FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries
Affrettati! Acquista 1 Ottieni 1 gratis! Compra ora!

Si Possono Clonare le Piante Autofiorenti?

Come funziona la clonazione e i vantaggi dell'utilizzo delle autofiorenti rispetto ai cloni.
11 September 2022
6 min read
Si Possono Clonare le Piante Autofiorenti?

Contenuti:
  • 1. Che cosa è esattamente la clonazione?
  • 2. I vantaggi della clonazione.
  • 3. Che cosa sono le piante madri?
  • 4. I benefici delle piante madri
  • 5. E i ceppi autofiorenti?
  • 6. Le somiglianze tra cloni e cannabis autofiorente
  • 7. Vantaggi della coltivazione di semi autofiorenti rispetto ai cloni
  • 8. In conclusione

La clonazione è un modo per creare una replica genetica della cultivar che stai coltivando. Ci sono molti vantaggi associati all'uso dei cloni rispetto alla coltivazione con semi, quindi in questo articolo spieghiamo cosa sono la clonazione, i benefici, la clonazione delle piante autofiorenti e le differenze tra lavorare con i cloni e le cultivar autofiorenti.

1. Che Cosa è Esattamente la Clonazione?

Quando parliamo di ceppi fotoperiodi che dipendono da un ciclo separato di crescita e fioritura, una volta che le piante sono in uno stato vegetativo maturo, è possibile effettuare un taglio della pianta, con l'intenzione di radicare il taglio rimosso.

 

Che cos'è la clonazione

Cos'è esattamente la clonazione e quanti cloni possono essere fatti da una pianta madre?
 

Fintanto che vengono soddisfatti i giusti criteri in termini di tempistica e di come viene effettuato il taglio, è possibile prendere da 5-50 su una pianta, con la consapevolezza che la pianta ricresce con un aspetto più folto.

2. I Vantaggi della Clonazione. 

  • I cloni di piante maschili possono essere utilizzati per linee di riproduzione regolari e per il backcrossing.
  • Una replica esatta genetica sarà prodotta una volta che il clone è radicato.
  • Ideale per configurazioni Sea of Green che richiedono piante di dimensioni inferiori.
  • Poiché sono già radicati, possono essere immediatamente mandati in fioritura se necessario.
  • Un singolo clone può essere trasformato in una pianta madre consentendo più cloni.
  • Il tempo vegetativo viene risparmiato usando i cloni a causa della loro maturità.
  • I cloni possono essere acquistati con una solida reputazione e garantiti dai coltivatori.

3. Che cosa sono le Piante Madri?

Una volta che un coltivatore ha messo il tempo in una piantina, l'hai cresciuta, ha fiorito e hai deciso di avere tutti i tratti desiderati, allora questo fenotipo vincente diventerà la pianta madre. L'idea è che la madre sia l'unica fonte di talee ogni 2-4 settimane una volta che è emersa una nuova crescita, e in base alla maturità e alla cultivar in questione.

 

Cosa sono le piante madri

Cosa sono le piante madri e cosa considerare.
 

Ci sono molti vantaggi nella coltivazione di una pianta madre, tuttavia, deve essere mantenuta in uno stato vegetativo, il che significa che il ciclo luminoso non può cambiare da 18-24 ore di luce.

4. I Benefici delle Piante Madri

  • Non è necessario acquistare in futuro grandi quantità di semi femminizzati.
  • I cloni saranno una replica esatta e potranno essere presi freschi una volta ripristinata la pianta.
  • Finché sono mantenuti in uno stato vegetativo, non fioriranno.
  • Mantenere diverse piante madri in una stanza di coltivazione può consentire progetti di grandi dimensioni.
  • Gli allevatori manterranno anche le piante della madre e del padre con cui lavorare.

5. E i Ceppi Autofiorenti?

A differenza delle cultivar fotoperiodiche sopra descritte, purtroppo gli ibridi autofiorenti non possono essere clonati. Poiché fioriranno automaticamente dopo 21 giorni o più, la possibilità di mantenerli in uno stato vegetativo, dove possono essere coltivati in una pianta madre di grandi dimensioni, non è una realtà.

Tuttavia, le piante autofiorenti di cannabis sono molto simili alla crescita con i cloni se il tuo obiettivo finale è risparmiare tempo ed essere più pratico. Ad esempio, se il tuo piano è quello di far crescere il maggior numero di piante di dimensioni minori il più rapidamente possibile, l'uso di cloni in casa può permetterti di produrre un raccolto ogni 8-10 settimane a seconda della cultivar.

Questo è molto simile al funzionamento delle piante di cannabis autofiorenti. Poiché le autofiorenti hanno un timer genetico che commuta automaticamente la crescita dalla fase vegetativa a quella di fioritura dopo circa 21 giorni (a seconda della varietà), ci si può aspettare che l'intero ciclo di vita, dal seme al raccolto, si concluda entro 8-11 settimane (anche in questo caso, dipende dalla varietà).

L'unico vantaggio davvero evidente di lavorare con le auto rispetto ai cloni è il fatto che le auto non sono influenzate dalle tempistiche della luce in termini di periodo di crescita. Come abbiamo già detto, i cloni devono essere prelevati da piante a fotoperiodo normale. Le piante a fotoperiodo sono controllate dalle tempistiche di illuminazione quando si tratta della fase di crescita in cui si trovano, il che significa che sono molto sensibili ai cambiamenti di illuminazione e alle tempistiche delle luci.

Non è così con le autofiorenti. Impostare un sistema di raccolto perpetuo con piante di cannabis autofiorenti è facilissimo, grazie al fatto che le piante in qualsiasi fase di crescita possono essere sottoposte allo stesso programma di illuminazione. Ad esempio, si può allestire una bella e grande grow room o una tenda, installare più pannelli a LED e collegarli a timer impostati su 20 ore di accensione/4 ore di spegnimento e lasciarli in funzione per tutto il tempo che si desidera. Una tenda di 2m x 2m può contenere da 10 a 18 piante da fiore, quindi puoi iniziare le tue 8 o giù di lì e, una volta iniziato il processo di fioritura, iniziare le 8 successive. 

Quando le prime 8 sono pronte per il raccolto, è sufficiente avviarne altre 8 e continuare il ciclo. In questo modo avrete una fornitura quasi illimitata di fiori di prima qualità da un'unica stanza, con uno sforzo o una seccatura minimi, che è essenzialmente ciò che ogni coltivatore sta cercando, giusto? Le colture di cannabis autofiorenti hanno anche bisogno di meno nutrimento rispetto alle piante normali (circa la metà del fabbisogno di sostanze nutritive), sono altamente resistenti non solo ai parassiti, ma anche ai funghi e alle malattie, e al giorno d'oggi quasi tutte le varietà che si possono immaginare sono disponibili in forma auto, con le stesse percentuali di THC e, a volte, quantità più elevate di CBD. Lavorare con le auto rende la vita del coltivatore di cannabis più semplice. 

6. Le somiglianze tra cloni e cannabis autofiorente

  • Cloni e auto possono essere perfettamente adatti per le piante di medie dimensioni in un Sea Of Green. 
  • Le auto possono essere lasciate crescere con pochissima manutenzione o addestramento delle piante.
  • Entrambi si concentreranno sulla fioritura e useranno solo nutrienti in fiore.
  • È possibile coltivare una versione fotoperiodica e autofiorente della stessa cultivar.
  • Alcune auto possono essere raccolte in appena 9 settimane consentendo una rotazione rapida.

7. Vantaggi della coltivazione di semi autofiorenti rispetto ai cloni

Per quanto pratico sia crescere con una stanza piena di cloni radicati pronti per essere fioriti, ci sono alcuni vantaggi di crescere con le auto rispetto ai cloni.

1. La scelta delle cultivar disponibili in forma autofiorente rispetto ai cloni affidabili è di gran lunga superiore. Ciò consente ai coltivatori di scegliere tra una vasta gamma di sapori, effetti, tempi di fioritura, altezza della pianta e così via. A seconda di dove vivi e di quanto sei connesso, trovare cloni affidabili può essere più facile a dirsi che a farsi.

2. I cloni possono essere coltivati ​​all'aperto e lasciati incustoditi alla fine dell'estate e quindi influenzati usando tecniche di deprivazione della luce durante il resto dell'anno. La cannabis autofiorente può essere coltivata in qualsiasi momento dell'anno senza ulteriore assistenza. Ciò significa che in alcuni paesi è possibile raccogliere 3-4 volte l'anno.

3. Le cultivar autofiorenti sono molto dure e altamente resistenti ai climi freddi e caldi. Avranno anche maggiori possibilità di sopravvivere a climi rigidi e rigidi all'aperto, producendo risultati eccellenti.

 

Vantaggi della coltivazione di semi autofiorenti rispetto ai cloni

Motivi per scegliere la coltivazione di semi autofiorenti rispetto ai cloni
 

4. I semi possono essere inviati a casa tua sani e salvi, a differenza dei cloni che devono essere acquistati. È anche possibile scegliere da un ampio menu di ceppi, con descrizioni approfondite di come la cultivar è adatta per scenari di crescita, formazione delle piante e climi.

5. I cloni possono spesso essere infestati dagli acari del ragno, che prenderanno rapidamente il controllo del tuo giardino. Gli acari del ragno possono essere un parassita seriamente frustrante che prenderà trattamenti per uccidere e prevenire. Quando si lavora con i semi, la preoccupazione della contaminazione è inesistente, consentendo un giardino sicuro, pulito e privo di insetti.

8. In Conclusione

Sfortunatamente, non è possibile clonare piante di Cannabis autofiorenti, tuttavia, ne vale la pena l'uso di semi autofiorenti rispetto alle cultivar e ai cloni fotoperiodici. Sono eccellenti artisti all'aperto in tutti i climi, perfetti per i coltivatori commerciali e il punto di partenza ideale per un coltivatore principiante nuovo di Cannabis.

11 September 2022