FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries
Affrettati! Acquista 1 Ottieni 1 gratis! Compra ora!

Come Conservare I e Germinare Tuoi Semi di Cannabis

Come conservare al meglio i semi per giorni, mesi o addirittura anni.
28 August 2022
8 min read
Come Conservare I e Germinare Tuoi Semi di Cannabis

Contenuti:
  • 1. Semi di cannabis
  • 2. Conservare i semi
  • 3. Condizioni ideali per la conservazione dei semi
  • 3. a. Luce
  • 3. b. Umidità
  • 3. c. Temperatura
  • 4. Conservare i semi per settimane
  • 5. Conservare i semi per mesi
  • 6. Conservare i semi per anni
  • 7. Germinazione dei semi di cannabis
  • 8. In conclusione

I semi sono dove tutto inizia, la cura che dai ai tuoi semi influenzerà non solo il modo in cui cresce la tua pianta ma anche il raccolto finale.

 

Sebastian Good ti dà alcuni consigli utili.

1. Semi di Cannabis

Prima di parlare di come conservare i semi, dobbiamo ricordarti che i tuoi semi di cannabis sono vivi. Prima di germogliare sono in uno stato di letargo e, come tutti gli esseri viventi, possono morire.

 

Semi di cannabis

Come conservare i tuoi semi di cannabis.
 

Quando conservi i semi vuoi fornire condizioni ottimali per assicurarti che siano ancora buoni fino a quando non sei pronto a germogliarli. Dato che abbiamo a che fare con la natura, è necessario mantenere determinate condizioni o sennò avere risultati negativi. Anche se i semi hanno un guscio duro e sono abbastanza robusti, dovresti tenere a mente i seguenti punti per evitare qualsiasi tipo di problema in futuro.

2. Conservare I Semi

Se conservati in condizioni ottimali, i semi di cannabis possono essere fruibili fino a 10 anni con successo. Una giusta conservazione dei semi è importante per molte ragioni, sia per un coltivatore domestico che aspetta l'occasione speciale per coltivare quella varietà unica che ha appena acquistato sia per le banche di semi che hanno bisogno d'immagazzinarli per l'eventuale vendita. Qualunque sia la ragione per avere semi, ricorda che prendersene cura è una delle cose più importanti che puoi fare per il tuo raccolto. Un seme mal conservato potrebbe non germinare e, se lo fa, potrebbe non crescere correttamente. Ci sono vari parametri che dovrai seguire per conservare i semi a lungo termine.

3. Condizioni Ideali Per La Conservazione Dei Semi

Esistono tre fattori principali che possono influire negativamente sui semi:

Luce 

Se hai già germinato semi di cannabis prima, allora sai che la luce è un fattore importante quando si tratta della probabilità che il seme si apra o meno. I semi, se esposti alla luce per troppo tempo, potrebbero germogliare prima che tu sia pronto a piantarli.

Umidità

Un altro fattore molto importante che può determinare una germinazione ben riuscita dei tuoi semi è l'umidità, poiché infatti è ciò che essenzialmente provoca la germinazione. Non vuoi germinare accidentalmente, se raggiungono un certo livello di umidità i semi iniziano ad assorbire i nutrienti, diventando così troppo deboli per crescere normalmente, quindi cerca di tenerli in un luogo relativamente asciutto. Questo ovviamente dipende dal clima, in quanto vi sono luoghi particolarmente umidi e altri piuttosto asciutti, che possono influire direttamente sul modo in cui è necessario conservare i semi.

 

Silica gel to control humidity

Suggerimento: Un buon modo per mantenere bassa l'umidità è usare bustine di gel di silice.
 

Se l'umidità del contenitore è bassa fino all'8%, i funghi possono apparire all'interno e all'esterno dei semi, al 40-60% i semi germoglieranno e, oltre a ciò, possono morire in meno di un giorno. Esaminiamo rapidamente tutti i possibili scenari a diversi livelli di umidità:

  • 81 - 100% - I semi non sopravvivono più di 12 ore e potrebbero annegare in meno di 4 ore.
  • 61-80% - Il rischio di inattività dei semi è ancora elevato, con la possibilità che muoiano in meno di 12 ore.
  • 31-60% - Questo è l'intervallo di germinazione accettato, anche se molti coltivatori preferiscono un intervallo compreso tra il 40 e il 60%.
  • 21 - 30% - Questo è l'intervallo di umidità ideale per la conservazione dei semi di cannabis.
  • 9-20% - Se i semi vengono lasciati per più di un giorno o due a questo livello di umidità, rischiano di diventare un levriero per la riproduzione di una serie di funghi non benefici. Questi funghi possono uccidere il seme in meno di 12 ore, una volta che hanno preso piede.
  • 0-8% - Questo è l'intervallo di umidità perfetto per i parassiti e gli insetti che possono distruggere i tuoi semi.

Temperatura 

La temperatura alla quale conservi i tuoi semi è abbastanza importante. Dovrai conservarli a circa 6-8 gradi Celsius. Puoi tenerli nel tuo frigorifero di casa o anche nel congelatore (sebbene di solito non è necessario).

 

La temperatura migliore per conservare i semi di cannabis

La migliore temperatura per conservare i semi di cannabis.
 

Si consiglia di riporli nel cassetto per le verdure o dietro nel frigorifero e di utilizzare un piccolo dispositivo di raffreddamento o qualcosa di simile in modo che la temperatura non oscilli quando si apre la porta del frigo o se si spegne.

Una buona regola generale è che più bassa è la temperatura di conservazione di quelle preziose perline di gioia attesa, più a lungo dureranno e meno possibilità ci saranno di avere una germinazione inaspettata. I coltivatori che amano giocare con le genetiche dei ceppi e produrre i propri incroci attraverso la creazione di semi, di solito hanno un frigorifero o un congelatore speciale, dedicato solo ai loro semi. 

Se utilizzi il tuo normale frigorifero/congelatore per conservare i semi, ci sono alcune cose fondamentali da tenere a mente. Innanzitutto, i semi sono molto sensibili alla luce, quindi, in qualsiasi modo tu scelga di conservarli, assicurati che siano in un contenitore sigillato alla luce. Inoltre, è bene assicurarsi che il tuo frigorifero o congelatore non abbia problemi di congelamento (molti modelli più vecchi si congelano senza una regolare manutenzione). Se la temperatura si abbassa, l'umidità viene rilasciata, il che non è il caso se i semi sono conservati lì. Se hai accesso a una sigillatrice sottovuoto, ti consigliamo di usarla per sigillare completamente i semi; se non ce l'hai, un sacchetto con chiusura a scatto o a zip andrà benissimo. Poi metti il sacchetto all'interno di un contenitore a prova di luce.

4. Conservare I Semi Per Settimane

Se stai conservando i semi per un paio di settimane, va bene se li lasci nella confezione originale purché si trovino in un luogo buio, asciutto e fresco.

 

Conservare i semi di cannabis nel contenitore originale

Conservare i semi nel contenitore originale.
 

Di solito, il pacchetto in cui sono confezionati è resistente alla luce e all'acqua. Riporli in un posto relativamente fresco come un cassetto o qualcosa di simile li manterrà buoni a lungo.

5. Conservare I Semi Per Mesi

Se stai conservando i tuoi semi per un paio di mesi, è meglio se li lasci in frigorifero. Ciò garantirà che i semi non soffrano di sbalzi di temperatura. Conservandoli nella loro confezione originale o in un contenitore a prova di luce, ti assicurerai che rimarranno buoni per tutto il tempo necessario.

6. Conservare I Semi Per Anni

Questo di solito si applica a banche di semi o allevatori. Se hai bisogno di conservare i semi per molto tempo, puoi conservarli in un congelatore. Anche se non è necessario, impedisce ai semi di soffrire ancora più l'oscillazione delle temperature.

Puoi sempre conservarli in frigorifero, dipende da cosa preferisci e quali opzioni hai a disposizione. Idealmente, vuoi conservare i tuoi semi in un luogo fresco, buio e asciutto. Quando si conservano i semi nel frigorifero o nel congelatore, è possibile aggiungere bustine di gel di silice per assicurarsi che siano completamente asciutti. L'umidità elevata può far crescere i funghi sui tuoi semi. Se i tuoi semi saranno esposti alla luce o a rapidi cambiamenti di temperatura, consumeranno le loro riserve nutritive prima di uscire dal suolo, il che significa che non avranno i nutrienti di cui hanno bisogno per germinare.

7. GERMINAZIONE DEI SEMI DI CANNABIS

Esiste un test pratico e semplice per verificare se i tuoi semi sono cattivi. Basta farli cadere in una tazza d'acqua (solo quando si è pronti a farli germinare). Se affondano sul fondo e ti rimangono, allora sono sani e pronti per essere utilizzati. Se i semi galleggiano, c'è un'alta probabilità che non germoglino. Tuttavia, non buttateli via, ma lasciagli circa 3 giorni per vedere se spuntano radici a fittone. Esistono un paio di metodi comuni per far germinare i semi di cannabis. Vediamo di analizzarli rapidamente, partendo dal nostro metodo di germinazione preferito a quello meno preferito.

IL METODO DEL TOVAGLIOLO DI CARTA BAGNATO

Questo metodo è semplice e diretto ed è il metodo preferito dalla maggior parte dei coltivatori domestici. Tutto ciò di cui hai bisogno è:

  • Qualche tovagliolo di carta (non profumato e non colorato)
  • Acqua con un pH compreso tra 5,5 e 6,5 e a una temperatura di circa 22°C.
  • Un flacone spray
  • I tuoi semi di cannabis
  • Un contenitore tupperware

Bagna uno dei tovaglioli di carta e strizzalo leggermente per rimuovere l'acqua in eccesso. Stendilo in piano e posizionaci sopra 2 o 3 semi, con una distanza di circa 2 centimetri tra un seme e l'altro. A questo punto non resta che bagnare un altro tovagliolo di carta, allargarlo leggermente e posizionarlo sopra i semi. Una volta fatto tutto questo, metti la busta nel contenitore Tupperware e conserva i semi in un luogo buio e caldo.

 

Conservare i semi nel contenitore originale.
 

Questo metodo dovrebbe consentire ai semi di germinare in 2 o 3 giorni. Controllate i semi ogni giorno e se il tovagliolo di carta comincia a seccarsi, spruzzatelo leggermente con l'acqua del pH.

IL METODO DEL BLOCCO DI LANA DI ROCCIA

Questo metodo è altrettanto facile e diretto del metodo del tovagliolo di carta. L'unico motivo per cui non è al primo posto della lista è che richiede l'uso di lana di roccia, che non è così facilmente disponibile per tutti come i tovaglioli di carta. L'elenco degli elementi necessari è il seguente

  • Acqua con un pH compreso tra 5,5 e 6,5 e a una temperatura di circa 22°C
  • Cubetti di lana di roccia
  • Un flacone spray
  • Semi di cannabis
  • Un contenitore tupperware

Allora, perché la lana di roccia è un substrato di germinazione migliore della carta assorbente? Innanzitutto, gli asciugamani di carta sono talvolta profumati o colorati. Questo non va bene per i semi di cannabis, mentre con la lana di roccia non c'è bisogno di preoccuparsi. Il Rockwool ha anche un'ottima capacità di trattenere l'acqua, il che significa che non dovrai bagnarlo di nuovo così spesso come fai con un tovagliolo di carta. Inoltre, per le prime due settimane circa, è un'ottima casa per la tua piccola pianta, il che ti dà più tempo per preparare il substrato di coltivazione. Per prima cosa, immergi il cubetto di lana di roccia per una notte nell'acqua a pH corretto. Poi lascia cadere il seme nell'apertura in cima al cubo e metti il tutto in un contenitore sigillato. Dovresti vedere la radice fittonante dopo 24-72 ore.

METODO DEL BICCHIERE D'ACQUA

Senti, ci sono un sacco di coltivatori di cannabis là fuori che amano questo metodo di germinazione, e sì, funziona nella maggior parte dei casi. Ma, secondo la nostra esperienza, il tasso di germinazione non è così elevato come i due metodi precedenti. Tuttavia, è il metodo più semplice. Tutto ciò che devi fare è gettare il tuo seme (o i tuoi semi) in un bicchiere d'acqua con pH corretto e lasciare che la natura faccia il suo corso. Fai molta attenzione quando trapianti il seme nel suo terreno di coltura. Naturalmente, puoi piantare il seme direttamente nel terriccio o nella fibra di cocco, ma in questo modo è molto più difficile controllare l'andamento della germinazione. Sul mercato esistono anche diversi prodotti mirati per la germinazione dei semi. Funzionano bene, ma di solito hanno un prezzo piuttosto elevato. Perché spendere un sacco di soldi per un'attrezzatura quando un tovagliolo di carta, un contenitore Tupperware e un po' d'acqua regolata in base all'pH fanno esattamente la stessa cosa. Puoi anche fare alcune cose fondamentali per aiutare i tuoi semi a germinare rapidamente, soprattutto se si tratta di semi vecchi che non sono stati lasciati in condizioni ideali.

  • Utilizzando una carta vetrata più fine, segna delicatamente l'involucro esterno del seme. In questo modo si favorisce la penetrazione dell'umidità germinativa nel guscio, che diventa tanto più duro quanto più il seme è vecchio.
  • Se l'involucro esterno è molto spesso e duro, basta usare un coltello molto affilato o addirittura un bisturi per praticare una piccola incisione nel guscio.
  • L'acqua carbonata può aiutare la germinazione, così come l'aggiunta di acido fulvico o perossido di idrogeno all'acqua prima di immergere o spruzzare il seme e il gioco è fatto!

8. In Conclusione

Non importa se sei un allevatore, un coltivatore o una banca di semi, conserva sempre i tuoi semi seguendo i suggerimenti di sopra. In questo modo ti assicuri che la tua genetica così preziosa germoglierà quando sarai pronto a coltivarla.

28 August 2022