Come Affrontare La Crescita Lenta Della Cannabis

Se le tue piante crescono troppo lentamente, è molto probabile che ci sia qualcosa di sbagliato da correggere.
08 July 2020
11 min read
Come Affrontare La Crescita Lenta Della Cannabis

Contenuti:
  • 1. Luci
  • 1. a. Come affrontarlo
  • 2. Stress da danno accidentale
  • 2. a. Come affrontare il problema
  • 3. Allenamento a basso stress
  • 3. a. Come affrontarlo
  • 4. Allenamento ad alto stress
  • 4. a. Come affrontarlo
  • 5. Ambiente
  • 5. a. Come affrontarlo
  • 6. Problemi delle radici
  • 6. a. Innaffiare in eccesso
  • 6. b. Innaffiare troppo poco
  • 6. c. Le radici crescono oltre le dimensioni del vaso
  • 6. d. Come affrontarlo
  • 7. Carenze nutritive
  • 7. a. Come affrontarlo
  • 8. Insetti o parassiti
  • 8. a. Come affrontarlo
  • 9. Genetica
  • 9. a. Come affrontarlo
  • 10. In conclusione

Se ritieni che le tue piante non stiano crescendo così velocemente come dovrebbero, è molto probabile che ci sia qualcosa di sbagliato, una crescita lenta può essere il risultato di un numero di cose. Se le tue piante soffrono di una lenta crescita delle radici o ti stai chiedendo perché le tue piante crescono così lentamente, ecco un paio di suggerimenti per aiutarti a risolvere il tuo problema, ricorda che questi problemi possono influenzare la cannabis in tutte le fasi della crescita delle piante.

Quando si coltiva la cannabis ci sono molte variabili che possono influenzare la crescita e il risultato finale del raccolto. Dalla genetica, alle possibili carenze nutrizionali, al sistema radicale e ai problemi dei parassiti nell'ambiente, è necessario assicurarsi che tutto vada bene se si desidera avere un ciclo di crescita regolare. Fornire alle tue piante un clima caldo leggermente umido non solo ti aiuterà ad affrontare la loro crescita lenta, ma può portare a un raccolto più grande e migliore.

1. Luci

La luce insufficiente è uno dei principali problemi associati a una crescita lenta. Non fornire luce a sufficienza farà sì che le tue piante impieghino molto più tempo a svilupparsi perché non hanno una buona quantità di luce per la fotosintesi.

Quando le tue piante sono ancora giovani, puoi vedere questo, ad esempio, quando la tua piantina si allunga troppo, questo è un segno che la tua pianta non sta ricevendo abbastanza luce e sta cercando di avvicinarsi ad essa.

Ora, tieni presente che puoi anche dare alle tue piante troppa luce (se l'ambiente non è appropriato per la quantità di luce che stai fornendo).

Ciò accade perché la maggior parte delle luci ad alta intensità deve essere utilizzata in combinazione con livelli di CO2 più elevati in modo che la tua pianta possa assorbire correttamente la luce, se il livello di CO2 è troppo basso la tua pianta può essere stressata e mostrare segni di stress termico, con conseguente crescita lenta.

Come affrontarlo

Se riscontri problemi legati alla luce (come i sintomi dello stress da calore), dovresti provare a regolare l'intensità (con un dimmer) o l'altezza a cui si trova la tua lampada.

Un buon modo per testarlo è tenere le mani sotto la luce per circa 30 secondi, se fa troppo caldo per te, sicuramente fa troppo caldo per le tue piante.

 

How To Deal With Slow Cannabis Growth: Light distance

 Distanza approssimativa della luce per LED e lampadine.

Come guida generale, i LED devono essere tenuti a una distanza compresa tra 60 e 100 cm dalle piante (a seconda del modello), mentre i proiettori delle lampadine devono trovarsi a circa 30 cm dal baldacchino.

2. Stress da danno accidentale

Se il vostro ventilatore o la lampada cade accidentalmente sulla vostra cannabis, ci potrebbero essere dei seri problemi come rami rotti o anche peggio, e questo può rallentare la crescita in modo significativo.

Quando si verifica un qualsiasi tipo di danno, la vostra pianta dovrà spostare le sostanze nutritive e le vitamine, per esempio, verso le aree che ne hanno più bisogno, il che significa che la vostra cannabis reindirizzerà le risorse necessarie alla nuova crescita della pianta per riparare il danno.

Puoi provare a riparare un ramo rotto con del nastro adesivo o qualcosa di simile.
 

Nella maggior parte dei casi, la tua pianta molto probabilmente rallenterà la crescita per un paio di giorni fino a quando non avrà finito di recuperare e potrà continuare a crescere normalmente.

Ricorda solo che le piantine sono super fragili, quindi ricontrolla l'attrezzatura e assicurati che tutto sia appeso correttamente prima di iniziare il tuo ciclo di crescita.

Come affrontare il problema

Non c'è molto che possiate fare se la vostra cannabis ha subito un incidente, quindi per prima cosa assicuratevi di conoscerne la causa.

Se un ramo si è spezzato a causa del forte vento, potete usare dei paletti di bambù o una rete scrog per fornire un supporto; se un'attrezzatura è caduta sulla vostra cannabis e ha rotto un ramo, tutto quello che potete fare è cercare di ripararlo con del nastro adesivo per aiutarlo a tenerlo in posizione finché non guarisce e controllare l'attrezzatura prima di iniziare il prossimo ciclo di coltivazione.

3. Allenamento a basso stress

L'allenamento delle piante è usato da quasi tutti i coltivatori di cannabis per regolare la crescita delle piante e terminare con i migliori risultati possibili in un determinato setup di coltivazione, ma può finire per avere il risultato opposto se fatto in modo troppo aggressivo e rallentare la crescita.

Come dice il nome, l'allenamento a basso stress stress stresserà la vostra cannabis, ma non tanto quanto l'allenamento ad alto stress, questo vi permette di farlo più spesso se necessario, ma dovrete tenere d'occhio la vostra pianta e mantenere buone condizioni per minimizzare lo stress.

LST è un modo facile ed efficace per modellare la crescita delle piante alla vostra tenda da coltivazione, ma anche un allenamento minimo come la potatura può essere negativo. 

Nonostante sia una tecnica a basso stress, la LST può bloccare la crescita se fatta in modo troppo aggressivo.
 

Per esempio, potare molto alla volta o molto frequentemente farà sì che la vostra pianta rallenti la crescita per riprendersi e questo può essere molto negativo, specialmente con gli autofiorenti perché può finire per bloccare la crescita per giorni o addirittura settimane, quindi assicuratevi di farlo gradualmente e con attenzione.

Questo vale anche per legare i rami o semplicemente organizzare il baldacchino sotto una rete scrog, se si applica troppa pressione o si legano i rami troppo stretti si può finire per ferire la pianta e questo causerà stress, quindi assicuratevi di farlo con attenzione.

Come affrontarlo

Fortunatamente, può essere facile aiutare la tua pianta a riprendersi da una crescita lenta, se hai potato troppo non c'è molto che tu possa fare se non assicurarti che le condizioni di crescita siano a posto per permettere alla tua pianta di riprendersi più velocemente ma, se stavi facendo LST e i legami sono troppo stretti, puoi rimuoverli e legarli di nuovo, facendo attenzione a quello che hai fatto male prima per evitare di farlo di nuovo.

4. Allenamento ad alto stress

Potete finire per danneggiare la vostra cannabis sia con le tecniche di allenamento a basso stress che con quelle ad alto stress, anche se può essere più facile danneggiare la vostra pianta con l'HST perché consiste letteralmente nel mutilare la vostra pianta di cannabis.

L'allenamento ad alto stress consiste nel mutilare la vostra pianta, quindi assicuratevi sempre che le vostre piante siano sane prima di eseguirlo.
 

Ora, questo non significa che la vostra pianta verrà stressata solo se la mutilate, come detto sopra potete anche stressare la vostra cannabis con un allenamento a basso stress.

Ricordatevi solo che l'HST rallenterà sempre la crescita perché state tagliando via una parte della pianta di cannabis, quindi assicuratevi di farlo presto piuttosto che tardi e che le condizioni siano ottimali, in modo che la vostra cannabis possa recuperare velocemente e continuare a crescere normalmente.

Come affrontarlo

Ora, quando si tratta del periodo di recupero dopo la LST o la HST, l'unica cosa che potete fare è fornire le migliori condizioni di crescita possibili per stimolare i processi di base come la traspirazione e la fotosintesi, questo permetterà alla vostra pianta di recuperare più velocemente.

Se non siete sicuri di quali debbano essere le condizioni, potete sempre dare un'occhiata a un grafico VPD per assicurarvi che state fornendo ciò di cui la vostra cannabis ha bisogno, ma a parte questo, si tratta solo di vedere come reagisce la vostra pianta e magari non eseguire alcun allenamento se la vostra pianta è in cattive condizioni.

5. Ambiente

Anche se alcune piante possono resistere ad ambienti difficili, la maggior parte delle piante di cannabis gode di un clima caldo leggermente umido, è essenziale disporre di un termoigrometro per misurarlo e adattarlo quando necessario.

Se la temperatura nella tua stanza di coltivazione è inferiore a 15 gradi Celsius o superiore a 30 gradi Celsius per troppo tempo, inizierai a vedere una crescita più lenta e se lasciato così per troppo tempo, vedrai segni di piante infelici come le foglie cadenti o le foglie che iniziano ingiallire, croccante e morire.

 

 I livelli di umidità ideali sono circa del 60% per le piantine, del 50% nella fase vegetativa e del 40% nella fase di fioritura.

Questo vale anche per l'umidità. Livelli di umidità inferiori al 35% possono arrestare la crescita e se sono addirittura inferiori (circa il 25%), inizierai a vedere segni di carenza sulla tua pianta.

Un livello di umidità superiore al 70% può anche avere un impatto sulla tua pianta di cannabis, rallentando la crescita della tua pianta, rendendola cadente perché rende più difficile per la pianta muovere l'acqua internamente.

Come affrontarlo

Se le tue piantine non crescono o ti stai chiedendo perché le tue piantine crescano così lentamente, questo potrebbe essere il problema.

Per evitare problemi legati all'ambiente devi assicurarti che il tuo ambiente di coltivazione sia ottimale per le tue piante.

Per far prosperare le tue piante di cannabis devi fornire una temperatura di circa 22-25 gradi Celsius e un livello di umidità del 60% per la piantina, il 50% nella fase vegetativa e il 40% nella fase di fioritura.

 

StageHumidity Level
Seedling60%
Vegetative50%
Flowering40%

 

Questi numeri sono solo indicativi, dovresti sempre cercare i segni che le tue piante ti danno e adattare l'ambiente di conseguenza.

6. Problemi delle radici

A meno che tu non stia crescendo in una configurazione idroponica (o aeroponica) non sarai in grado di vedere le radici della tua pianta.

Mantenere un buon ambiente per le tue piante include anche mantenere il mezzo ossigenato e con la giusta quantità di acqua. I problemi di radice sono la causa principale della crescita lenta con i nuovi coltivatori, aggiustare e mantenere un buon terreno di coltura per le radici è il modo migliore per correggere la crescita stentata nelle piante.

La mancanza di cure adeguate con le radici può causare i seguenti problemi:

Innaffiare in eccesso

L'eccessivo assorbimento è un evento comune tra i nuovi coltivatori, l'irrigazione eccessiva impedisce all'ossigeno di raggiungere le radici e può provocare l'annegamento della pianta.

Le piante innaffiate inizieranno a cadere, mostrano una crescita più lenta, iniziano a ingiallire e mostrano segni di carenze perché non possono assorbire correttamente i nutrienti.

Innaffiare troppo poco

Sebbene non è così comune come dare troppa acqua, può comunque influire negativamente sulla tua pianta.

Se c'è una mancanza di acqua nel substrato, la tua pianta mostrerà segni simili ai segni di eccessi, ma invece di foglie che sembrano “grasse” a causa della troppa d'acqua, sembreranno sottili e fragili perché non c'è acqua (o un minuscola quantità) in esse.

 

 

L'ossigeno è essenziale per le radici, fornendo la giusta quantità di ossigeno, si consente alle radici di svilupparsi in modo sano, dando luogo a una pianta più sana.

Le radici crescono oltre le dimensioni del vaso

Si verifica quando pianti i semi in un vaso piccolo e col tempo crescendo le radici non hanno più spazio per svilupparsi.

Quando ciò accade, la tua pianta inizierà a mostrare sintomi diversi che possono confonderti, quando vedi la tua pianta diventare molto più ampia del vaso dovresti iniziare a pensare di trapiantarla, non riuscendo a dare alle radici lo spazio di cui hanno bisogno per crescere foglie cadenti e altri segni associati all'eccessivo assorbimento di carenze nutrizionali.

Come affrontarlo

Per evitare problemi alle radici devi assicurarti di dare alle radici abbastanza ossigeno, spazio per crescere e acqua solo quando necessario.

Dovresti annaffiare solo quando almeno il 60% del terreno è asciutto e trapiantare la tua cannabis quando sta crescendo nel vaso in cui si trova.

Se hai problemi con questo, ti consigliamo di provare diverse miscele di terreno, perlite e fibra di cocco, questo ti aiuterà a fornire la giusta quantità di ossigeno e acqua alle radici.

7. Carenze nutritive

Le piante hanno bisogno di nutrienti per crescere, a seconda del mezzo in cui stai crescendo, dovrai non solo fornire tutti i macronutrienti ma anche una buona quantità di micronutrienti.

Devi anche ricordare che l'assorbimento dei nutrienti è direttamente correlato al livello di pH.

Se non fornisci la quantità di nutrienti di cui la tua pianta ha bisogno o se non riesci a regolare il livello di pH, la tua pianta non sarà in grado di crescere correttamente e causerà carenze di nutrienti, rallentando la crescita e danneggiando le foglie.

Come affrontarlo

Per risolvere questo problema, devi regolare la quantità di nutrienti che stai somministrando alla tua pianta e controllare il livello di pH ogni giorno.

 How To Deal With Slow Cannabis Growth: Ph nutrient absorption

Livelli di PH per un assorbimento ottimale dei nutrienti.

Se stai fornendo la giusta quantità di nutrienti, il problema sarà probabilmente il livello di pH, ricorda che il livello di pH cambia in base al mezzo in cui stai crescendo e dovresti sempre controllarlo e regolarlo se vuoi che le tue piante crescere sani.

È fondamentale mantenere la tua pianta ben nutrita e con i livelli di pH corretti, se vedi anche il minimo ingiallimento sulle foglie, molto probabilmente la tua pianta non cresce correttamente.

8. Insetti o parassiti

Insetti e parassiti si nutrono della tua pianta, possono nutrirsi degli zuccheri o della materia vegetale, in entrambi i casi, danneggiano la tua pianta e ne rallentano la crescita.

Alcuni insetti come gli acari di ragno possono anche marcire i germogli, rendendoli malsani da fumare, quindi è fondamentale mantenere la pianta sana e controllarli ogni giorno per individuare gli insetti in anticipo.

Come affrontarlo

Esistono diversi modi per gestire le piaghe, ma il modo migliore è prevenirle.

Controllando le tue piante ogni giorno per evitare i bug, puoi anche diffondere trappole appiccicose gialle in modo da poterle individuare presto.

Puoi anche spruzzare le tue piante con una miscela di acqua e una piccola dose di insetticida organico per prevenirle anche se questo non è raccomandato, gli insetticidi dovrebbero essere usati solo quando hai già dei bug e sono usati per eliminarli e non per prevenirli.

9. Genetica

La crescita lenta delle piante può anche essere il risultato di una cattiva genetica, anche se non puoi cambiarla una volta che hai già iniziato a far crescere la tua pianta, dovresti sempre iniziare con una buona genetica. Ciò ti farà risparmiare tempo e denaro e può tradursi in un raccolto più grande e migliore.

Come affrontarlo

Se hai a che fare con una crescita lenta delle piante e non riesci ad arrivare alla radice, la causa dei tuoi problemi può essere una cattiva genetica.

Se vuoi una pianta che prospera e cresce perfettamente, ti consigliamo la nostra nuova Gorilla Cookies Auto.

Questa varietà è molto facile da coltivare e può produrre fino a 600gr/m2 di gemme estremamente resinose con una manutenzione di base, quindi con una cura di base si può finire con un grande raccolto.

10. In conclusione

 La crescita lenta delle piante, sia la fioritura lenta della cannabis che la crescita vegetativa, può essere il risultato di un ambiente di coltivazione non ottimale o anche di un mix di alcuni degli elementi di cui sopra.

Quindi, se avete a che fare con la crescita lenta della cannabis o se avete problemi con le vostre piante, vi consigliamo di controllare ognuno degli argomenti di cui abbiamo parlato e se non riuscite a risolvere i vostri problemi cercate di coltivare genetiche di buona qualità nel vostro ciclo di coltivazione. Questo può non solo risolvere i vostri problemi ma sorprendervi con i risultati che avrete.

 

 

Questo post è stato aggiornato di recente il 18 marzo 2020.

08 July 2020