Excellent 4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot
4.8 out of 5 based on 4,357 reviews on Trustpilot

Coltivare Cannabis Outdoor In Italia: Guida Settimana Per Settimana

L'Italia ha un clima perfetto per coltivare la cannabis; infatti, sebbene illegale, è ampiamente consumata e coltivata.
21 May 2022
19 min read
Coltivare Cannabis Outdoor In Italia: Guida Settimana Per Settimana

Contenuti:
  • 0. a. Regioni climatiche in italia
  • 0. b. Clima mediterraneo caldo-estivo (csa)
  • 0. c. Clima mediterraneo estivo e temperato (csb)
  • 0. d. Clima subtropicale umido (cfa)
  • 0. e. La transizione tra i climi cfa e csa
  • 0. f. Clima oceanico (cfb)
  • 0. g. Clima continentale umido (dfb)
  • 0. h. Clima subartico (dfc)
  • 0. i. Clima della tundra (et)
  • 1. Coltivare la cannabis in italia: settimana per settimana
  • 1. a. Cosa devi ricordare prima di far germogliare i tuoi semi?
  • 1. b. Settimana 1 - germinazione (1 marzo - 7 marzo)
  • 1. c. Settimana 2 - fase pre-vegetativa (8 marzo - 14 marzo)
  • 1. d. Settimana 3 - la fase vegetativa (15 marzo - 21 marzo)
  • 1. e. Settimana 4 - la fase vegetativa (22 marzo - 28 marzo)
  • 1. f. Settimana 5 - la fase vegetativa (22 marzo - 28 marzo)
  • 1. g. Settimana 6 - la fase di fioritura (5 aprile - 25 aprile)
  • 1. h. Settimana 7 - la fase di fioritura (12 aprile - 18 aprile)
  • 1. i. Settimana 8 - la fase di fioritura (19 aprile - 25 aprile)
  • 1. j. Settimana 9 - la fase di fioritura (12 aprile - 18 aprile)
  • 2. Le migliori varietà da coltivare all'aperto in italia
  • 3. Consigli per la coltivazione all'aperto in italia
  • 3. a. Il miglior terreno di coltura
  • 3. b. Scegliere la genetica appropriata
  • 3. c. Mascherare l'odore
  • 3. d. Coltivazione guerriglia della cannabis
  • 3. e. Raccogliere cime più grandi
  • 3. f. I migliori nutrienti
  • 3. g. Parassiti comuni in italia
  • 3. h. Qualità dell'acqua in italia
  • 3. i. La cannabis è legale in italia?
  • 4. In conclusione

L'erba non è legale in Italia, anche se puoi trovare grow shops che vendono tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare, l'armamentario nonché i fiori di CBD, puoi avere problemi con la legge se non hai un modo per dimostrare che stai coltivando strettamente per consumo proprio.

1. REGIONI CLIMATICHE IN ITALIA

Dovresti essere cauto quando inizi a coltivare cannabis all'aperto perché l'umidità, la temperatura e il ciclo luminoso possono influenzare la crescita e la resa delle piante.

L'Italia ha sei regioni climatiche che vanno dalle montagne fino alla costa. La maggior parte di essi è perfetta per coltivare cannabis all'aperto. Scegli la genetica giusta e usa alcuni accorgimenti per mantenere l'umidità e ottenere grandi raccolti all'aperto. Puoi ottenere risultati eccezionali con varietà autofiorenti.

Per fare ciò, prima di tutto, devi sapere quali sono le regioni italiane e come la temperatura sta cambiando nel corso dell'anno:

Regioni climatiche in Italia per la coltivazione della cannabis

 A meno che non ci si trovi nei climi continentali umidi, nei climi subartici e nelle regioni della tundra, l'Italia ha un ottimo clima per coltivare cannabis, specialmente da giugno ad agosto.

CLIMA MEDITERRANEO CALDO-ESTIVO (CSA)

Il Clima temperato caldo mediterraneo (assieme a quello subtropicale) si trova in tutte le zone costiere; la temperatura media invernale varia da 6°C a nord a 14°C a sud.

Durante le estati secche e calde, le temperature medie sono di circa 23°C a nord e possono raggiungere i 28°C a sud.

Questo tipo di clima comprende luoghi come Sardegna, Sicilia, Calabria e Puglia.

 

Mese Media Alta (C°)Media Bassa (C°) Media (C°)Umidità reale Ore di luce solare
 Maggio22.612.117.370%14:15hs
 Giugno26.215.620.969%15hs
 Luglio29.318.023.668%15hs
 Agosto29.517.923.768%14hs
 Settembre26.315.320.871% 12:45hs

I mesi migliori per coltivare cannabis nel clima mediterraneo caldo-estivo.
 

CLIMA MEDITERRANEO ESTIVO E TEMPERATO (CSB)

Il clima temperato mediterraneo a estate tiepida si trova nell'entroterra delle regioni meridionali, è abbastanza simile al clima CSA ma con inverni più umidi.

Le temperature medie possono raggiungere i 3-5°C in inverno (con possibilità di neve) e fino a 21°C in estate.

I principali luoghi in cui è possibile trovare questo clima sono Lazio, Abruzzo, Molise e Campania.

 

Mese Media Alta (C°)Media Bassa (C°)Media (C°)Umidità reale Ore di luce solare
Giugno33.012.717.570%15hs
Luglio36.815.420.668%14:45hs
Agosto36.815.720.770%14hs
 Settembre33.212.717.274%12:45hs

I mesi migliori per coltivare cannabis nel clima mediterraneo caldo-estivo.
 

CLIMA SUBTROPICALE UMIDO (CFA)

Nel clima temperato ad estate calda le stagioni sono più definite e si trova principalmente nelle valli del nord.

Le estati sono più umide e calde, raggiungono fino a 22°C e un inverno leggermente freddo, che varia da 1-3°C.

Le principali località dove si può trovare questo clima sono Trieste, Ancona e l'Alessandrino.

 

MeseMedia Alta (C°)Media Bassa (C°)Media (C°)Umidità realeOre di luce solare
Maggio22.311.617.068%15hs
Giugno26.215.420.868%15:40hs
Luglio29.218.023.667%15:15hs
Agosto28.517.623.070%13:50hs
Settembre24.414.019.274%12:20hs

I mesi migliori per coltivare cannabis nel clima subtropicale umido.
 

LA TRANSIZIONE TRA I CLIMI CFA E CSA

Alcune regioni d'Italia hanno condizioni meteorologiche che non possono essere definite l'una o l'altra, come nel caso di Ferrara e Alessandria, dove le estati non sono troppo secche o umide e gli inverni sono freddi ma più miti in altre regioni. Questo perché queste regioni sono una transizione tra climi subtropicali umidi e climi mediterranei caldi estivi.

In questa regione, la temperatura media in estate è di circa 22-23°C e l'inverno varia tra 6-7°C.

 

MeseMedia Alta (C°)Media Bassa (C°)Media (C°)Umidità realeOre di luce solare
Maggio23.711.617.765%14:45hs
Giugno27.715.021.462%15:30hs
Luglio31.417.724.659%15hs
Agosto31.517.724.660%13:45hs
Settembre26.714.420.565%12:30hs

I mesi migliori per coltivare cannabis nella regione di transizione climatica.
 

CLIMA OCEANICO (CFB)

Il clima oceanico si trova soprattutto sugli Appennini, dove la temperatura media estiva varia da 17 a 21°C e quella invernale da 2 a 4°C.

Questo clima si trova a nord, a 400 metri sul livello del mare, e a sud, sopra i 500 metri sul livello del mare.

 

MeseMedia Alta (C°)Media Bassa (C°)Media (C°)Umidità realeOre di luce solare
Giugno25.312.218.762%15:30hs
Jul29.014.221.659%15hs
Aug29.114.121.660%13:45hs
Sep24.711.418.165%12:30hs

I mesi migliori per coltivare cannabis nella regione del clima oceanico.
 

CLIMA CONTINENTALE UMIDO (DFB)

Questo tipo di clima si trova nelle zone alpine e degli appennini, con un'altitudine di 1000m o più.

Lì i coltivatori soffrono di climi freddi che vanno da -7 a -3°C e di estati miti che vanno dai 13-18°C.

CLIMA SUBARTICO (DFC)

Intorno ai 1600-1800 m, nella valle alpina, gli inverni sono molto freschi, da -12 a -5°C, e anche le estati sono un po' fredde, intorno ai 10-12°C.

CLIMA DELLA TUNDRA (ET)

Sopra il clima subartico, quando raggiungi il clima freddo delle montagne, per tutto l'anno c'è una temperatura media intorno agli 8°C.

3. COLTIVARE LA CANNABIS IN ITALIA: SETTIMANA PER SETTIMANA

Immagina di vivere a Firenze e stai pianificando di coltivare una varietà autofiorente all'aperto, come la Lemon Pie Auto.

COSA DEVI RICORDARE PRIMA DI FAR GERMOGLIARE I TUOI SEMI?

Prima ancora di germinare i semi è essenziale conoscere il clima per le prossime due settimane; infatti l'umidità, la temperatura e la luce solare avranno un effetto sulla crescita e sulla resa all'aperto delle piante.

Le ore di temperatura, umidità e luce solare non possono essere modificate all'aperto, quindi è bene pianificare in anticipo quando si coltiva la cannabis, in questo modo ci si garantirà un buon raccolto.

A seconda del tipo di cannabis che stai pianificando di coltivare (auto o foto), puoi utilizzare tecniche come la privazione della luce per ridurre la luce che le tue piante ricevono e mantenerle in vegetativa più a lungo; il telo di plastica che usi per la privazione della luce può essere inoltre usato come copertura per ripararle dalla pioggia.

Lemon Pie Auto
5 out of 5
consegna veloce, semi imballati molto sicuro. è un colpo da qui. non è l'ultima volta che faccio la spesa da voi.
Claudip.
Verified customer
Reviewed 5 novembre 2020

È davvero utile conoscere il tempo che farà nei prossimi due mesi in modo da poter pianificare e preparare al meglio il tuo metodo di coltivazione.

Ad esempio, alcuni giorni di marzo hanno un livello di umidità estremamente elevato, questo significa che puoi già iniziare a pensare a fare dell'LST per migliorare il flusso d'aria ed evitare così muffe e insetti.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: (LST) Formazione a basso stress

Il metodo di legare verso il basso è una tecnica LST che può aiutarti ad aumentare i rendimenti all'aperto.
 

Conoscendo il tempo che farà, puoi potenzialmente migliorare la resa all'aperto ed evitare problemi che si verificano con un'umidità troppo alta o climi freddi e scegliere quando la tua pianta sarà nella fase di fioritura in modo che ottenga più luce.

Nelle tabelle sottostanti, possiamo vedere che a marzo otterresti 11 ore di luce solare mentre a maggio puoi ottenere fino a 15 ore, anche se sembra che 2 ore non siano molte, può avere una grande differenza nello sviluppo delle tue piante .

Ad esempio, se hai intenzione di iniziare a coltivare a marzo, di seguito spiegheremo cosa puoi aspettarti dal ciclo di vita della tua pianta settimana per settimana:

SETTIMANA 1 - GERMINAZIONE (1 MARZO - 7 MARZO)

Se dovessi germinare un paio di semi (che impiegano 9 settimane dal seme alla raccolta) e piantarli il 10 marzo, ti dovresti aspettare di raccogliere intorno al 2 maggio; avendo una data di raccolta approssimativa puoi avere un'idea del tempo che farà attraverso tutto il ciclo di crescita.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: germinazione

Clima a Firenze1 nella prima settimana di marzo.

I semi possono impiegare fino a 7 giorni per germinare, quindi se vuoi piantarlli per esempio, il 10 marzo dovremmo iniziare il processo di germinazione almeno il 1-2 marzo, ricorda che questo dipende esclusivamente dal seme, alcuni semi richiedono circa 72 ore e altri possono richiedere fino a una settimana.

Tienilo a mente quando pianifichi la tua coltivazione outdoor perché le piante sono esseri viventi, non puoi accelerare i loro processi naturali e anche tenere a mente che possono prendere un po 'più di quello che hai pianificato.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: 1a settimana di crescita delle piante

1. Crystal Meth Auto dal nostro coltivatore Ladyblazed, 2. Girls Scout Cookies Auto dal nostro coltivatore GSCFan e 3. Cream Cookies Auto dal nostro coltivatore DudeGrowsWeed alla settimana 1 da GrowDiaries.
 

Come puoi vedere, nella prima settimana le tue piante germoglieranno e svilupperanno la prima coppia di foglie vere, questo è un segno che si stanno sviluppando correttamente.

SETTIMANA 2 - FASE PRE-VEGETATIVA (8 MARZO - 14 MARZO)

Dopo che la tua pianta è spuntata dal terreno, possono essere necessari circa 10 giorni per far apparire la prima coppia di foglie vere e proprie.

A questo punto dovremmo mantenere un alto livello di umidità, quindi dando un'occhiata al grafico, ci si può aspettare un'umidità relativamente bassa, ad eccezione di un paio di giorni.

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: la fase pre-vegetativa

 Clima a Firenze1 nella seconda settimana di marzo.
 

Ciò significa che dovresti posizionare una cupola sopra la piantina per aiutare a mantenere costante il tasso di umidità e spruzzarla spesso con acqua, affinché l' umidità non diminuisca. Devi mantenerla infatti il più vicino possibile al 60% in modo che la piantina non si secchi e muoia.

Dopo aver attraversato le fasi di germinazione e pre-vegetativa a marzo, ad aprile la tua pianta entrerà nella fase vegetativa vera e propria.

 Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: seconda settimana di crescita delle piante

1 & 4. Zkittlez Auto dal nostro coltivatore Shinsimilla, 2. Girls Scout Cookies Auto dal nostro coltivatore Just1leaf e 3. Purple Lemonade Auto dal nostro coltivatore Alex1515 alla settimana 2 da GrowDiaries.
 

Nella seconda settimana di crescita delle piante, la tua pianta inizierà a sviluppare più foglie e inizierà a prosperare.

SETTIMANA 3 - LA FASE VEGETATIVA (15 MARZO - 21 MARZO)

Nella fase vegetativa devi mantenere un'umidità relativa di circa il 50%, sebbene il grafico mostri alcuni giorni con un'umidità relativa del 25% e del 30%, dovresti essere a posto.

Un'altra cosa che devi regolare è la temperatura. Se guardi il grafico, ci sono un paio di giorni in cui la temperatura scende drasticamente.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: terza settimana della fase vegetativa

Clima a Firenze1 dal 15 al 21 marzo.
 

Le cadute di temperatura possono stressare le nostre piantine, quindi se riesci a prevedere questi eventi, puoi effettuare le regolazioni corrette in modo che la tua pianta non si stressi. Devi mantenere una temperatura tra 22-25°C affinché la tua pianta cresca bene.

 

Outdoor cannabis grow in Italy: week 3 of plant growth

1. Blue Dream'matic del nostro coltivatore AngryBird, 2. Blackberry Auto del nostro coltivatore Thejusepas e 3. West Coast O.G. Auto dal nostro coltivatore 416fireman alla settimana 3 da GrowDiaries.
 

Nella terza settimana di crescita, è probabile che cadano i cotiledoni, non devi preoccuparti perché è normale e quando ciò accade la pianta inizierà a nutrirsi dei nutrienti che le dai.

SETTIMANA 4 - LA FASE VEGETATIVA (22 MARZO - 28 MARZO)

Anche se le piante all'aperto possono crescere con 14 e 16 ore di luce, si svilupperanno meglio con almeno 18 ore di luce.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: quarta settimana della fase vegetativa

Clima a Firenze1 dal 22 al 28 marzo.
 

Dovresti anche fornire 18 ore di luce solare affinché la tua pianta cresca bene, anche se in alcuni punti non ne ottieni così tanta, quindi dovresti pianificare di coltivare le tue piante di cannabis quando ottieni la maggior quantità di luce nella tua regione.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: quarta settimana di crescita delle piante

Gelato Auto alla settimana 4 del nostro coltivatore ReYcOs42 di GrowDiaries.
 

In questa fase, ti stai prendendo cura della tua pianta che inizierà a sviluppare 1 paio di foglie al giorno, è essenziale non stressarla troppo in modo che possa crescere correttamente.

SETTIMANA 5 - LA FASE VEGETATIVA (22 MARZO - 28 MARZO)

Questa è l'ultima settimana prima di entrare nella fase di pre-fioritura, in questa fase, dovresti installare la tua rete per lo Scrog e iniziare a rimuovere i laccetti se mai avessi fatto LST alla tua pianta.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: la quinta settimana della fase vegetativa

Clima a Firenze1 dal 29 marzo al 4 aprile
 

In questa fase della crescita della cannabis, dovresti iniziare lentamente a diminuire la quantità di nutrienti per la vegetativa e iniziare ad aggiungere poco a poco quelli per la fioritura, questo fornirà ciò di cui la tua pianta ha bisogno per iniziare a fiorire.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: quinta settimana di crescita delle piante

1. Tangie'matic dal nostro coltivatore Piernaslocas e 2. Cream Cookies Auto dal nostro coltivatore S1993 alla settimana 5 da GrowDiaries.
 

Alla settimana 6 la tua pianta è quasi pronta per entrare nella fase di pre-fioritura, dovrebbero essere necessari solo un paio di giorni prima di veder spuntare i primi peli bianchi.

SETTIMANA 6 - LA FASE DI FIORITURA (5 APRILE - 25 APRILE)

Intorno al 10 aprile la nostra pianta inizierà a mostrare segni (peli bianchi) che sta entrando nella fase di pre-fioritura.

 Coltivare cannabis all'aperto in Italia: la sesta settimana della fase vegetativa

 

Clima a Firenze1 dal 5 aprile all'11 aprile
 

Quando vedi spuntare dei peli bianchi, la tua pianta sta entrando ufficialmente nella fase di fioritura.

L'umidità relativa dovrebbe aggirarsi intorno al 45% e iniziare lentamente a diminuire fino a raggiungere circa il 40%, dai un'occhiata alla tabella qui sotto per avere un'idea di cosa aspettarsi.

 

 Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: sesta settimana di crescita delle piante

1 & 2. Lemon AK Auto dal nostro coltivatore Resin_Randy e 3. Purple Lemonade Auto dal nostro coltivatore Chubbs alla settimana 6 da GrowDiaries.
 

I peli bianchi (pistilli) sono un segno che la tua pianta è abbastanza matura per iniziare a fiorire e impiegherà circa 1 settimana per iniziare a sviluppare fiori.

SETTIMANA 7 - LA FASE DI FIORITURA (12 APRILE - 18 APRILE)

Nella fase di pre-fioritura, la tua pianta può iniziare a emanare un odore pungente, è una buona idea quindi installare il filtro a carbone per mascherare l'odore ora.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: settima settimana della fase vegetativa

  Clima a Firenze1 dal 12 aprile al 18 aprile
 

I livelli di umidità saranno piuttosto bassi, quindi forse dovrai usare un umidificatore o altri metodi per aumentare l'umidità nel tuo spazio di coltivazione.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: settima settimana di crescita delle piante

1 & 2. Lemon AK Auto dal nostro coltivatore Resin_Randy la settimana 7 da GrowDiaries.
 

Con la settimana 7 i fiori della tua pianta inizieranno a gonfiarsi e vedrai molti peli bianchi in tutti gli internodi, in questa fase dovresti già dare i soli nutrienti di fioritura di buona qualità per garantire un alto rendimento.

SETTIMANA 8 - LA FASE DI FIORITURA (19 APRILE - 25 APRILE)

Nelle ultime due settimane prima della raccolta dovresti iniziare col flush, lavare le radici 2 settimane prima della raccolta rimuoverà infatti le sostanze nutritive in eccesso e si tradurrà in fiori con un sapore e odore migliori.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: ottava settimana della fase vegetativa

Clima a Firenze1 dal 19 aprile al 25 aprile.
 

Puoi anche prepararti a regolare la temperatura, anche se in questo esempio non è necessario perché avendo una temperatura minima media di circa 11°C e una massima media di circa 22°C, la media sarà di circa 17°C.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: ottava settimana di crescita delle piante

  1. LSD-25 Auto dal nostro coltivatore Butterstotch, 2. Lemon AK Auto dal nostro coltivatore Resin_Randy e 3. Girl Scout Cookies Auto dal nostro coltivatore DJKY71 la settimana 8 da GrowDiaries.
 

La migliore scelta di varietà sarà un ibrido a predominanza Indica che prende molto bene il clima freddo, quindi se non si soffre di un clima estremamente freddo (meno di 13°C) non si avrà alcun problema.

SETTIMANA 9 - LA FASE DI FIORITURA (12 APRILE - 18 APRILE)

Nell'ultima settimana, la tua pianta per lo più maturerà e le cime si addenseranno ancora un pò, è cruciale che tu raccolga al momento giusto e abbia la stanza di essiccazione pronta per le tue piante.

Coltivare cannabis all'aperto in Italia: la settimana 9 della fase vegetativa

Clima a Firenze1 dal 26 aprile al 2 aprile
 

Dopo la raccolta e il taglio, dovrai essiccare le piante per circa 2 settimane e quindi conciare le cime per almeno altre 2 settimane.

 

Coltivazione di cannabis all'aperto in Italia: nona settimana di crescita delle piante

1. LSD-25 Auto dal nostro produttore buuuuuzy e 2. Blue Dream'matic dal nostro produttore AngryBird nella settimana 9 da GrowDiaries.
 

Quando la tua pianta è pronta per il raccolto, la maggior parte dei coltivatori la lascia per 48 ore in completa oscurità, questo farà sapere alla tua pianta che sta per morire e produrrà un altro po 'di resina.

4. LE MIGLIORI VARIETÀ DA COLTIVARE ALL'APERTO IN ITALIA 

Poiché le zone climatiche sono molteplici in tutta l'Italia, non esiste un unico ceppo migliore valido per l'intero pease. Vediamo le migliori opzioni per tutte le diverse regioni climatiche.

CLIMA MEDITERRANEO CALDO-ESTIVO (CSA)

  • Strawberry Gorilla Auto è una mostruosa autofiorente, adatta ai climi più caldi. Raggiungendo i  cm, questo colosso non è l'opzione più discreta, ma con oltre il 27% di THC e un profilo terpenico pesante come una bacca - qesta pianta è la preferita di tutti i coltivatori, dai principianti ai più esperti.
  • Jack Herer Auto è un'autofiorente a predominanza sativa con una percentuale di THC leggermente inferiore che offre un perfetto sballo chiaro ed energizzante per tutto il giorno. La produzione di resina di alto livello, la rende una delle prefrite da chi vuole fare estratti di tutti i tipi, fiorisce in sole 9 settimane ed è una delle nostre varietà più premiate di tutti i tempi.
  • Forbidden Runtz Auto è una delle nostre varietà a predominanza Indica. Le dimensioni del raccolto sono molto impressionanti, così come i solidi boccioli prodotti. Questa è una delle più forti varietà di autofiorenti mai prodotte, passa dalla nascita alla fioritura in 8-10 settimane ed è una delle varietà più facili da coltivare di tutto il nostro catalogo.
  • Orange Sherbet Auto è perfettamente adatta a tutti i tipi di coltivazione e si comporta eccezionalmente bene all'aperto, per tutto l'anno. È un gigante a dominanza sativa che può produrre fino a 650gr/m2 in meno di 70 giorni, il tutto producendo alcuni dei sapori più complessi di qualsiasi autofiorente disponibile oggi. Gli effetti possono essere descritti come edificanti, esaltanti, profondamente creatifi e motivanti. La produzione di resina è pazzesca, non solo le cime, ma anche le foglie di zucchero praticamente colano di tricomi.

CLIMA SUBTROPICALE UMIDO (CFA)

  • Gorilla Punch Auto è la nostra propaggine di una della varietà più forti di tutti i tempi, Gorilla Glue. Il fascino di questa gemma è fuori dal mondo, con splendide sfumature magenta e viola che emergono nelle ultime 2 settimane di fioritura. È fantasticamente bilanciata, estremamente forte. E produce uno dei profili terpenici più deliziosi di tutte le nostre genetiche.
  • Bruce Banner Auto. Questa ragazzaccia a dominanza sativa è una delle più vendute, e non c'è da stupirsi. Con dimensioni e rese mostruose, un high che spacca, pulito e creativo che è il preferito dai professionisti, e un livellor impressionante di produzione di resina che crea uno stato così spesso da far sembrare le cime coperte di neve.
  • LSD-25 Auto è popolare tra i coltivatori di nicchia per un paio di motivi. Produce il viola più intenso di tutta la nostra gamma, un high quasi psichedelico, è una delle varietà più facili da coltivare e gestire e produce fino a 400-500gr/m2.
  • Mimosa Cake Auto. Le varietà Mimosa hanno iniziato a spuntare qualche anno fa e i fumatori di tutto il mondo le hanno votate tra le più gustose mai prodotte. I deliziosi terpeni fruttati ti faranno tornare per averneancora e ancora. Si tratta di uno sballo davvero ben bilanciato, adatto a fumatori diurni o notturni. Le cime, delle dimensioni di una pallina da ping-pong, crescono per lo più di colore verde chiaro con alcune macchie di verde più scuro, mentre a volte mostrano riflessi rosa che danno alle cime un aspetto ipnotizzante e profumano di un cocktail di frutta dolce con un forte aroma terroso.

CLIMA OCEANICO (CFB)

  • Strawberry Pie Auto è tra le cime più forti che abbiamo mai creato e offre un incredibile 26% di THC. Gli aromi e le farine che questa pianta produce sono uno dei motivi per cui è in cima alla nostra lista delle migliori vendute, con una complessa miscela di pasta di cookie-dough, crema e gas che conferisce a questa varietà un sapore di caramella alla fragola.
  • CBD Auto 1:1 (CBD Crack) è un ibrido splendidamente bilanciato, a basso contenuto di THC e ad alto contenuto di CBD, perfetto per chi vuole rilassarsi e godersi la giornata. Con il 7% di THC e il 7% di CBD è assolutamente perfetta per i consumatori medici o per coloro che non vogliono sempre esplodere.
  • Big Bud Auto è una delle nostre varietà OG. Come suggerisce il nome, si ottengono le cime più grandi, più dense e più corpose, con rese enormi. Questa bestia a predominanza indica offre uno sballo leggero ma presente in testa, combinato con un moderato sballo corporeo che aiuta a ridurre la tensione e allevia i dolori muscolari.
  • Afghan Kush Auto è un'altra delle nostre varietà OG, ed è il nonno di tutta la gamma di kush autofiorenti. Molto popolare tra i medici per le suie qualità antidolorifiche e di riduzione dell'insonnia, è una delle indica pià pure di tutto il mondo autofiorente. Offre anche fantastici benefici di aumento dell'appetito, ma gli effetti di blocco dell'allenatore possono rendere l'idea di cucinare un po' opprimente. La nostra Afghan Kush Auto cresce con il classico aspetto da Indica, con uno stelo spesso e rami che ti ricompenseranno con fino a 500gr/m2 di cime super resinose.

5. CONSIGLI PER LA COLTIVAZIONE ALL'APERTO IN ITALIA

IL MIGLIOR TERRENO DI COLTURA

Se vivi in ​​un posto molto umido puoi aggiungere la perlite per aiutare ad ossigenare il mezzo mentre se vivi in ​​un luogo asciutto la fibra di cocco può aiutare invece a trattenere l'umidità nel mezzo.

SCEGLIERE LA GENETICA APPROPRIATA

È una buona idea scegliere la genetica appropriata per il clima in cui crescerai, in generale, Indica dominante per le temperature più basse e Sativa per temperature più alte.

MASCHERARE L'ODORE

Se stai crescendo in un balcone, un'abbondanza di piante aromatiche può aiutare a mascherare l'odore.

COLTIVAZIONE GUERRIGLIA DELLA CANNABIS

Se stai pensando di coltivare facendo guerrilla grow, assicurati di trovare il posto perfetto. Un luogo in cui la tua pianta otterrà una buona quantità di luce con una fonte d'acqua nelle vicinanze e lontano da insetti e animali che possono mangiare la tua pianta.

Animali come roditori e talpe possono mangiare le radici e sono difficili da individuare perché vivono sottoterra, dovresti cercare buchi nel terreno o piante mangiucchiate prima di scegliere dove piantare la tua cannabis.

 

I migliori consigli per coltivare cannabis all'aperto in Italia

I migliori consigli per coltivare cannabis all'aperto in Italia
 

RACCOGLIERE CIME PIÙ GRANDI

Per ottenere cime più dense e grandi outdoor, puoi pianificare in anticipo in modo che le tue piante fioriscano quando ottieni più luce solare, ciò si tradurrà in una maggiore resa all'aperto e fiori migliori.

I MIGLIORI NUTRIENTI

I nutrienti biologici non solo ti impediranno di bruciare le tue piante, ma ti daranno anche un migliore sapore e odore di fiori. Ovviamente, puoi usare nutrienti sintetici ma dovresti stare attento a non fertilizzare troppo le tue piante.

PARASSITI COMUNI IN ITALIA

Quasi tutti i parassiti più comuni che possono affliggere una coltura di canncabis sono presenti sul territorio italiano. Tra questi, ragnetti, acari, afidi, bruchi, vermi, nematodi, cervi, uccelli, talpe, scoiattoli, solo per citare una piccola selezione, senza contare i problemi di funghi e muffe che possono insorgere durante la coltivazione dell'erba. Prima di coltivare, è sempre meglio di farsi consigliare dal negozio di coltura idroponica locale sui parassiti più frequenti nella zona.

Se sei proccupato per i problemi di insetti e funghi, puoi sempre usare olio di neem o spray sintetici e attuare un programma di prevenzione. Con l'olio di neem, prepara un semplice spray fogliare con i seguenti ingredienti:

  • 500ml di acqua di rubinetto o piovana
  • 1ml di olio di neem
  • sapone insetticida al 75% di forza

Mescola delicatamente il composto cercando di non far formare bolle d'aria. Nebulizza le piante una volta ogni 5-8 giorni, assicurandoti di spruzzare l'intera pianta nella fase di crescita vegetativa. Molti dei piccoli parassiti amano vivere nella parte inferiore delle foglie e nelle fessure più difficili da raggiungere, quindi presta particolare attenzione a queste zone.

Questo tipo di applicazione preventiva dovrebbe essere interrotta completamente nelle ultime 3 settimane di fioritura e si dovrebbe fare molta attenzione a non spruzzare i fiori quando iniziano a formarsi.

QUALITÀ DELL'ACQUA IN ITALIA

Nella maggior parte del Paese, l'acqua del rubinetto è perfettamente adatta alla coltivazione della cannabis. Come in qualsiasi altra parte del mondo, la qualità e i livelli di pH variano da regione a regione e nella maggior parte delle aree è presente il cloro. Il modo più semplice per combattere questo problema è credere che l'acqua rimanga nel contenitore per tutta la notte prima di annaffiare le vostre piante.

Posso raccogliere e utilizzare l'acqua piovana per le colture erbacee in Italia?

L'acqua piovana è perfettamente legale da raccogliere in tutte le zone d'Italia ed è più che adatta per la coltivazione di erba all'aperto. Le tue colture all'aperto riceveranno l'acqua piovana in ogni caso (quando piove, ovviamente). Se vuoi tenerle più protette e avere un maggiore controllo sul ciclo di crescita, costruisci o acquista una serra. Questa non solo proteggerà il raccolto dalla pioggia, ma anche da tutti gli altri elementi atmosferici. La coltivazione in serra può essere un'enorme prevenzione per i parassiti e gli animali che possono attaccare le vostre preziose piante.

È importante controllare sempre il pH e i livelli di TDS o EC prima di utilizzare l'acqua per nutrire le piante. Questo dovrebbe essere fatto prima, durante e dopo la preparazione della miscela. Un pH o una densità di nutrienti nell'acqua possono portare a problemi enormi in futuro.

Ogni coltivatore di erba dovrebbe investire in un misuratore di pH ed EC adeguato. Spendere un po' di più in prodotti di qualità è sempre consigliato per la coltivazione della cannabis e non è diverso in questo caso.

6. LA CANNABIS È LEGALE IN ITALIA?

La risposta è no.

I negozi di coltivazione e i coltivatori, beneficiavano di una "zona grigia" della legge, ma una recente decisione della Corte di Cassazione ha stabilito che non è più un crimine coltivare cannabis a casa (in quantità minime) e solo per uso personale.

Questa decisione afferma che la salute pubblica non è in alcun modo compromessa o minacciata dall'individuo che decide di coltivare cannabis per se stesso e che le sanzioni penali non possono essere applicate se si seguono questi principi.

La corte suprema italiana ha deciso che fintanto che si tratta di una coltivazione domestica su piccola scala con un piccolo numero di piante, una bassa resa, senza l'uso di attrezzature professionali ed esclusivamente per l'uso personale del coltivatore senza indicazioni di commercializzazione al mercato nero

Poiché non esiste alcuna legge che vieti il ​​CBD, sono autorizzati a vendere accessori, attrezzature per la coltivazione, prodotti a base di CBD e persino fiori con meno dello 0,2% di THC (considerata canapa) sebbene sia più costoso e peggiore di quello che si può ottenere sul mercato negro o coltivando la tua cannabis.

Tieni presente che nell'ultimo documento ufficiale3 il Ministero della salute non consente la vendita al pubblico di prodotti a base di THC, quindi anche se puoi acquistare o coltivare cannabis a casa, se qualcuno chiama la polizia (a causa dell'odore, per esempio) puoi finire nei guai.

Se stai coltivando cannabis, avere troppe piante, bilancino o buste per il confezionamento può essere usato come prova del fatto che stai commercializzando cannabis e il giudice potrebbe ritenerti colpevole.

7. IN CONCLUSIONE

Anche se puoi coltivare quasi tutte le varietà autofiorenti più volte all'anno, conoscendo il clima per i prossimi due mesi nella tua regione, puoi ottimizzare il ciclo di coltivazione.

Conoscendo la quantità di luce non solo è possibile migliorare la resa della pianta, ma anche evitare di stressarla ed evitare problemi legati a livelli elevati di umidità.

Speriamo che la nostra guida settimana per settimana ti aiuti a pianificare e organizzare la crescita all'aperto con successo. Se l'hai già fatto, dicci nella sezione commenti, quali sono stati i tuoi principali problemi che hai affrontato.

 


Questa guida è stata aggiornata per la stagione outdoor 2020 in base ai mesi con il miglior clima in Italia.


FONTI ESTERNE

   1. Servizio nazionale di previsione neve e valanghe (Meteo Aeronautica):

 http://www.meteomont.gov.it/infoMeteo/jsp/mwablx812I.jsp 

   2. La Repubblica: Cannabis, la Cassazione: "Coltivazione in casa non è reato"

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/12/26/news/cannabis_la_cassazione_coltivazione_in_casa_non_e_reato_-244430759/?ref=search&refresh_ce

   3. Richiesta di parere sulla commercializzazione di prodotti contenenti THC: 

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2761_allegato.pdf

21 May 2022