7 Consigli per Coltivare Erba sul Balcone

Nessun giardino o stanza in più? Lasciate che Mary Jane sia la Giulietta seduta sul vostro balcone.
25 January 2021
7 min read
7 Consigli per Coltivare Erba sul Balcone

Contenuti:
  • 1. Scegliere i semi
  • 2. Scegliere il posto giusto
  • 3. Controllare la fonte di luce
  • 4. Dimensioni dei vasi e substrati di coltivazione
  • 5. Iniziare al momento perfetto
  • 6. Formare le tue piante e manipolare le loro dimensioni
  • 7. Essere un genitore di piante presente
  • 8. Conclusione

Le cose non sono sempre perfette in questa vita, ma il fatto che le cose non siano perfette non dovrebbe mai essere il motivo per impedirci di fare qualcosa. Smetteresti di cucinare una torta se manca un ingrediente? Molti cercherebbero di trovare un modo per andare avanti. 

Bene, lo stesso accade con la coltivazione della cannabis. Quando una persona è determinata a coltivare le proprie piante d'erba, non c'è niente che possa impedirglielo. 

E anche se non tutti hanno un grande campo o giardino all'aperto, o una stanza libera che sembra ideale per allestire una grow room al chiuso, neanche questo ci ferma, c'è sempre un modo.

 

Balconies are a great place for growing cannabis!

I balconi sono un ottimo posto per coltivare la cannabis!

 

Coltivare la marijuana su un balcone, per esempio, è un'opzione del tutto competente, ottima soprattutto per chi vive in un appartamento nelle grandi città. Le cose principali da controllare prima di coltivare l'erba su un balcone sono: 

  • Fonte di luce;
  • Spazio;
  • Discrezione; 
  • Mezzo di coltura;
  • E il tipo di strains.

Scopriamo tutto quello che c'è da sapere sulla coltivazione dell'erba sul balcone.

1. Scegliere i Semi

Prima di iniziare a comprare l'attrezzatura per la coltivazione, dovrai scegliere i semi e, per farlo, dovrai dare un'occhiata al tuo futuro spazio di coltivazione e cercare di capirne le qualità. 

Quanto sole entra dal vostro balcone? Per quante ore? Il clima è piuttosto caldo o freddo? Sono domande come queste che vi aiuteranno a scegliere i ceppi giusti. 

Le autofiorenti saranno più facili da coltivare, adattandosi facilmente alla maggior parte delle condizioni di crescita, e raramente non riuscendo a crescere. Le fotoperiodiche, invece, sono piuttosto testarde quando si tratta di luce, quindi assicuratevi di poter soddisfare le loro aspettative.

La stagione dell'anno è un altro fattore vitale. Se vi trovate in un clima piuttosto caldo, vi suggeriamo di optare per varietà a dominanza Sativa, che sono più abituate a climi caldi o tropicali. Se il clima è piuttosto duro e freddo, allora i ceppi Indica probabilmente funzioneranno meglio.

2. Scegliere il posto giusto

Qual è il posto giusto? Idealmente, è un posto dove le vostre piante avranno abbastanza spazio per crescere ed esprimersi, uno dove possono avere accesso alla luce naturale e, ultimo ma non meno importante, uno dove potete nasconderle da eventuali vicini ficcanaso. 

La quantità di spazio che avete vi aiuterà anche nella scelta del tipo di varietà. Le Indica, da parte loro, tendono ad essere più piccole e più grosse delle Sativa, che crescono più verso l'alto che verso il basso.

Keep your balcony weed plants small and controlled.

Mantenete le vostre piante d'erba da balcone piccole e controllate.

 


Se avete uno spazio più grande, questo significa che sarete in grado di coltivare la vostra marijuana in vasi più grandi, il che permette alle piante una maggiore libertà di sviluppare le loro radici e crescere più grandi. 

Infine, posizionare le vostre piante di cannabis vicino ad altre piante è un'ottima idea, soprattutto se siete circondati da vicini non molto simpatici. Travestire le vostre piante di cannabis con alcune piante decorative e mettere una tenda in più potrebbe essere la soluzione perfetta.

3. Controllare la fonte di luce

Per garantirvi di aver scelto il posto perfetto sul vostro balcone, assicuratevi di prestare particolare attenzione alla fonte di luce e alla quantità di luce che le vostre piante riceveranno. Tenendo presente che le piante di cannabis sono infatuate della luce del sole, cercate di metterle sul balcone più soleggiato che potete trovare a casa vostra. 

Tuttavia, dovrete prima controllare che tipo di semi state ricevendo quando considerate la luce. Le piante di cannabis fotoperiodiche richiedono molta luce per la maggior parte del giorno, di cui idealmente 5-6 ore provengono dalla luce solare diretta, e il buio completo quando arriva la notte.

 

Check the light schedule your plants will get growing on your balcony.

Controllate il programma di luce che le vostre piante riceveranno crescendo sul vostro balcone.

 


Le piante di cannabis autofiorenti, d'altra parte, crescono indipendentemente dalla quantità di luce che ricevono, anche se più ce n'è, meglio è, e più grande sarà la pianta. 

Se c'è qualche lampadina che punta direttamente sulle vostre piante durante la notte, potreste prendere una tenda per coprirla.

 

4. Dimensioni dei vasi e substrati di coltivazione

Coltivare piante infestanti su un balcone significa che avrete sicuramente bisogno di acquistare alcuni vasi e un sottovaso per catturare l'acqua in eccesso. È importante non sottovalutare la parte del sottovaso, che potrebbe sembrare non così necessaria ma in realtà lo è.

Quando coltiviamo marijuana ciò che cerchiamo sono le migliori condizioni per la pianta, il che include l'ordine e la pulizia. Pertanto, mantenere pulito il vostro giardino d'erba è una parte fondamentale della vostra routine di coltivazione. 

Mantenendo tutto pulito sarete in grado di evitare parassiti e contaminazioni almeno per quanto le vostre mani possano raggiungere. I sottovasi sono i vostri migliori amici per sbarazzarvi dell'acqua vecchia, sporca e indesiderata, quindi procuratevene sicuramente un paio. 

Il mezzo di coltivazione della vostra pianta è un altro aspetto vitale che influenzerà sicuramente i risultati finali. Quando si coltiva direttamente sul terreno, le piante di cannabis hanno accesso a nutrienti illimitati, e la capacità di estendere le loro radici fin dove è necessario. 

Coltivare l'erba su un balcone non assomiglia affatto a questo caso. Perciò, per garantire che le vostre piante siano ben nutrite e curate, vi suggeriamo di procurarvi del terriccio di alta qualità per compensare le carenze della coltivazione in vaso.

Il substrato di coltivazione ideale dovrebbe essere organico, con un buon drenaggio e circolazione dell'aria, come la fibra di cocco; dovrebbe includere colate di vermi, guano di pipistrello e altri fertilizzanti; e rocce/pietre per un maggiore drenaggio. 

Sappiamo che scegliere i terreni non è esattamente facile, specialmente quando ci sembrano tutti uguali. Come regola generale, cercate di scegliere un terriccio di colore scuro e con una consistenza sciolta e ricca. 

Di solito, un terriccio di alta qualità viene fornito con gli ingredienti necessari, come humus di bosco compostato, perlite, colata di vermi, farina di pesce/ossa/ granchio, kelp, ecc, ecc. L'equilibrio ideale per piantare è 80% di terra e 20% di colata di vermi, con uno strato di pietre sul fondo e un po' di guano di pipistrello e fertilizzanti in cima.

5. Iniziare al momento perfetto

Quando coltiviamo cannabis all'aperto o sul balcone, il momento in cui iniziamo a piantare è essenziale. Il momento perfetto dell'anno per iniziare a piantare è la primavera, quindi impostate delle sveglie, segnatelo sul vostro calendario, o qualsiasi cosa funzioni per ricordarvi di far germogliare i vostri semi in tempo.

 

Spring is the perfect time to germinate your seeds.

La primavera è il momento perfetto per far germinare i tuoi semi.

 


In realtà, un paio di giorni prima dell'arrivo della primavera è il momento perfetto per la germinazione. In questo modo, guadagnerai un po' di tempo in più perché le tue piante crescano e si sviluppino completamente. 

Se il tempo è ancora piuttosto freddo alla fine dell'inverno o all'inizio della primavera, usare qualche luce led in più durante la sera non è una cattiva idea per dare ai vostri piccoli un po' di sostegno in più. 

6. Formare le tue piante e manipolare le loro dimensioni

Quando lo spazio sul balcone in cui state coltivando le vostre piante d'erba è limitato, o se avete bisogno di mantenere l'operazione sottotono per qualche motivo, allora applicare alcuni metodi di allenamento alle vostre piante per mantenere le loro dimensioni piccole e controllate è la risposta. 

Il momento migliore per iniziare a potare le vostre piante è dopo che sono già a loro agio nella fase vegetativa, dove la pianta sviluppa la sua struttura e il suo corpo per contenere i bud in seguito.

Di solito, le piante da balcone devono essere corte e dense. Per ottenere questo risultato dovrete allenare le piante a crescere lateralmente invece che verso l'alto. Per farlo, dovrai tagliare l'apice della pianta, il germoglio superiore, verso il basso.

Questo incoraggia la pianta a far crescere più foglie sotto il taglio, spingendola a diventare più cespugliosa invece che più alta. Continuate a tagliare le vostre piante regolarmente durante tutta la fase vegetativa per controllare le loro dimensioni durante il processo di crescita.

7. Essere un genitore di piante presente

Non aspettatevi che le vostre piante vi diano delle ricompense eccezionali se non siete disposti a prendervene cura in modo altrettanto eccezionale. Questo significa che se quello a cui mirate è un risultato di qualità superiore, dovrete impegnarvi altrettanto. 

Quando si avvicinano le tempeste, fate attenzione ai venti forti, ancora di più se vivete in altura, che potrebbero rompere gli steli delle vostre piante. Allo stesso tempo, anche i lunghi periodi di pioggia stressano le vostre piante.

Fate attenzione a qualsiasi possibilità che il vostro terreno diventi sovrasaturo d'acqua tirando dentro la vostra pianta, quando possibile, in caso di temporali. Nessuno vuole tornare a casa e trovare le proprie piante con la muffa o il marciume dei germogli, quindi fate tutto ciò che è alla vostra portata per evitarlo.

 

Avoid overwatered weed plants!

Evitare di annaffiare troppo!

 

Quando si arriva ai giorni di punta del caldo estivo, tenete conto di quanto possano essere "assetate" le vostre piante. Possono bere acqua molto velocemente, quindi cercate di non dimenticare di annaffiare le vostre piante, soprattutto durante le giornate estremamente calde. 

Infine, controllate quotidianamente le vostre piante in dettaglio per controllare la presenza di parassiti. Non importa dove state piantando, all'aperto, in casa o sul balcone, i parassiti sono sempre una minaccia che vogliamo evitare.

Dato che la prevenzione è il modo migliore, procuratevi delle piante di compagnia repellenti per gli insetti e potrete riposare tranquillamente la notte. Le migliori piante di compagnia includono:

 

PlantUse
BasilicoRepellente per tripidi, coleotteri, afidi e mosche.
Marigold Gli insetti lo preferiscono all'erba, funziona perfettamente come distrazione. 
FagioliFissare l'azoto dall'aria e introdurlo nel suolo.
AglioFungicida, disinfestante.
MentaDissimulatore di odori; repellente per formiche, pulci, afidi e scarafaggi.
Petunie Repellente per cimici, scarafaggi e afidi.

 

8. Conclusione

Se c'è qualcosa che abbiamo imparato è che dove c'è forza di volontà ci sono soluzioni. E una seconda lezione che abbiamo imparato è che le piante infestanti si adattano alle diverse condizioni di crescita come i camaleonti.

Coltivare piante d'erba sul balcone è sostenibile tanto quanto farlo in qualsiasi altro modo, basta solo pensarci un po' di più per assicurarsi che nulla sfugga di mano e dovreste aspettarvi di raccogliere dei bei bud in poco tempo.

Divertitevi a coltivare le vostre piante d'erba sul vostro balcone! Sarà sicuramente un aneddoto divertente in futuro.

 

25 January 2021
Comments