FastBuds seedbank #1 with 10426 diaries and a rating of Growdiaries 8.8/10 on GrowDiaries
Growdiaries 8.8/10 with 10426 diaries on GrowDiaries

Miglior Ciclo Luminoso Per La Cannabis In Fioritura

La quantità di luce che la cannabis riceve in questa fase influenzerà direttamente il raccolto e la qualità delle cime.
29 September 2022
8 min read
Miglior Ciclo Luminoso Per La Cannabis In Fioritura

Contenuti:
  • 1. Qual è il ciclo di luce nella fioritura della cannabis?
  • 2. Ciclo luminoso per la fioritura della cannabis all'aperto
  • 2. a. Piante fotoperiodiche
  • 2. b. Piante autofiorenti
  • 3. Ciclo luminoso per la fioritura di cannabis indoor
  • 3. a. Piante fotoperiodiche
  • 3. b. Piante autofiorenti
  • 4. Diversi cicli di luce
  • 5. In conclusione

La maggior parte delle piante di cannabis sono fotoperiodiche, il che significa che dipendono da un ciclo di luce di 12/12 per fiorire. E' essenziale che tu fornisca il corretto ciclo di luce alle tue piante di cannabis per iniziare la fioritura, anche se a seconda del ceppo questo può cambiare, i ceppi autofiorenti iniziano la fase di fioritura automaticamente e non dipendono dalla luce.

 

Scopri i migliori cicli di luce per la Cannabis durante la fioritura e perché gli Autoflowers ti danno più opzioni.
 

La cannabis in fase di fioritura ha già fatto crescere i rami e la cola principale ed è pronta a ingrassare sotto forma di cime, ma per farlo correttamente è necessario fornire la migliore luce possibile per la coltivazione della cannabis. Se non si riesce a fornire una buona quantità di luce nella fase di fioritura, si otterranno cime ariose, basse rese e la pianta potrebbe diventare debole e malsana.

1. Qual è il ciclo di luce nella fioritura della cannabis?

Nella fase di fioritura, la quantità di luce che ricevono le tue piante di cannabis influenzerà la qualità, la densità e la resa finale. Ciò significa che le gemme produrranno più resina e diventeranno più dense più luce riceveranno, con conseguente resa maggiore. Il ciclo di luce più comune per la fase di fioritura è il 12/12. L'illuminazione della fase di fioritura della marijuana è super importante; questo perché la marijuana inizia la fase di fioritura quando riceve almeno 12 ore di buio, mentre ha ancora bisogno della massima illuminazione possibile per produrre gemme.

 

Ciclo di luce per la cannabis

Per la fioritura delle varietà di cannabis fotoperiodiche è necessario un ciclo di luce 12/12
 

I nostri giorni hanno solo 24 ore, quindi dopo 12 ore di oscurità, le ore massime di luce che possiamo dare sono 12 ore. Non esiste un altro ciclo di luce per fiorire la cannabis in quanto hanno bisogno di quanta più luce possibile, dando loro meno di 12 ore al giorno comporterà una qualità e una resa inferiore.

2. Ciclo luminoso per la fioritura della cannabis all'aperto

Piante fotoperiodiche

Quando coltivi outdoor, devi essere molto attento e pianificare in anticipo. Come forse saprai, ogni stagione ha un ciclo di luce diverso e questo determinerà per quanto tempo cresce la tua pianta prima d'iniziare a fiorire. Per fare un esempio, la cannabis all'aperto in California fiorisce solo da settembre a marzo. Quindi, se dovessi coltivare una pianta di cannabis a partire da aprile, crescerebbe per cinque mesi prima d'iniziare a fiorire, a settembre, dando origine a una pianta enorme. Per evitare che cresca troppo, puoi applicare tecniche di deprivazione della luce, che consiste nell'utilizzare un telo nero per impedire alla luce di raggiungere le tue piante.

 

La tecnica della privazione della luce

La tecnica di deprivazione della luce viene utilizzata per controllare il ciclo della luce all'aperto.
 

Questo è usato da tutti gli agricoltori, indipendentemente dal tipo di pianta che stanno coltivando, il rovescio della medaglia è che avrai bisogno di una serra per essere in grado di farlo, poiché devi bloccare tutta la luce che entra e questo può essere davvero difficile raggiungere senza una struttura per tenere saldamente il telo.

Piante autofiorenti

Con le autofiorenti non avrai nessuno di questi problemi. La cannabis autofiorente non ha bisogno di uno stadio vegetativo di per sé, crescerà e fiorirà a seconda dell'età.

 

Fasi di coltivazione della cannabis

Crescita delle piante di cannabis settimana dopo settimana
 

Ciò significa che è molto più facile coltivare auto rispetto alle piante fotoperiodiche. Un buon consiglio è di cercare su Internet la quantità di luce per ogni mese e pianificare il tuo raccolto di conseguenza, le tue piante possono beneficiare delle ore extra di luce. Anche se la cannabis autofiorente può fiorire correttamente tutto l'anno, può migliorare leggermente la qualità e la resa del raccolto.

3. Ciclo luminoso per la fioritura di cannabis indoor

Piante fotoperiodiche

Come detto sopra, le piante fotoperiodiche fioriscono in un ciclo di luce 12/12. Quando coltiviamo indoor, lo manteniamo sempre a 12/12 per la fioritura, anche se può essere più semplice fiorire indoor perché non dovrai pianificare in anticipo.

 

Piante di cannabis in fioritura indoor

Modificando il ciclo di luce dal 18/6 al 12/12 puoi innescare la fioritura nei ceppi di cannabis fotoperiodici.
 

Quando ritieni che le tue piante siano cresciute abbastanza, puoi semplicemente cambiare il ciclo di luce da 18/6 a 12/12 regolando il tuo timer. Possono trascorrere un paio di settimane prima che le tue piante entrino nella fase di pre-fioritura e mostrino segni di maturità (pistilli o sacche di polline se sono semi regolari), ma presto vedrai formarsi bellissime infiorescenze.

Piante autofiorenti

Per le piante autofiorenti, in realtà non c'è molto da fare. Fioriscono dal seme in un ciclo di luce vegetativo, fornendo fin dall' inizio un ciclo di luce 18/6 (o 20/4), le tue piante attraverseranno tutto il loro ciclo: germoglio, vegetativa e fioritura senza dover cambiare altro che il mix di nutrienti (se necessario).

 

Specie di cannabis

Anche se tutte sono piante di cannabis, hanno caratteristiche molto diverse.
 

Se ti stai chiedendo perché questo accada, è perché la cannabis auto è un incrocio ibrido tra Ruderalis e Indica o / e Sativa. Incrociando con Ruderalis, le varietà di cannabis possono avere la loro caratteristica di fioritura automatica e accelerata.

 

 Fase vegetativaFase di fioritura
Fotoperiodico18/612/12
Autofiorente18/6, 20/4 o 24/0

18/6, 20/4 o 24/0

 

Ora, se sei un coltivatore di autofiorenti e vuoi sperimentare cose nuove, puoi anche provare i diversi cicli menzionati nella tabella. Per aiutarvi a capire meglio, ecco un paio di cose che dovreste avere in mente quando si tratta dei diversi cicli per le piante autofiorenti.

Ciclo 12/12 per le autofiorenti

Il 12/12 è di solito usato per la fase di fioritura delle piante fotoperiodiche, o per chi coltiva sia auto che foto nello stesso spazio di coltivazione. Coltivare le auto sotto il 12/12 non danneggerà le vostre piante di cannabis, ma è molto probabile che la qualità e la quantità del vostro raccolto finiscano per non essere quelle che vi aspettate. Questo accade perché se ricevono meno luce, hanno un periodo più breve in cui possono effettuare la fotosintesi, finendo per assorbire meno energia che non permetterà loro di raggiungere il loro pieno potenziale; come detto prima, questo non le danneggerà ma si tradurrà in una diminuzione della potenza e delle rese.

Ciclo 18/6 per gli autofiorenti

Il 18/6 è il ciclo più comune tra i coltivatori di autofiorenti perché fornisce un'illuminazione sufficiente per una buona crescita delle piante, permette loro di riposare e non finisce per essere molto costoso come i prossimi cicli di cui leggerai.

 

Cicli popolari per gli autofiorenti.
 

La maggior parte dei coltivatori che utilizzano questo programma lasciano la luce accesa di notte, che di solito è più fredda, e spenta durante le 6 ore più calde del giorno, consentendo di risparmiare fino al 25% di elettricità, pur mantenendo le condizioni di crescita sul punto.

Ciclo 20/4 per gli autofiorenti

Questo ciclo sta diventando sempre più popolare per il fatto di trovarsi a metà strada tra il 18/6 e il 24/0, con il risultato di una crescita migliore grazie al fatto che fornisce più luce senza dover spendere tanto come quando si coltiva sotto il 24/0, lasciando anche riposare le piante. Ovviamente, si spenderà un po' di più rispetto a quando si coltiva sotto il 18/6, ma per la migliore qualità e resa a volte ne vale la pena per alcuni coltivatori.

Ciclo 24/0 per gli autofiorenti

Come forse saprai, le piante hanno bisogno di luce per effettuare la fotosintesi e crescere, quindi, in teoria, fornire più luce si traduce in piante di cannabis più grandi; questo è il motivo per cui alcuni coltivatori usano un ciclo di 24 ore durante la fioritura, il che significa che lasciano le luci accese dal seme al raccolto. Ora, questo programma è una buona scelta se stai coltivando in inverno, per esempio, e vuoi mantenere le tue piante di cannabis al caldo, ma per alcuni ceppi potrebbe essere troppo, quindi dovresti fare attenzione. Tutti questi cicli hanno i loro pro e contro, non c'è un ciclo migliore in generale, ognuno funzionerà meglio a seconda delle condizioni di coltivazione e del ceppo specifico che stai coltivando, quindi ti consigliamo vivamente di sperimentare i diversi programmi menzionati.

Ora, se sei agli inizi e non vuoi avere problemi, è meglio fornire ciò che ha già dimostrato di funzionare alla grande, come il 18/6 e il 20/4, e man mano che ci prendete la mano, inizia a provare con cose diverse finché non trova il punto giusto.

4. DIVERSI CICLI DI LUCE

Tutte le piante, comprese quelle di cannabis, usano il loro sistema di fitocromo per monitorare la quantità di luce che ricevono, la sua intensità e la sua durata, il che significa che le piante sono in grado di leggere l'ora in quanto percepiscono la quantità di radiazioni all'infrarosso. Ciò significa che è possibile utilizzare la lunghezza d'onda del rosso lontano per convincere le piante che è notte più velocemente di quanto lo sarebbe normalmente. Recenti ricerche dimostrano che esporre le piante a 5 minuti di luce rossa lontana dopo lo spegnimento delle luci consente di far fiorire le piante di cannabis con un programma di illuminazione di 13,5/10,5 invece che di 12/12, il che significa che le piante otterranno 105 ore di luce in più alla fine del ciclo di illuminazione, con una conseguente maggiore resa e una migliore qualità dei fiori.

Tieni presente che questo è solitamente utilizzato da coltivatori commerciali che dispongono di attrezzature all'avanguardia, quindi potrebbe non essere utile per te, ma è solo un promemoria per ricordarti che ci sono sempre nuove cose da imparare e che puoi sempre migliorare e massimizzare le tue attrezzature e il tuo spazio. D'altra parte, se sei un principiante, non c'è davvero bisogno di essere stravagante o di avere attrezzature costose. Le persone coltivano cannabis da decenni con gli stessi cicli di luce e con attrezzature molto semplici, quindi non c'è bisogno di spendere molti soldi. Se non vuoi avere a che fare con spettri luminosi, DLI o simili, segui semplicemente 18/6 per la coltivazione e 12/12 per la fioritura con i fotoperiodi e 18/6 o 20/4 con gli autofiorenti. Otterrai comunque ottimi risultati se ti prenderai cura delle tue piante.

5. In conclusione

Proprio come nella fase vegetativa, durante la fase di fioritura le tue piante hanno bisogno della giusta quantità di luce se vuoi che la tua pianta si sviluppi al massimo. Se non ottengono la quantità di luce di cui hanno bisogno durante la fioritura, le gemme non si svilupperanno correttamente e non produrranno la massima quantità di tricomi che possono, con conseguente resa più bassa e gemme di meno qualità. Le tue piante possono anche indebolirsi e avere maggiori probabilità di essere attaccate da parassiti o malattie. Per evitare ciò, pianifica sempre in anticipo quando cresci all'aperto e informati su come sono le stagioni nella tua città, compresa non solo la quantità di luce ma anche l'umidità e la temperatura. Se stai coltivando indoor, assicurati di fornire un buon ambiente di crescita e soprattutto una buona quantità di luce e il corretto ciclo di luce.

 

Questo post è stato aggiornato di recente il 1 aprile 2021.

29 September 2022