FastBuds seedbank #1 with 9695 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10011 diaries on GrowDiaries

Guida Alla Germinazione Dei Semi Autofiorenti

5 metodi comuni per germinare facilmente i tuoi semi!
14 July 2022
11 min read
Guida Alla Germinazione Dei Semi Autofiorenti

Contenuti:
  • 1. Per prima cosa: conosci l'anatomia del tuo seme di cannabis
  • 2. Le migliori condizioni per germinare i semi
  • 3. Trucchi per la germinazione dei semi vecchi
  • 3. a. Immergere in acqua arricchita
  • 3. b. Scarificazione
  • 3. c. Aprire leggermente il seme
  • 4. Metodo di germinazione con una salvietta di carta
  • 5. In ammollo in un bicchiere d'acqua
  • 6. Utilizzo di un vassoio di germinazione
  • 7. Cubetti di lana di roccia e pellet di torba
  • 8. Piantare direttamente nel terreno
  • 9. Consigli per migliorare la germinazione dei semi
  • 10. In conclusione

La germinazione dei semi è la prima parte di un ciclo di coltivazione di successo; per aiutarvi a far partire le vostre piante di cannabis con il piede giusto, ecco una guida alla germinazione delle autofiorenti che può essere utilizzata non solo per la cannabis, ma anche per pomodori, mango, fragole... e così via!

 

Sebastian Good parla del modo migliore per avviare i semi di autofiorenti e fa germinare la Strawberry Pie Auto.
 

Ecco quindi come far germinare i semi di cannabis con i metodi più noti e un paio di consigli che vi faranno raccogliere in poco tempo.

1. Per prima cosa: conosci l'anatomia del tuo seme di cannabis

Il processo di germinazione dell'autofiorente può durare fino a 10 giorni; per fare tutto correttamente e sapere se tutto sta andando bene, dobbiamo sapere qualcosa di più sul seme. Prima di tutto, dobbiamo capire l'anatomia di un seme di cannabis. Il seme di cannabis ha un guscio marrone scuro, duro e spesso striato, che protegge l'interno, estremamente fragile.

Al momento della germinazione, dobbiamo idratare il seme, in modo da ammorbidire il guscio del seme e permettere all'acqua di raggiungere l'embrione; quando l'acqua lo raggiunge, l'embrione si "attiva" e inizia a svilupparsi.

 

L'anatomia di un seme di cannabis.
 

Tieni presente che è possibile annegare il seme, quindi è necessario tenere d'occhio i livelli di umidità, assicurandosi anche che non si secchi. Con un guscio ammorbidito, sarà più facile per la radichetta uscire e questo è il momento in cui vedrai apparire lentamente il fittone bianco, e una volta che raggiunge i 2-3 cm, è il momento di piantarlo.

Non appena la piantina esce dal terreno di coltura, spesso si vede il guscio attaccato sopra i cotiledoni, che sono le piccole foglie rotonde che si vedono una volta che il guscio si è staccato dalla piantina. Queste foglie hanno il compito di nutrire la pianta fino alla comparsa della prima serie di foglie vere. Inoltre, non esiste un modo migliore per far germogliare i semi di marijuana, puoi farlo in qualsiasi modo, purché tu mantenga le condizioni adeguate, i tuoi semi germoglieranno. Quindi, se ti stai chiedendo come si fa a far germogliare i semi autofiorenti? Continua a leggere per scoprire i metodi migliori.

2. LE MIGLIORI CONDIZIONI PER GERMINARE I SEMI

Come forse saprai, le piante di cannabis hanno bisogno di determinate condizioni a seconda della fase in cui si trovano; il mantenimento di queste condizioni è il modo migliore per garantire che le tue piante prosperino, e quando si parla di semi e germinazione, non è diverso. 

 

Come iniziare i semi di cannabis.
 

Ovviamente, è possibile coltivare le piante di cannabis in condizioni non ottimali e la loro crescita continuerà, ma potrebbe influire sulle rese o sulla qualità del raccolto.

Quando si parla di germinazione di semi di autofiorenti, la germinazione in condizioni non ottimali diminuisce le possibilità di germinazione, quindi, a differenza della coltivazione di cannabis in cattive condizioni, che crescerà comunque ma potrà influenzare il raccolto, la germinazione in cattive condizioni può finire per uccidere i tuoi semi. Per questo motivo, quando si germinano gli autofiorenti si dovrebbe mantenere una temperatura tra i 21 e i 26°C e un'umidità il più possibile vicina al 90%.

3. TRUCCHI PER LA GERMINAZIONE DEI SEMI VECCHI

Come detto in precedenza, la germinazione in condizioni ideali garantirà il successo della germinazione, ma a volte i semi possono essere vecchi o sono stati conservati in cattive condizioni e possono essere difficili da far germogliare. Per questo motivo, per aiutarti a far germinare i semi vecchi, ecco un paio di trucchi che aumenteranno le probabilità di germinazione. Ma prima di tutto è necessario conoscere le condizioni migliori per evitare questi problemi.

COME CONSERVARE CORRETTAMENTE I SEMI

Se stai conservando i semi per il prossimo ciclo di coltivazione, devi tenerli in condizioni ideali. Se hai intenzione di farli germinare nei prossimi giorni, non c'è bisogno di fare nulla di più, se non tenerli in un luogo fresco e in completa oscurità, ma se hai intenzione di conservarli per mesi o addirittura anni, dovresti tenerli in frigorifero.

 

Conservare correttamente i semi è il modo migliore per evitare problemi di germinazione dei semi di marijuana.
 

Dovresti conservare i tuoi semi in un contenitore ermetico in un frigorifero a 6-8°C con un'umidità relativa compresa tra il 20-30%; se non potete impostare il vostro frigorifero alle temperature indicate, il solo fatto di tenerli in frigorifero aumenterà le probabilità di germinazione. Tenete presente che migliori sono le condizioni, più a lungo dureranno i vostri semi.

IMMERGERE IN ACQUA ARRICCHITA

Quando i semi di cannabis invecchiano, il guscio si indurisce e può rendere difficile per l'acqua raggiungere l'embrione, e se l'acqua non raggiunge l'embrione, i semi non germoglieranno.

 

L'ammollo in acqua addizionata è il modo migliore per far germogliare i semi di vaso un po' vecchi.
 

Per farlo, puoi riempire una tazza di vetro con acqua e aggiungere circa 30 ml di perossido di idrogeno e lasciare i semi in ammollo per 12 ore. Si possono anche usare stimolatori di germinazione che si trovano nei negozi di coltivazione, ma di solito l'acqua ossigenata funziona, inoltre, assicurati che l'acqua sia a circa 22°C e che non riceva la luce diretta del sole.

SCARIFICAZIONE

La scarificazione è un metodo utilizzato per creare delle creste sul seme per favorire il passaggio dell'acqua; per farlo correttamente, avrai bisogno di un pezzo di carta vetrata, ma puoi improvvisare e farlo con una scatola di fiammiferi. L'obiettivo è assottigliare il guscio in modo che l'acqua possa raggiungere facilmente l'embrione, ma bisogna fare attenzione a non esagerare e a non danneggiare l'embrione al suo interno.

 

Radichetta che esce da un seme di cannabis sano.

APRIRE LEGGERMENTE IL SEME

Come avrai visto, il seme è formato da due metà e ha una cresta intorno; se i tuoi semi sono vecchi, questa cresta potrebbe indurirsi troppo e il seme non germoglia. Per aiutare il seme di erbaccia a germogliare, puoi usare un coltello o qualsiasi altro strumento con una punta sottile per inserirlo delicatamente tra le creste e separarlo leggermente; dopo questo processo, puoi immergere l'acqua e farlo germogliare come faresti normalmente.

4. Metodo di Germinazione con una Salvietta di Carta

Il metodo del tovagliolo di carta è il più semplice di tutti. Sono necessari:

  • 2 tovaglioli di carta
  • un contenitore o piatti di plastica
  • acqua

Passo 1

Inumidire i tovaglioli di carta e strizzarli in modo che siano umidi ma non completamente bagnati.

Passo 2

Metti i semi sul tovagliolo di carta, ripiegalo sui semi e mettilo in un contenitore di plastica, coprendolo con il coperchio per mantenere l'umidità (puoi anche usare due piatti al posto del contenitore di plastica, mettendo il tovagliolo di carta su un piatto e usando l'altro per coprire).

 

Tovagliolo di carta

 

.Germinazione dei semi in un tovagliolo di carta.

Passo 3

Posiziona il contenitore in un luogo leggermente caldo e buio. Ricordati di controllarlo ogni giorno: dobbiamo assicurarci che la carta assorbente non si secchi mai, i semi devono continuare ad assorbire umidità, altrimenti è probabile che i semi non germoglino mai. Spruzza un po' d'acqua se necessario, saprai che sono pronti per essere trapiantati quando la radichetta è lunga circa 1-3 cm.

 

Il modo migliore per far germogliare i semi di cannabis usando il metodo del tovagliolo di carta con Sebastian Good.

Suggerimento

Se il tovagliolo di carta inizia ad avere un cattivo odore, è segno che c'è troppa acqua; lascialo asciugare per un paio di giorni e se i fogli continuano ad avere un cattivo odore, cambia il tovagliolo di carta.

5. In Ammollo In Un Bicchiere D'acqua

Dopo molti anni di sperimentazione e ricerca del modo migliore per germinare i nostri semi Fast Buds, dobbiamo dire che questo è sicuramente uno dei modi più efficaci.

Questo metodo è particolarmente efficace per i semi con un guscio più duro o semi più vecchi. Avrai bisogno di:

  • Bicchiere d'acqua
  • Acqua

Passo 1

Dopo come lo dice il titolo, prendi un bicchiere d'acqua e riempilo fino a metà con acqua.

 

L'immersione dei semi in acqua è il modo migliore per far germogliare i semi, soprattutto quelli più vecchi.

Passo 2

Metti i semi nel bicchiere e lasciao in un luogo buio; lascia i semi in ammollo per un massimo di 32 ore. 

Passo 3

La maggior parte dei semi vitali affonderà dopo un paio d'ore e si dovrebbe vedere la radichetta dopo un paio di giorni. Ricordati che alcuni semi potrebbero aver bisogno di più tempo prima di vedere spuntare la radichetta. Se non sono germogliati dopo 72 ore, aggiungi qualche goccia di perossido di idrogeno per uccidere i batteri accumulati nell'acqua e torna al buio per altri 2 giorni.

6. Utilizzo di Un Vassoio di Germinazione

Quando accumulerai un po' più di esperienza, vorrai forse utlizzare strumenti più professionali. I vassoi di germinazione ad esempio. È costituito da una base in plastica con piccole celle quadrate (può arrivare fino a 256 celle, ogni cella supporta 1 seme), sopra un tappetino riscaldante, viene fornita anche con un coperchio per l' umidità, sostanzialmente assomiglia a una piccola serra. Sono molto economici e puoi crearne uno a casa.

 

Una camera di germinazione è ideale quando si devono far germinare molti semi in una volta sola.
 

Il vassoio può essere utilizzato con qualsiasi materiale, cubetti di lana di roccia, pellet di torba, fibra di cocco, perlite o persino terriccio e mantiene l'ambiente migliore per la germinazione dei semi e i primi giorni della piantina. Come si fa a far germogliare un seme di marijuana in un vassoio di germinazione?

Per iniziare a germinare, fai un piccolo foro (1 - 2 cm) nel mezzo umido, copri senza applicare pressione, accendi il tappetino riscaldante e spruzza la parte interna del coperchio, ci vorranno un paio di giorni per vedere il germoglio spuntare.

7. Cubetti di Lana di Roccia e Pellet di Torba

I cubetti di lana di roccia sono piccoli cubetti fatti di fibre di roccia e sabbia, con la consistenza simile a quella dello zucchero filato ed assorbono molta acqua. Solitamente vengo usati per la germinazione di semi e il radicamento dei cloni. Il loro utilizzo insieme al vassoio di germinazione ha un vantaggio, essendo facile da trapiantare nel mezzo o contenitore successivo.

 

La lana di roccia e i pellet di torba sono un modo semplice per far germogliare i semi, ma può essere più facile innaffiare eccessivamente i semi.
 

Può essere utilizzato anche con l'argilla espansa in coltura idroponica. Uno degli aspetti negativi dei cubi di lana di roccia è che puoi facilmente annaffiarli troppo e far così marcire le radici. I pellet di torba sono simili ai cubetti di lana di roccia ma sono fatti di torba compressa e assomigliano a dei dischetti. Per germogliare in uno di essi, utilizzeremo la stessa tecnica spiegata prima, inumidire la lana di roccia o il pellet di torba, fare un piccolo foro (1 - 2 cm) e posizionare il seme all'interno, coprirlo delicatamente senza applicare pressione e il gioco è fatto. Puoi posizionare il pellet o il cubo direttamente in qualsiasi tipo di mezzo o camera idroponica, dopo la germinazione,di modo che le radici continueranno a crescere, anche se raggiungono la fine della lana di roccia o del pellet di torba.

8. Piantare Direttamente Nel Terreno

A volte il modo più semplice è il modo migliore. Come accade in natura, possiamo anche far germogliare i nostri semi nel nostro sustrato di preferenza (cocco, terra, perlite, ecc.) Basta utilizzare una matita, o anche con le dita efare un piccolo foro (1 - 2 cm di profondità) e posizionare il seme al suo interno, il terreno deve essere umido ma non inzuppato, quindi coprire con il terreno senza premere troppo.

 

Piantare direttamente nel terreno di coltura è il modo migliore per evitare di stressare le piante a causa del trapianto.
 

Ogni volta che si trapianta una piantina, questa ha bisogno di un po' di tempo per riadattarsi e può causare stress, quindi uno dei maggiori vantaggi di questo metodo è che non ci si deve preoccupare di danneggiare la piantina al momento del trapianto o di darle una scossa, perché è già nel suo posto definitivo.

 

Scopri il modo migliore per far germogliare i semi di cannabis direttamente nel terreno con Sebastian Good.

9. CONSIGLI PER MIGLIORARE LA GERMINAZIONE DEI SEMI

PIANTARE CORRETTAMENTE I SEMI

I semi di cannabis hanno una forma ovale con una delle estremità più appuntita, mentre l'altra presenta una rientranza nota come corona. Quando si fanno germinare i semi di cannabis, si raccomanda di piantare il seme con la corona rivolta verso l'alto, poiché è l'estremità da cui di solito escono i cotiledoni. 

NON LASCIARE CHE IL SUBSTRATO SI SECCHI

Il processo di germinazione si basa sull'umidità per attivare i processi biologici che forniscono l'energia necessaria alla piantina per rompere il guscio del seme e iniziare a crescere. Ciò significa che più umidità viene assorbita, meglio è. Si noti che la parola chiave è umidità: non si deve assolutamente annegare il seme. In ogni caso, una volta che il seme è nella carta assorbente e il processo di germinazione è iniziato, assicurati di controllarlo regolarmente per verificare che sia ancora umido; per aiutarlo, si consiglia di tenerlo in un luogo caldo e umido.

Per migliorare i tassi di germinazione, puoi optare per un tappetino riscaldante e/o camere di germinazione, ma non importa se state facendo germinare i vostri semi nel terreno, nei jiffy, nei cubetti di Rockwool, nei tovaglioli di carta, ecc... Assicurati di mantenere il substrato umido e otterrete ottimi risultati.

PIANTARE I SEMI ALLA GIUSTA PROFONDITÀ

Uno dei problemi principali dei coltivatori principianti è quello di piantare i semi alla giusta profondità. Questi problemi possono peggiorare se si innaffia il substrato dopo aver piantato i semi. Ricorda che interrare il seme troppo in profondità può causarne il mancato sviluppo, mentre non interrarlo a sufficienza può far sì che la radice fittonante si pieghi eccessivamente, sviluppando uno stelo debole e talvolta bloccando la crescita.

Per questo motivo si consiglia di interrare il seme a circa 2 cm di profondità. Per farlo, puoi usare un righello, segnare il segno dei 2 cm su una cannuccia o qualsiasi altro strumento che ti permetta di farlo. Quindi pianta il seme e copritelo con il substrato senza premere troppo.

EVITARE DI PIANTARE PIÙ SEMI NELLO STESSO VASO

A volte può capitare di non avere abbastanza substrato o vasi; in genere, questo accade quando si piantano più semi nello stesso contenitore, ma di solito non si sviluppano correttamente per diversi motivi. Ora, sì, state risparmiando spazio e substrato, ma di sicuro non stai aiutando le tue piante a crescere: innanzitutto, le radici hanno bisogno di spazio sufficiente per crescere e la germinazione nello stesso vaso può far sì che le radici lottino per lo spazio.

Oltre a lottare per lo spazio, se tutte le piantine raggiungono lo stadio vegetativo, continueranno a competere per la luce e così facendo non otterrai il massimo da ogni pianta. La mancanza di luce può anche causare l'indebolimento del fusto e dei rami, con conseguenti problemi durante la fioritura, quindi assicuratevi di piantare un seme per vaso, a meno che non coltiviate in letti rialzati da 100-200 litri o più grandi.

10. In Conclusione

La germinazione di successo viene considerata quando vedi le prime foglie, conosciute come cotiledoni, i semi di cannabis germogliano correttamente con temperature e umidità relativamente alte. Per raggiungere con successo la fase di fioritura dovrai utilizzare diverse tecniche, non solo per la germinazione, ma per mantenere la pianta felice e sana fino alla raccolta.

Sia che decidi per un metodo di germinazione o sei pronto per la prima coltivazione di successo, il nostro consiglio per i coltivatori principianti sarà di iniziare con varietà autofiorenti. Se cerchi qualcosa di facile, rapido e facile da mantenere, come Zkittlez Auto e Gorilla Glue Auto, non c'è niente di meglio che scegliere di coltivare le autofiorenti.

 

Ricorda che devi mantenere i semi germinanti a 26 - 28 ° C (78,8 - 82,4 ° F) e al 70% di umidità relativa. Valori più bassi comporteranno una germinazione più lenta  o non riuscita. Tieni presente che la cosa più importante è avere semi di buona qualità, perché anche se le condizioni sono adeguate, un seme cattivo è sempre un seme cattivo, quindi ti consigliamo di acquistare i tuoi semi da venditori affidabili. Noi di Fast Buds offriamo una garanzia di germinazione: se i tuoi semi non riescono a germinare, li sostituiremo gratuitamente! Buona fortuna con le tue piccole!

 

Riferimenti esterni

  1. Temperature requirements for guayule seed germination. - Wang, Guangyao & Lynch, Amber & Cruz, Von & Heinitz, Claire & Dierig, David. (2020).
  2. Seed germination. - Mishra, Shwetakshi. (2020). 

 

Questo post è stato aggiornato l'11 dicembre 2020.

14 July 2022