il dolore e l'infiammazione tra gli altri benefici.

8. PER QUANTO TEMPO IL THC RIMANE NELL'ORGANISMO?

Dipende dalla frequenza con cui si consuma cannabis o altri prodotti a base di THC e dal tipo di test che viene somministrato. Per i consumatori poco frequenti, il periodo di rilevamento non dovrebbe superare i 3 giorni (a meno che non si tratti di capelli). Per i consumatori abituali il periodo può arrivare fino a 30 giorni.

  • Analisi del sangue: Da 1 a 3 giorni per i consumatori occasionali, da 7 a 10 giorni per i consumatori cronici.
  • Analisi delle urine: Da 1 a 3 giorni per i consumatori occasionali, da 30 a 50 giorni per i consumatori cronici.
  • Test della saliva: da 24 a 48 ore per i consumatori occasionali. 48-72 ore per i consumatori cronici
  • Test del capello: 90 giorni per i consumatori leggeri e cronici

9. In Conclusione 

Se stai cercando varietà ricche di THC, abbiamo la cosa giusta per te. Gelato Auto ha un livello pazzesco del 26% di THC ed è una delle varietà autofiorenti più potenti disponibili. Fornisce un effetto edificante ed energico, ottimo per la mente creativa. Se non sei un appassionato fumatore, ti consigliamo Orange Sherbet Auto con 24% di THC o Zkittlez Auto con 23% di THC, queste sono anche varietà molto potenti che produrranno un alto edificante ed esaltante ma porteranno gradualmente ad un alto rilassante per il corpo.

Orange Sherbet Auto
5 out of 5
Questa varietà già dalle ultime settimane di fioritura sprigiona un fortissimo odore agrumato, per lo più di arancia, mi piace molto!!
Nielsen.
Verified customer
Reviewed 20 ottobre 2020
 

Con questi ceppi potresti voler prenderlo lentamente, questi ceppi sono potenti e non per i principianti, troppo THC può promuovere ansia e attacchi di panico se non ci sei abituato.

16 October 2022