FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries
Affrettati! Acquista 1 Ottieni 1 gratis! Compra ora!

Guida definitiva sul perché e come usare una penna per pH

Se volete coltivare i vostri bud top-shelf, la regolazione del pH è un must per tutti i coltivatori.
16 October 2022
9 min read
Guida definitiva sul perché e come usare una penna per pH

Contenuti:
  • 1. Modi per misurare il ph
  • 2. Ppm vs tds vs misuratore di ph
  • 3. Perché usare una penna a ph?
  • 4. Quando misurare il ph?
  • 5. Come utilizzare un misuratore di ph passo dopo passo
  • 5. a. Step 1: calibrazione
  • 5. b. Fase 2: misurare il ph
  • 5. c. Fase 3: pulizia e conservazione
  • 6. Pulizia e calibrazione della penna ph
  • 6. a. Manutenzione della penna ph
  • 6. b. Quando calibrare la penna ph
  • 7. Conclusione

Chiunque inizi a coltivare deve passare attraverso un processo di apprendimento prima di mettersi a proprio agio e iniziare a coltivare cime di alta qualità, non importa se si sta coltivando in terra, cocco o idroponica, la misurazione, e la regolazione del pH è un must per tutti coloro che vogliono intensificare il loro gioco di coltivazione. Se sei nuovo alla coltivazione della cannabis e vuoi coltivare fiori di alta qualità, misurare il pH è un must.

1. Modi per misurare il pH 

Quando si cerca un modo per misurare il pH, si possono trovare due tipi di apparecchiature, le strisce pH e le penne pH (pH meter o pH tester). Le strisce di pH sono pezzi di carta che cambiano colore a seconda dell'acidità o dell'alcalinità della tua soluzione, queste carte sono un modo economico ed efficace per misurare il pH, ma quando si coltiva la cannabis, è necessario essere più precisi.

 

Perché e come usare una penna per il pH: strisce di ph

Le strisce di PH sono economiche ed efficaci, ma non sono precise come i misuratori di pH.
 

Le penne PH fanno esattamente come le strisce di pH, ma sono molto più precise, mentre le penne pH danno un ampio range di pH (per esempio, 6.0-7.0), una buona penna pH ti darà una misura precisa (con una precisione di +/- 0.1), questo significa che se la tua penna pH misura 5.85 potrebbe essere 5.75 o 5.95, ma fortunatamente, 0.1 non farà differenza quando coltivi cannabis.

2. PPM vs TDS vs Misuratore di pH 

Se ti stai appena addentrando nella misurazione della qualità della tua fonte d'acqua, potresti essere confusi con tutte queste lettere, anche se tutte vengono utilizzate per la coltivazione della cannabis, sono cose diverse.

  • Penna pH

Una penna a pH viene utilizzata per misurare l'acidità o l'alcalinità di una certa soluzione liquida.

  • Misuratore TDSUn misuratore TDS è la stessa cosa di un misuratore PPM, questo strumento misura la quantità di solidi disciolti in parti per milione.

 

Perché e come usare una penna per il pH: TDS, PPM, EC e pH

Anche se tutti questi strumenti misurano gli elementi in acqua, non sono la stessa cosa.
 

  • Misuratore di PPM

Un misuratore di PPM è un altro nome dato ad un misuratore di TDS, misura anche la roba disciolta nella vostra soluzione in PPM.

  • Misuratore di EC

Un misuratore EC è un altro modo per misurare TDS e PPM, è come confrontare il sistema metrico decimale e quello imperiale, si ottengono le stesse informazioni ma presentate in modo diverso. Quindi, per renderlo semplice, il pH misura quanto è acida o basica una soluzione, TDS e PPM misurano quanta roba c'è nella tua soluzione e l'EC è un altro modo per misurare TDS e PPM, ma non viene usato così tanto quando si coltiva cannabis.

3. Perché usare una penna a pH? 

Come forse saprai, le piante hanno bisogno di azoto, fosforo, potassio, che sono macronutrienti e micronutrienti come calcio, magnesio, ferro e rame, tra gli altri, per crescere correttamente, se le vostre piante non riescono ad assorbirli, inizieranno a mostrare segni di carenze. La ragione per cui la misurazione del pH è così importante è che anche se i nutrienti sono disponibili, le piante di cannabis dipendono da certi livelli di pH per assorbire correttamente i minerali e altri elementi importanti.

4. Quando misurare il pH?

Una penna a pH è un ottimo modo per portare i tuoi raccolti al livello successivo, ma non sempre è necessario, a seconda del mezzo e del tipo di sostanze nutritive che stai usando, puoi cavartela senza utilizzarne una.

Crescita nel terreno

Se coltivi in un terreno organico, probabilmente non avrai bisogno di una penna per il pH, perché (se fatto correttamente) i microrganismi faranno il lavoro al posto tuo. Se invece si utilizzano sostanze nutritive sintetiche o si somministrano alimenti organici durante il ciclo di coltivazione, potrebbe essere necessario controllare il pH un paio di volte, per assicurarti che il pH del terreno sia buono per la vita dei microrganismi.

 

Perché e come usare una penna per il pH: il pH del suolo

I microrganismi nel suolo organico dipendono dal livello di pH per prosperare.
 

Per misurare il pH del tuo terreno avrai bisogno di un altro tipo di penna per il pH, questo tester per il terreno funziona proprio come le penne per il pH, ma invece di usarlo in una soluzione liquida, dovrai infilarlo nel terreno per leggere il suo pH.

Idroponica

Quando si coltiva in idroponica, le radici sono direttamente esposte alla soluzione nutritiva, quindi la misurazione del pH è un must quando si coltiva in questo tipo di impianto.

 

pH accettabile per diversi mezzi
MedioRango pH 
Terriccio6.0-7.0
Idroponica5.5-6.5

 

Il pH dell'acqua può cambiare molto più velocemente che in altri mezzi, quindi un misuratore di pH permette di anticipare i cambiamenti ed evitare problemi prima che accada qualcosa di brutto.

Miscele di fibra di cocco e perlite

Un misuratore di pH non è necessario per misurare il pH del terreno quando si coltiva nel cocco perché è un terreno sterile, anche se si dovrebbe misurare il pH della soluzione in arrivo.

 

Perché e come usare una penna per il pH: l'idrografia

Quando si coltiva in idroponica, si dovrebbe controllare il pH della soluzione in entrata.
 

La misurazione del pH in questo tipo di terreno è necessaria solo per i coltivatori che cercano di trovare il punto dolce per i nutrienti specifici che stanno usando o risolvere un problema legato al pH.

5. Come utilizzare un misuratore di pH passo dopo passo

L'utilizzo di una penna pH consiste fondamentalmente in tre fasi: calibrazione, misurazione e memorizzazione, anche se può sembrare complicato, in realtà è piuttosto semplice, basta assicurarsi di farlo correttamente.

Step 1: Calibrazione 

La calibrazione del tuo misuratore di pH è la parte più importante del possedere un misuratore di pH preciso, per essere sicuri che sia misurato con precisione, avrete bisogno di una soluzione di pH che si può facilmente trovare nella maggior parte dei negozi di coltivazione.

 

Perché e come usare una penna per il pH: misurare il ph

È essenziale controllare sempre se il pH meter funziona correttamente prima di utilizzarlo.
 

Le soluzioni di pH di solito si trovano con un pH di 4,01 e 7,01, quindi se il tuo misuratore è in una soluzione di pH e mostra un livello diverso, dovrai calibrarlo, e a seconda della tua penna pH, ci sono due modi.

Calibrazione Manuale

  • Consultare il manuale

Prima di tutto, leggi il manuale e verificare se è necessario calibrare la penna pH manualmente o automaticamente e come farlo.

  • Versare la soluzione pH

Versare un po' di soluzione 4.01 in un contenitore pulito in modo che non venga contaminata.

  • Testare la soluzione

Accendere il pH-metro e mettere la punta nella soluzione, se la lettura è diversa da 4,01, girare manualmente il quadrante o premere i pulsanti fino a quando non si legge 4,01.

  • Pulire e ripetere

Pulisci accuratamente la punta con un tovagliolo di carta e ripetere il passo 2 con una soluzione 7.01.

  • Calibrare ogni 7 giorni

Ripeti questo processo ogni settimana per assicurarti che il pH meter funzioni correttamente.

 

Perché e come usare una penna per il pH: fase 1

Prima di utilizzare il pH-metro, è necessario assicurarsi che sia correttamente calibrato.

Calibrazione automatica 

  • Consultare il manuale

Ogni marca ha i suoi contatori impostati in modo diverso, quindi si dovrebbe controllare il manuale per vedere quale sequenza di pulsanti premere.

  • Misurare la soluzione di pH

Proprio come quando si effettua la calibrazione manuale, si dovrà immergere la penna pH in entrambe le soluzioni a 4,01 e 7,01 pH, assicurarsi di utilizzare contenitori diversi per evitare la contaminazione e per poter utilizzare nuovamente le soluzioni.

  • Calibrare ogni 7 giorni

Ripeti questo processo ogni settimana per assicurarsi che il pH meter funzioni correttamente.

Fase 2: Misurare il pH

Questo è il momento in cui si arriva a utilizzare il misuratore di pH. Ricordati che non tutte le penne sono impermeabili, quindi devi fare attenzione a bagnare solo la punta.

 

Perché e come usare una penna per il pH: fase 2

Misurare il pH dopo averlo calibrato.
 

  • Accendilo

Per prima cosa, devi togliere il tappo e accendere il misuratore di pH.

  • Inserirlo nella soluzione

Metti la punta del misuratore nella soluzione liquida che vuoi testare e lasciala fino a quando non ti darà una lettura esatta, tieni presente che alcuni tester non si fermano mai ad un singolo numero, ma finché non oscilla più di 0,02, puoi smettere di misurare. Puoi anche muovere leggermente la penna per accelerare il processo di misurazione, ricorda solo che non tutte le penne sono impermeabili, quindi assicurati di non bagnare il tuo misuratore di pH.

Fase 3: Pulizia e conservazione 

Una volta terminata la misurazione è ora di pulire e conservare la penna pH, ricorda che l'elettrodo (la parte che misura il pH) non deve mai essere asciutto!

  • Puliscilo

Utilizzare una piccola quantità di soluzione detergente per sciacquare l'elettrodo, è possibile utilizzare anche acqua distillata se non si dispone di una soluzione detergente.

 

Perché e come usare una penna per il pH: fase 3

Ricordarsi di pulire e spegnere il pH-metro prima di riporlo!
 

  • Mantieni l'elettrodo bagnato

Come detto in precedenza, l'elettrodo non deve mai essere tenuto asciutto perché la secchezza lo rompe, in modo da poter tenere la penna pH in una tazza di vetro con un po' di soluzione di conservazione in esso o semplicemente mettere una piccola quantità di soluzione di conservazione nel tappo, basta assicurarsi che la soluzione copra completamente l'elettrodo.

L'acqua distillata può essere usata per la pulizia e la conservazione, ma l'uso di soluzioni appropriate farà un lavoro migliore e garantirà che la tua penna pH duri più a lungo.

  • Spegni

Ricordati di spegnere latua penna pH, questo strumento utilizza batterie per orologi e, nonostante non siano super costose, è meglio assicurarti di spegnerlo in modo che le batterie durino più a lungo.

6. PULIZIA E CALIBRAZIONE DELLA PENNA PH

Come già accennato nel corso del blog, per far funzionare correttamente la penna per il pH è necessario calibrarla e mantenerla nelle giuste condizioni; ecco quindi tutto ciò che è necessario sapere per mantenere la penna per il pH in ottima forma.

MANUTENZIONE DELLA PENNA PH

Curando la penna per il pH, ne prolungherai la durata e ti assicurerai che misuri il pH della soluzione nutritiva nel modo più accurato possibile. La sonda sulla punta della penna per pH è la parte più importante della penna per pH, poiché è la parte che misura il pH, ed è molto fragile; ecco quindi un paio di consigli per aiutarti a prenderti cura della tua penna per pH.

NON TOCCARE LA SONDA

Non toccare la sonda a mani nude per non danneggiare la sonda e causare una lettura imprecisa del misuratore di pH; se necessario, assicurarti di utilizzare dei fazzoletti per maneggiare la sonda.

RISCIACQUO DOPO L'USO

Risciacqua la sonda con acqua demineralizzata dopo ogni utilizzo; questa operazione è estremamente importante per pulire la soluzione nutritiva dalla sonda, in quanto rimuove i residui di nutrienti, riducendo così le possibilità di danneggiare la penna pH.

CONSERVA CORRETTAMENTE

Conserva sempre la penna per pH con la giusta soluzione nel tappo per evitare che i contaminanti si asciughino sulla sonda; ricordati di non usare mai acqua demineralizzata o di rubinetto per questo scopo.

PULIRE LA SONDA

È necessario mantenere la sonda sempre pulita; a tal fine, assicurarti di seguire le istruzioni del produttore e di utilizzare il kit di pulizia ricevuto insieme alla penna pH. 

CALIBRARE LA PENNA PH

Oltre a tutto ciò che è stato menzionato in precedenza, è necessario assicurarti che la penna per il pH sia calibrata correttamente. Devi sempre misurare il pH delle soluzioni di calibrazione fornite con la penna per pH e se il pH si allontana, è segno che è arrivato il momento di calibrarla.

QUANDO CALIBRARE LA PENNA PH

Prima di imparare a calibrare la penna per il pH, è essenziale sapere quando è necessario calibrarla. Ecco un paio di situazioni in cui è necessario calibrare la penna per il pH:

  • 30 giorni dopo l'ultima calibrazione, quando sullo schermo appare l'icona "calibra".
  • La misura del pH è diversa da quella prevista.
  • Dopo la manutenzione (pulizia, ad esempio)
  • Dopo aver cambiato le batterie.

7. CONCLUSIONE

Anche se può sembrare complicato e un po' costoso, una penna a pH è uno dei passi più importanti per portare i raccolti al livello successivo. Tenete a mente che si possono ancora coltivare buoni bud senza uno, ma misurare il pH può essere la differenza tra la coltivazione di buona e grande cannabis. Se sei un coltivatore esperto e stai avendo risultati migliori con una penna a pH, sentiti libero di aiutare i tuoi colleghi coltivatori, lascia un commento nella sezione commenti qui sotto!

Riferimenti esterni:

  1. pH, Temperature, and Light. - Pomeroy, Kimball & Reed, Michael. (2020).
  2. pH and Ions.  - Welzel, Julia. (2020).
  3. Effect of pH and electrolytes on charge distribution in soils and relationship between pH, CEC and SAR. - Murtaza, Dr. Ghulam. (2020). 
16 October 2022