FastBuds seedbank #1 with 9695 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10011 diaries on GrowDiaries

Concentrati ed Estratti di Cannabis: Tutto Ciò Che Devi Sapere

Tutto quello che devi sapere sulle estrazioni, un nuovo modo di consumare cannabis.
20 August 2022
10 min read
Concentrati ed Estratti di Cannabis: Tutto Ciò Che Devi Sapere

Contenuti:
  • 1. I concentrati e gli estratti sono la stessa cosa?
  • 2. Quali sono i concentrati e gli estratti di cannabis?
  • 3. Gradi di kif
  • 4. A base di solvente vs senza solventi
  • 5. Come vengono prodotti i concentrati e gli estratti di cannabis?
  • 5. a. A base di solvent
  • 5. b. Senza solventi
  • 6. Trame e consistenza più comuni
  • 7. Come consumare gli estratti?
  • 7. a. Mescolandolo con l'erba
  • 7. b. Dabbing
  • 7. c. Vaporizzatori
  • 8. Cosa bisogna sapere prima di consumare gli estratti
  • 8. a. Gli estratti e i concentrati di cannabis sono potenti!
  • 8. b. Ci sono diversi modi per consumarle
  • 8. c. I concentrati e gli estratti forniscono gli stessi benefici dell'erba
  • 8. d. Ci sono diversi modi per fare i concentrati
  • 9. In conclusione

Mentre il mercato della cannabis continua a crescere, le nuove tecnologie e i nuovi modi di consumarlo stanno diventando sempre più popolari. I concentrati sono uno dei prodotti più recenti che si concentrano principalmente sull'aumento della potenza, essendo in grado di avere più del doppio della quantità di THC in un grammo di fiore e diventando uno dei prodotti più ricercati per gli avidi consumatori di cannabis.

1. I concentrati e gli estratti sono la stessa cosa?

Estratti e concentrati sono simili, anche se non uguali. Possiamo dire che tutti gli estratti sono concentrati ma non tutti i concentrati sono estratti. La principale differenza tra loro è come vengono raccolti i tricomi.

 

I concentrati e gli estratti sono la stessa cosa?

Sebbene tutti gli estratti siano concentrati, non tutti i concentrati sono estratti.
 

Questo perché mentre gli estratti utilizzano solventi per rimuovere i tricomi dalla pianta, i concentrati vengono fatti attraverso processi meccanici per isolare gli stessi composti.

2. Quali sono i concentrati e gli estratti di cannabis?

Estratti e concentrati sono un modo per consumare cannabis che consiste nell'isolare i tricomi (che contengono cannabinoidi e terpeni), per poterli consumare senza materiale vegetale. Possono variare per consistenza e trama e si trovano principalmente in Shatter, Budder, Crumble, Rosin e fumo, tra gli altri.

 

Estratti e concentrati sono un modo per consumare cannabis senza alcun materiale vegetale.
 

Tutti questi tipi di concentrati ed estratti di cannabis sono composti da cannabinoidi e terpeni, rendendoli molto più forti rispetto a un fiore. Il contenuto di THC negli estratti può arrivare all'80% o più mentre i fiori hanno circa il 23% di THC.

3. GRADI DI KIF

I tricomi della cannabis variano da pianta a pianta, il che significa che i tricomi possono svilupparsi in tipi e dimensioni diverse, quindi i trasformatori utilizzano filtri di dimensioni diverse per separare i tricomi in base alle loro dimensioni, che determinano la qualità finale del prodotto. Esistono fondamentalmente 5 diverse dimensioni di micron utilizzate dai produttori di hashish e dagli estrattori per estrarre i tricomi e produrre il kif, che è il primo passo per la produzione di estratti e concentrati.

25-50 MICRON

Il kief da 25-50 micron è quello che i trasformatori chiamano prodotto a 6 stelle o qualità da intenditori. Questo tipo di kief è solitamente biondo o bianco ed è di qualità estremamente elevata, in quanto è più comunemente usato per produrre moonrock, diamanti di THC e colofonia di alto livello.

75 - 100 MICRON

75 - 100 micron è quello che i trasformatori chiamano prodotto a 5 stelle o di qualità superiore. Questo tipo di kief presenta solitamente una leggera colorazione giallastra ed è comunemente usato per produrre bubble hashish, colofonia e kief pre-roll.

TABELLA MICROMETRICA DEI TRICOMI DI CANNABIS

Dimensione del micronQualitàUtilizzato per
25 - 50 µmGrado da intenditore (6 stelle)Colofonia viva, diamanti THC-A, bubble hashish di prima scelta
75 - 100 µmGrado premium (5 stelle)Sbriciolare, budder, cera
100 - 150 µmAlta qualità (4 stelle)Salsa, colofonia
150 - 200 µmRegolare (3 stelle)Distillato, olio di CBD, tinture, edibili

100 - 150 MICRON

100 - 150 micron è quello che i trasformatori chiamano un prodotto a 4 stelle; questo tipo di kief viene solitamente prodotto quando i trasformatori hanno bisogno di una grande quantità di kief perché non è filtrato come quelli sopra citati. Questo tipo di kief presenta solitamente una leggera colorazione beige-verdastra ed è comunemente usato per produrre budder, cera, BHO e salsa.

150 - 200 MICRON

I 150-200 micron sono considerati kief di bassa qualità e vengono utilizzati per produrre distillati, olio di CBD, tinture, edibles e prodotti topici, tra gli altri, a causa del contenuto di materia verde piuttosto elevato. Ricordati che questa è solo una guida, i trasformatori usano metodi diversi e si possono ottenere risultati diversi sperimentando metodi diversi. Una volta separate le teste dei tricomi dai fiori o dai ritagli, i trasformatori possono scegliere tra estrazioni senza solvente o a base di solvente.

4. A base di solvente vs senza solventi

A base di solvente significa che sono estratti fatti con una sostanza chimica che può dissolvere i tricomi per isolarli. Nella cannabis, le estrazioni a base di solventi sono solitamente fatte con alcool, butano, propano o anidride carbonica. I concentrati senza solventi sono l'opposto di quelli a base solvente. I concentrati vengono prodotti applicando calore e pressione da soli senza l'uso di solventi.

 

In ogni caso, la qualità e la potenza del prodotto finale dipendono esclusivamente dalla qualità del fiore che entra. Per coloro che sono alla ricerca di una varietà potente, consigliamo la nostra Wedding Cheesecake Auto. Essendo una grande produttrice di resina, è l'opzione perfetta per fare dell'ottimo bubble hashish o estratti dagli avanzi dello sugar trim.

5. Come vengono prodotti i concentrati e gli estratti di cannabis?

I concentrati di cannabis sono essenzialmente fatti separando le teste dei tricomi dai fiori e rimuovendo tutto l'altro materiale vegetale. Ciò può essere ottenuto estraendo con o senza solventi.

A base di solvent

Tutte le estrazioni a base di solventi utilizzano lo stesso processo di base: un liquido chimico viene utilizzato per separare i tricomi in una soluzione. Questa soluzione deve essere filtrata fino a quando rimangono solo i composti principali. Questi processi sono generalmente utilizzati da estrattori commerciali che hanno bisogno di produrre molto prodotto con una piccola quantità di materiale.

Questo metodo richiede grandi macchine industriali a causa della volatilità dei solventi. Usa temperature estremamente calde o fredde insieme a sostanze chimiche per isolare i cannabinoidi e i terpeni fuori dalla pianta e sono pericolosi da produrre a casa. Le macchine industriali sono generalmente sistemi a circuito chiuso, che consentono ai produttori di controllare in sicurezza elementi quali temperatura e pressione.

 

Gli estrattori commerciali utilizzano grandi macchine industriali a circuito chiuso che aiutano a controllare elementi come temperatura e pressione.
 

I solventi vengono fatti passare attraverso lunghi tubi metallici pieni di materiale vegetale, sciogliendo tutta la resina in una soluzione di solvente e, a seconda del solvente, la soluzione viene messa sottovuoto per garantire la completa rimozione del solvente prima che sia pronto per il consumo.

Privo di solventi non è uguale a senza solventi. Privo di solventi significa che è stato spurgato correttamente in quanto senza solventi significa che non è stato utilizzato alcun tipo di solvente chimico.

Senza solventi

Gli estratti senza solventi non usano solventi chimici e possono essere facilmente preparati a casa. Richiede una tecnica meccanica che combina calore e pressione o acqua per separare i cannabinoidi e i terpeni dal materiale vegetale. Durante il processo meccanico, i tricomi vengono rimossi dalla cannabis usando un'azione fisica, come scuotere o pressare. La setacciatura a secco, ad esempio, è un'estrazione senza solventi. Quando si effettua questo tipo di hash, il materiale vegetale viene scosso attraverso vari schermi che filtrano i tricomi.

 

Esecuzione di estrazioni senza solventi

Per fare dry sift avrai bisogno di: una maglia filtro micron, i bordi e una carta per raccogliere kief.
 

Un altro tipo di estrazione senza solventi è la colofonia. La colofonia viene prodotta usando il calore e la pressione per spremere i composti dalla pianta.

Anche se l'acqua è un solvente quando si parla di estratti, i solventi sono estratti in cui vengono utilizzati prodotti chimici.

Ad ogni modo, ti rimane un prodotto che ha una percentuale maggiore di THC rispetto ai fiori di cannabis. Al contrario del fumo, quando si consumano estratti in un bong è possibile misurare la temperatura in modo da non distruggere i terpeni e i cannabinoidi, ottenere un inalazione più aromatica e un effetto molto più pulito pur durando più a lungo. Un altro motivo per cui molti consumatori di cannabis preferiscono i concentrati è che non ha gli svantaggi del fumo in un'articolazione, come il forte odore e il non dover inalare il fumo.

6. Trame e consistenza più comuni

Shatter

Una delle consistenze più adattabili, è molto fragile quando fa freddo ma può essere molto elastica quando si trova in un ambiente più caldo.

Budder

Questa consistenza inizia come lo shatter. Viene quindi montato a basse temperature per introdurre aria, dandogli una consistenza cremosa.

Crumble

Questa consistenza inizia come budder e viene quindi spurgata a basse temperature per asciugarlo e dargli una consistenza che ricorda il burro secco.

 

Tipi di concentrati ed estratti di cannabis

Trame e consistenze più comuni di estrazioni e concentrati di cannabis.

Rosin

La consistenza in realtà dipende dalle caratteristiche dei tricomi che entrano. Il rosin di solito ha la stessa consistenza del budder ma può essere un po 'più elastica, a seconda dell'ambiente.

Hashish

Anche se lo vediamo come una crema, l'hashish è di solito composto da un sacco di microscopiche teste di tricomi incollate insieme, dandogli una consistenza simile alla sabbia.

7. Come consumare gli estratti?

Un estratto può essere consumato in vari modi. Il metodo migliore da consumare dipende dalla consistenza dell'estratto che desideri consumare, nonché dalle tue preferenze ma pecialmente dagli strumenti che hai a disposizione. Ad esempio, gli estratti in polvere come kief e crumble possono essere facilmente consumati insieme all' erba in una canna, mentre altri concentrati come il rosin e il budder sono più facili da consumare come dab.

 

Modi per consumare gli estratti: Rendi più potente la tua canna aggiungendovi un concentrato a tua scelta.
 

Ciò non significa che non puoi fumare estratti di polvere in un bong o concentrati più appiccicosi in un cannone, ma sarà più facile adattare il modo in cui lo fumi alla trama.

Mescolandolo Con l'erba

L'aggiunta di kief, hash o crumble nella mesta o l'aggiunta di estratti come shatter o rosin all'interno e attorno al cannone sono i metodi più comuni. Non richiedono strumenti costosi pur aumentando la potenza.

Dabbing

Questo è il modo più popolare ed è costituito da un chiodo o una ciotola per vaporizzare concentrati e un bong. In questo modo, si applica calore sul braciere (o sulla campana) e quando raggiunge una certa temperatura, si applicano i concentrati direttamente sulla superficie calda, trasformandosi immediatamente in vapore.

 

Come consumare gli estratti: Dabbing

Come consumare estratti: Dabbing.
 

Anche se è il più popolare, può essere piuttosto costoso, a seconda di dove vivi. Avrai bisogno di un bong, un ferretto, una torcia e uno strumento per il dabbing.

Vaporizzatori

La vaporizzazione è l'opzione più discreta e portatile per consumare concentrati. La maggior parte dei vaporizzatori contiene una camera in cui aggiungi i tuoi concentrati. Questa camera quindi si riscalda e il vapore è pronto per essere inalato. A differenza del fumo e del tamponamento, i vaporizzatori sono piccoli e il vapore che producono non ha un forte odore, il che li rende perfetti per i luoghi in cui non puoi fumare pubblicamente.

8. COSA BISOGNA SAPERE PRIMA DI CONSUMARE GLI ESTRATTI

Ora che sei ben informati su questo tipo di prodotti a base di cannabis, leggiamo un po' di più sulle cose principali da sapere prima di consumarli.

GLI ESTRATTI E I CONCENTRATI DI CANNABIS SONO POTENTI!

Forse la cosa più importante da sapere è che gli estratti di cannabis sono estremamente potenti, quindi se non sei consumatore accanito è altamente consigliabile iniziare lentamente e vedere l'effetto che fa prima di consumarne di più. Il consumo di estratti o concentrati (alias dabbing) è sconsigliato ai principianti a causa della loro potenza; inoltre, l'installazione di un dab rig richiede una certa esperienza, poiché ci sono diverse parti in un dab rig e bisogna saperle usare correttamente.

CI SONO DIVERSI MODI PER CONSUMARLE

Il dab rig è il modo migliore per consumare estratti e concentrati di cannabis, ma ci sono diversi modi per consumarli. I concentrati possono essere consumati con un vaporizzatore adatto ai concentrati, un dab rig e, a seconda della consistenza, possono essere consumati anche in uno spinello o in un blunt, ma per ottenere un'esperienza completa, si raccomanda vivamente di utilizzare i dab rig.

I CONCENTRATI E GLI ESTRATTI FORNISCONO GLI STESSI BENEFICI DELL'ERBA

I concentrati e gli estratti di cannabis sono estremamente popolari, soprattutto tra i pazienti medici che hanno bisogno di consumare cannabinoidi in alte concentrazioni per trattare condizioni come PTSD, ansia, insonnia e dolore cronico. Questi tipi di prodotti a base di cannabis non solo forniscono gli stessi benefici di altri prodotti a base di cannabis, ma hanno anche un'azione estremamente rapida, il che li rende un ottimo modo per i consumatori medici che hanno bisogno di un sollievo rapido o per i consumatori ricreativi che non hanno il tempo di rollarsi uno spinello.

CI SONO DIVERSI MODI PER FARE I CONCENTRATI

Come accennato in precedenza, esistono due modi principali per produrre concentrati ed estratti: a base di solventi e senza solventi. Le estrazioni a base di solvente utilizzano sostanze chimiche per separare i cannabinoidi dal materiale vegetale; questo solvente viene poi rimosso lasciando un estratto come shatter, cera o crumble, tra gli altri. D'altra parte, i concentrati senza solvente non utilizzano sostanze chimiche, ma piuttosto metodi meccanici come la battitura, lo sfregamento o la pressione del materiale vegetale per separare i tricomi, dando origine a concentrati come il kief, l'hashish o la rosin.

9. In Conclusione

Concentrati ed estratti sono una forma più potente del fiore, possono essere estremamente forti, quindi fai attenzione se non sei abituato. Questo modo di consumare cannabis si sta espandendo molto rapidamente in tutto il mondo ed è diventato uno dei metodi preferiti per consumare cannabis da tutti i fumatori accaniti. Se non hai ancora provato estratti senza solventi o basati su solventi perché non è disponibile dove vivi, il modo migliore è crearne uno tuo. Consigliamo una delle nostre piante più ricche di resina di sempre, la nostra nuova Strawberry Pie Auto.

 

Gli estratti senza solventi come l'hashisht o il rosin possono essere forti come quelli a base di solventi e possono essere facilmente prodotti a casa, per questo avrai bisogno di un materiale di partenza di buona qualità.

20 August 2022